Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

mercoledì 28 gennaio 2015

Top Manga #TOTALETOMBALE (Parte 3: Seinen)

Eccoci giunti Popolo della Rete (finalmente) alla penultima parte di questa Top Manga #TOTALETOMBALE, che andrà a riscrivere non solo i modi di fare classifiche, ma anche due o tre Leggi della Fisica. A parte le battute che non fanno ridere nemmeno i polli di Francesco Amadori, buttiamoci subito a capofitto in questa scalinata di 10 Posizioni su quelli che sono stati, ad oggi, i miei Seinen Preferiti! COMINCIAMO!!!



10-HELLSING, DI KOTA HIRANO
 
Uno dei pochi Manga ad avermi inquietato, e a tratti spaventato, per l'atmosfera carica di ansia perenne, paura e oscurità, è sicuramente Hellsing. Il Manga di Kota Hirano è sicuramente uno dei migliori, e dei pochi vorrei precisare, esponenti di Fumetto Horror (anche se Phantom Stalker Woman mi dicono sia molto, ma molto peggio) arrivati nel nostro Paese che incuta veramente terrore. Azione unita a momenti tremendamente crudi e a uno humor nero assolutamente dissacrante rendono questo Manga un gran divertimento da leggere e da vedere. Difetti enormi non ce ne sono, sarebbe sicuramente arrivato a posti più alti, se non ci fossero stati altri titoli che mi sono piaciuti di più.


9-BERSERK, DI KENTARO MIURA
 
Buio assoluto. Nessuna salvezza, nessun lieto fine. Solo un uomo, distrutto nel corpo e nell'animo, consumato da mille battaglie in cerca di Vendetta. Un mondo che non lascia trapelare alcuna luce, l'opprimenza di sadici tiranni, malati e corrotti, e di demoni assetati di sangue contribuiscono a dare all'Opera Magna di Kentaro Miura un senso di claustrofobia unico nel suo genere. Berserk è stata una delle letture più destabilizzanti della mia pre-adolescenza, l'immediata immersione nel marciume dell'universo di Gatsu e Grifis è spiazzante sotto tutti i punti di vista. La crudezza, la violenza inaudita che esplode nelle pagine di questo Manga lasciano presagire l'eterno accavallamento di disgrazie e traumi che i protagonisti saranno costretti ad affrontare. Col tempo è innegabile che tutte le tematiche approfondite da Miura siano passate in secondo piano in favore di un estro artistico assolutamente inecceppibile e perfetto. Gli ultimi numeri hanno lasciato fin troppo spazio a un fantasy medievale molto, TROPPO "Fiabesco", ma la sensazione che tutto si risolverà in una Tragedia di proporzioni bibliche è sempre presente, e Miura, in Berserk, è sempre stato bravo a distruggere le speranze dei suoi personaggi.


8-ZETMAN, DI MASAKATSU KATSURA

Zetman è sicuramente una delle storie più interessanti e più avvincenti che abbia letto in questi ultimi anni: Kamen Rider, Cyberpunk, Fantascienza, Supereroi Americani, sbudellamenti, sesso dannatamente esplicito e dannatamente marcio ritraggono manie e perversioni dei Giapponesi in quello che è a tutti gli effetti un manifesto di critica e di sublimazione del popolo con gli occhi a mandorla. Zetman è questo e tanto altro. C'è amore, il dolore della perdita, la scelta, pesante come un macigno, di fare la cosa giusta nonostante il mondo intero vada in direzione opposta, le varie vie ed ideologie della giustizia, e i percorsi che i nostri tre protagonisti, Jin, Koga e Konoha, dovranno percorrere verso una risoluzione non per forza felice. Tutto questo è accompagnato dal meraviglioso tratto di Katsura, che non si spreca nella cura maniacale di personaggi, paesaggi e design di Player ed Eroi. Veramente bello, peccato che esca un volume ogni morte di Papa.


