Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

venerdì 19 dicembre 2014

(s)Parliamone - il perché gli Opinion Leader non servono a un ca££o

C'avete presente quando da bambini, ma proprio bambini, dovevate andare a comprare un giocattolo, o un videogioco, e c'era sempre l'amico ricchissimissimo che ce li aveva già tutti e vi smontava le aspettative dicendovi "Io c'ho tutta la collezione, tu no, GNE GNE GNE, e mi fanno schifo, GNE GNE GNE"? Quant'era insopportabile quel vostro amico ricchissimissimo? Tanto, e mai abbastanza. Tanto irritante da volerlo prendere a schiaffi in certi frangenti, e non sarebbero servite a niente quelle mazzate, tanto sarebbe tornato alla carica con altre aspettative da distruggere. Ecco, quell'amico ricchissimissimo è tornato a farsi risentire dalle mie parti da qualche anno. Ma adesso è adulto, c'ha pure la barba, e c'ha quel puzzo da critico della #FUNGIA che in certi momenti ti viene da fuggire in Guatemala e non tornare mai più nella civiltà. E oggi si fa chiamare con nuovi vocaboli, che sono pure inglesi quindi sembra più figo, ora si fa chiamare Influencer, Opinion Leader, o Trend nonmiricordocosacazzoc'erascrittodopo. E mò, la cosa bella, è che tutti vogliono diventare Opinion Leader, ma tutti tutti tutti

E CHI NON VORREBBE ASH?

E cosa c'è di sbagliato in tutto ciò? Beh, è semplice: tutta 'sta gente che vuole dare ad ogni costo la propria opinione riguardo a questo o quell'argomento, solo per raccattare consensi e mi piace, non serve a un cazzo. 
Sono solo gente che, non avendo un cazzo da fare, si masturbano davanti a uno schermo nella speranza che qualcuno porga la propria mano virtuale e cominci una catena di auto-pugnette da qui fino in Guatemala, dove ero andato a nascondermi da quell'amico ricchissimissimo. Sono critici che in realtà non sono critici, perché non espongono nient'altro che un qualcosa che è la propria opinione personale, e questo è il primo errore che un critico non dovrebbe mai fare, ovvero dare la propria opinione dei fatti. E non venitemi a sparare la puttanata che l'oggettività non esiste, perché è la stronzata del secolo con cui tutti cercano di ripararsi. Riuscire a vedere le cose in maniera oggettiva è una facoltà che la si acquisisce studiando, non buttando parole a caso su una tastiera per sentirsi fighi e dire "EHI, HO SCRITTO QUALCOSA SU INTERNET CHE HA AVUTO UN SEGUITO, SONO UN CRITICO!" E la cosa che fa paura è che purtroppo la cosa funziona, e 'sta gente apre pagine su FB che raggiungono 8000 mi piace così, perché uno spala merda su un dato autore quando in realtà scrive bene (Capisc'ammè a chi mi riferisco) poi scrive articoli su siti Internet ed è un pianto per la grammatica e la sintassi. E' questa la cosa profondamente sbagliata del ritorno di quell'amico ricchissimissimo, che in realtà ti da una versione, la SUA, poi prendi quel giocattolo e ti ci diverti un mondo, e pensi "quell'amico ricchissimissimo non capisce un cazzo" e nel frattempo ti ha distrutto le aspettative che erano cresciute in te. La verità è che Internet ci ha inguaiato più di quanto ci ha inguaiato la Nutella in questi anni, e che ormai tutti si sentono in dovere o di difendere un prodotto di merda senza riconoscerne i difetti (vedi i Giappominkia con Fairy Tail o amenità di questo genere), o di affossare un Opera semplicemente perché si ha un'idea fin troppo radicata delle proprie opinioni e perché l'Autore ci sta sul cazzo. La soluzione è di strafottersene di questi Opinion Leader del cazzo, e scegliere secondo quello che è il proprio gusto, e fanculo se vi piacciono prodotti di merda, l' importante è capire quello che si legge, ascolta o "gioca". Questa è la realtà dei fatti. E qualcuno tra di voi, Popolo della Rete, potrà dire la stessa cosa di me, ed è giusto così, perché anche io ho dato un parere personale riguardo quell'amico ricchissimissimo, ma detto sinceramente non me ne frega niente, l'importante è aver avuto la gioia di poterlo finalmente massacrare di botte per tutti i giocattoli che mi ha distrutto con le proprie opinioni di merda. Fatemi sapere cosa ne pensate voi, sarò felice di fare anche una scazzottata se necessario. A proposito, i #30GIORNI di Kingdom Hearts ripartono la settimana prossima, mi raccomando non mancate. CIAOCIAO

4 commenti:

  1. sono d'accordo con te per certi versi e per altri no.
    secondo me chiunque può dare la sua opinione riguardo qualunque cosa purchè non sia offensivo, perchè impedirgielo?
    basta che non si arroghi il diritto di essere un opinionista o qualcosa del genere, su quello sono d'accordo. ma la cosa veramente sbagliata, non è la persona che spara sentenze, ma la gente che lo segue e lo venera come zombies, è partita questa malsana mania di dover seguire a tutti i ciosti delle persone e venerarle come fossero dei solo perchè trattano dei nostri argomenti preferiti da nerd che fino a l'altro ieri erano rintuzzati e nascosti ai più, ora essere nerd nopn è più di nicchia, ma è diventato "trendy", quindi è una moda dare spago a tutti questi guru del fumetto/cinema/videogiochi, quello che ti pare, secondo me è interessante sentire la loro opionione e poi pensare con la propria testa senza strapparci il reggiseno ogni volta che aprono bocca!! sono persone come noi! riflettete gente!

    RispondiElimina
  2. Concordo appieno sul fatto che siano odiosi quelli che buttano tutto sul fatto che l'oggettività non esista, cosa assolutamente errata. Perché, ci può stare che a me piaccia più Kingdom Hearts di Zelda o viceversa, sono entrambe ottime saghe e c'è un margine dettato dal gusto personale, ma se ad esempio provi a dirmi che Final Fantasy XIII sia meglio dei giochi citati sopra, stai dicendo una cavolata e basta. Puoi dirmi che a te piace di più, e la è legittimo, c'è anche chi mangia escrementi e sono affari suoi. Se invece vuoi far passare per vera un'ipotesi, devi saperne dare le motivazioni.

    Il vero problema, parlando invece nello specifico di questi "opinion leader", è che il web è pieno di YouTuber, gestori di pagine Facebook, che costruiscono la loro autorità sui mi piace, sulla popolarità, e per questo si sentono liberi di dettare legge su cosa è bello e cosa è brutto (e non a caso sono soprattutto su facebook, dove bastano quattro parole unite a un'immagine per fare un post, o su YouTube, dove devono semplicemente parlare davanti a una telecamera: vuoi mettere quanto è più complesso scrivere un articolo corretto grammaticalmente e ben argomentato su un blog?). Inoltre, anche youtuber che io apprezzo abbastanza, diventano per legioni di persone incapaci di ragionare con la propria testa un vero e proprio punto di riferimento, per capire cosa sia bello e cosa brutto. Ora, non dico che sia sbagliato tenere in conto i loro pareri, ma come diceva un vecchio detto: "meglio essere folli con la propria testa, che saggi con quella degli altri". Ah, e vedo che l'anonimo sopra di me ha detto una cosa molto simile.

    RispondiElimina
  3. perchè i miei fottuti commenti si cancellano ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BOH, di quali commenti parli? Stanno tutti

      Elimina