7-SUN KEN ROCK, DI BOICHI
 
Se leggete Sun Ken Rock anche solo per poter godere dei meravigliosi disegni di Boichi, (autore di origini Coreane che i Giapponesi hanno avuto la brillante idea di portarselo a casa loro) bravi ragazzi. Sun Ken Rock è azione e fisicità all'ennesima potenza. Niente super poteri, niente cazzate, solo umorismo sbroccato, botte da orbi e disegni al limite della perfezione. Oltre a un lato grafico assolutamente magistrale, Boichi è anche un ottimo scrittore, e riesce a caratterizzare in maniera molto convincente situazioni, personaggi e atmosfera, concedendosi momenti di (appunto) umorismo dannatamente demenziale, ad altre situazioni molto drammatiche (tra cui varie critiche e denunce alla società del suo paese di origine) e crude, per sfociare poi nell'azione e nell'Erotismo più puro. Veramente veramente bello, ma anche qui, pubblicazione di un volume ad Canis Minchiam.


6-ROHAN AL LOUVRE, DI HIROHIKO ARAKI
 
Hirohiko Araki si avventura in un viaggio in uno dei Musei più importanti del mondo raccontandoci una storia di formazione, di crescita e di ricordi della sua re-incarnazione nel mondo de "Le Bizzarre Avventure di Jojo", Rohan Kishibe. L'autore unisce sapientemente un tratto Artistico maturo e sperimentale unendo con sapienza Oriente ed Occidente, sia nella narrazione che nel tratto, il tutto inserito in una storia Horror, da sempre genere prediletto di Araki Sensei. Rimandi alla mia serie preferita di Jojo, ovvero Diamond is Unbreakable, una storia avvincente che fa della tensione e della paura il suo punto forte, sperimentazioni dei colori abbinati in contesti specifici e un'atmosfera affascinante come può essere quella Parigina e del Louvre rendono questo Fumetto una grandiosa prova autoriale per uno dei migliori artisti che il Giappone ha da offrire in questi ultimi anni.


  
5-CAPITAN HARLOCK, DI LEIJI MATSUMOTO
 
Il pirata tutto nero, un moderno poeta maledetto che combatte per la Libertà, per la Terra, e mosso, e allo stesso tempo distrutto da un peccato di gioventù, dal quale non riesce a perdonarsi. Un simbolo, un emblema che è riuscito a superare anni, mode e ideologie. L'opera immortale di Leiji Matsumoto è sicuramente una delle più feroci critiche all'umanità, al suo modo di fare autodistruttivo e lassista, senza grandi ideali, senza spina dorsale. E mai come ora quelle parole sibilline piene di odio riecheggiano in quello che è un periodo di perdita completa di un qualsivoglia colore politico. Capitan Harlock è pregno di direzioni (Chiaramente socialiste) ideologiche che l'autore, nel lontano '77 ha voluto tracciare nei suoi scontri contro le Mazon a bordo della leggendaria Arcadia, e forse, forse, è stata l'opera più importante per la mia formazione Politica, forse più del Manifesto di Marx ed Hengels (sì, sono comunista). Che dire di più su questa Pietra Miliare del Fumetto Mondiale, se non che ci vorrebbe, ora più che mai, qualcuno come Capitan Harlock?
 
 
 
4-OPUS, DI SATOSHI KON
 
L'estro artistico e sperimentale di uno dei più grandi registi dell'animazione mondiale esplode in un turbinio di meta-narrazione, dimensioni oniriche e tutte le tematiche care al mai troppo compianto Satoshi Kon. Opus è uno dei migliori lavori cartacei che l'autore abbia prodotto, e descrivervi l'esperienza che si assapora leggendo, osservando, vivendo quello che è il continuo dialogo tra l'autore, il suo alter-ego e i personaggi che quest'ultimo ha creato nel suo Universo narrativo è qualcosa di meraviglioso. Lo sfondamento della 4^ parete, se non lo avete capito dalle parole precedenti, è la condizione base per poter addentrarsi in un mondo Onirico assolutamente meraviglioso. Per fortuna Opus ha un finale, benché un po' sbrigativo, ma comunque sempre di grande impatto, e non è segato, come il titolo che vi presenterò adesso...
 
 
 
3-SERAPHIM, DI MAMORU OSHII E SATOSHI KON
 
... Ovvero Seraphim (266613336 Wings). Due dei più grandi registi Giapponesi si cimentano nella creazione di un grande Fumetto d'autore, che però, vuoi il fatto che, essendo dei grandi maestri non andava a nessuno dei due di sottostare alle decisioni dell'altro (i dissidi tra grandi personaggi sono sempre all'ordine del giorno, come ci insegna la storia), vuoi che la rivista che li pubblicava gli ha segato la pubblicazione perché non vendeva niente, e Voilat!, ci ritroviamo con uno dei più bei Fumetti Post-Otomiani monco. E non ci sarà mai modo di poter vedere, o leggere, la conclusione alla meravigliosa Epopea di questo Mondo post-apocalittico, dove una malattia tanto bella quanto fatale affligge l'intera umanità. Nonostante tutto reputo Seraphim un'opera magnifica, pregna di Pathos, con personaggi, paesaggi e momenti assolutamente magistrali, come solo due grandi maestri come Mamoru Oshii (Lamù Beatiful Dreamer) e Satoshi Kon potevano concepire.
 
 
 
2-ONEPUNCH MAN, DI ONE E YUSUKE MURATA
 
Sommobuta lo ha descritto come il Miglior Manga degli ultimi 150 anni. Io ci vado un po' più piano e rilancio dicendo che Onepunch Man è Il miglior Fumetto di Super Eroi degli ultimi 30 anni. E lo ha fatto un Giapponese. Ho detto tutto. One, in quella che a primo impatto può sembrare la storia più scema del mondo, ha distrutto, disintegrato la figura dell'Eroe Giapponese e del Super Eroe Americano riplasmando il tutto in un moderno Watchmen dal sapore squisitamente comico-demenziale. Popolo della Rete, che posso dirvi di più se non di leggerlo, amarlo, e sbavare di fronte ai disegni semplicemente magnifici di Yusuke Murata, che qui si supera creando vere e proprie sequenze cinematografiche su carta. E', in sintesi, un Fumetto che esplode e decostruisce tutto quello che è inerente allo Shonen, Seinen e molto altro.
 
 
 
1-AKIRA, DI KATSUHIRO OTOMO
 
Forse era anche fin troppo prevedibile cosa ci sarebbe stato al primo posto di questa Top. Ebbene, finalmente, dopo anni e anni, sono riuscito a leggere Akira. E dopo la lettura mi sono martellato le palle per non averlo letto prima. Gente, non ho bisogno nemmeno di spiegarvi il perché di Akira al primo posto, dovrebbe essere scontato più di qualunque altra cosa ovvia esista in questo mondo. PUNTO.
 
 
 
 
Bene, e questa Top Seinen #TOTALETOMBALE si è conclusa. Lo so, ci sarebbero dovute essere almeno altre 5 presenze illustri, tipo almeno un'opera di un certo Naoki, o anche un Jiro buttato qua e là, ma non ho mai letto niente inerente a questi due autori. Quindi 'sti cazzi, beccatevi 'sti titoli, e fatemi sapere invece i vostri Seinen preferiti, sarò felice di discutere insieme a voi, e soprattutto condividete il post a motopompa per avere una vita sessuale appagante. Ci rivediamo con l'ultima parte della Top Manga, ovvero il famigerato Hentaiiihhh... MUAHAHAHAHAHAH!!! IL PERVERSIONE TIME DEFINITVO STA ARRIVANDO!!!


 










17 commenti:

  1. Allora di questi manga ho letto solo Akira e OPM ( i primi 6 capitoli ) . Di Akira ti appoggio a pieno la scelta , visto che è uno dei miei manga preferiti, mentre OPM mi ha divertito molto per quel poco che ho letto. Ma come succede sempre un po' per pigrizia , un po' alzheimer e un po' per il mio feticismo verso la carta va a finire che i manga che seguo in scan li mollo a casaccio anche se mi garbano assai, ma ora conto di riprenderlo. E per tutti gli altri cercherò di colmare queste e altre lacune , ma io sono un comixaro quindi capiscimi XD

    RispondiElimina
  2. Figurati non ho letto roba come Slam Dunk , Jojo sono alla prima serie , di urasawa ho solo i primi 3 di monster ecc di manga non ho letto quasi nulla , ma neanche di comix alla fine sono esperto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mettiti in pari allora Tommà XD

      Elimina
    2. Esatto, e comincia a spulciare i titoli che io e Sommobuta abbiamo consigliato nelle nostre Top, che sono bei Manga ;)

      Elimina
    3. Ok Ok XD ho cominciato già kingdom e conto di recuperare sun ken rock a breve , per non parlare delle opere di kon , ma le altre mi sa che sono troppo per le mie scarne tasche. Cerco di recuperarne il maggior numero possbile

      Elimina
  3. Se non ci fosse quella mia (futura) top 5, sicuramente nella top 15 seinen avrei inserito anche io Akira, Opus e la fantascienza di Shirow. Al di là di tutto sono veri e propri capisaldi.

    Top 10 interessantissima, anche se devo ammettere che Zetman, che ho letto un mesetto fa, tutto sommato non mi ha detto molto. Grandi disegni come sempre, ma la storia mi ha lasciato abbastanza freddino.

    Rohan al Louvre è considerato seinen? Davvero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà come volume unico non dovrebbe nemmeno essere inserito, ma me ne sono un po' sbattuto e l'ho messo ugualmente. Comunque sì, è Seinen. Zetman non ha nessuna cosa veramente innovativa, ma quello che racconta lo racconta bene per quel che mi riguarda, l'unico scazzo è che ha un ritmo di pubblicazione veramente lento, quando un Manga del genere dovrebbe uscire a cadenze molto più brevi per poter essere apprezzato. Aspetto con pazienza comunque di leggere la tua ultima trache, voglio vedere se ci saranno i telefonatissimi Ad Astra ed Innocent =)

      Elimina
  4. Che gran classifica, veramente! Mi complimento in particolare per Berserk, che spacca e basta, per Capitan Harlock, che è un'opera veramente spettacolare (e sul discorso degli ideali, dico che, per quanto possano essere interpretati in varie chiavi, a parere mio sono più genericamente di libertà, e non necessariamente legati a un determinato movimento politico, poi il bello è anche che si può leggere in diversi modi a seconda della propria sensiblità), e per Akira, che penso sia una pietra miliare indiscussa.

    Fai un salto su Hangouts che c'è una cosa interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. Senti una cosa James, mi avevi detto che mi avevi contattato su G+, ma dove di preciso? che non ho capito molto bene. P.S. Capitan Harlock addirittura è stato visto come un Fascista qui in Italia, pensa un po' te

      Elimina
    2. Ti ho scritto su Hangouts, ossia la chat di G+!

      Elimina
    3. Harlock è sicuramente un anarchico :)

      Moz-

      Elimina
  5. Berserk è la mia opera preferita quindi per me è in automatico al primo posto, ma ho davvero apprezzato la tua recensione. Io in realtà spero in un finale quantomeno "giusto", sapendo già che pagheranno in molti (il popolo, in primis, che in realtà lo merita)
    Araki un grandissimo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero in un finale che molto probabilmente Miura non farà più, ovvero la devastazione più totale. Un mondo in cui non si salverà più nessuno, un'inferno in terra in pratica. Ma so già che non lo farà mai, è troppo paraculo

      Elimina