Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

venerdì 19 dicembre 2014

(s)Parliamone - il perché gli Opinion Leader non servono a un ca££o

C'avete presente quando da bambini, ma proprio bambini, dovevate andare a comprare un giocattolo, o un videogioco, e c'era sempre l'amico ricchissimissimo che ce li aveva già tutti e vi smontava le aspettative dicendovi "Io c'ho tutta la collezione, tu no, GNE GNE GNE, e mi fanno schifo, GNE GNE GNE"? Quant'era insopportabile quel vostro amico ricchissimissimo? Tanto, e mai abbastanza. Tanto irritante da volerlo prendere a schiaffi in certi frangenti, e non sarebbero servite a niente quelle mazzate, tanto sarebbe tornato alla carica con altre aspettative da distruggere. Ecco, quell'amico ricchissimissimo è tornato a farsi risentire dalle mie parti da qualche anno. Ma adesso è adulto, c'ha pure la barba, e c'ha quel puzzo da critico della #FUNGIA che in certi momenti ti viene da fuggire in Guatemala e non tornare mai più nella civiltà. E oggi si fa chiamare con nuovi vocaboli, che sono pure inglesi quindi sembra più figo, ora si fa chiamare Influencer, Opinion Leader, o Trend nonmiricordocosacazzoc'erascrittodopo. E mò, la cosa bella, è che tutti vogliono diventare Opinion Leader, ma tutti tutti tutti

E CHI NON VORREBBE ASH?

E cosa c'è di sbagliato in tutto ciò? Beh, è semplice: tutta 'sta gente che vuole dare ad ogni costo la propria opinione riguardo a questo o quell'argomento, solo per raccattare consensi e mi piace, non serve a un cazzo. 
Sono solo gente che, non avendo un cazzo da fare, si masturbano davanti a uno schermo nella speranza che qualcuno porga la propria mano virtuale e cominci una catena di auto-pugnette da qui fino in Guatemala, dove ero andato a nascondermi da quell'amico ricchissimissimo. Sono critici che in realtà non sono critici, perché non espongono nient'altro che un qualcosa che è la propria opinione personale, e questo è il primo errore che un critico non dovrebbe mai fare, ovvero dare la propria opinione dei fatti. E non venitemi a sparare la puttanata che l'oggettività non esiste, perché è la stronzata del secolo con cui tutti cercano di ripararsi. Riuscire a vedere le cose in maniera oggettiva è una facoltà che la si acquisisce studiando, non buttando parole a caso su una tastiera per sentirsi fighi e dire "EHI, HO SCRITTO QUALCOSA SU INTERNET CHE HA AVUTO UN SEGUITO, SONO UN CRITICO!" E la cosa che fa paura è che purtroppo la cosa funziona, e 'sta gente apre pagine su FB che raggiungono 8000 mi piace così, perché uno spala merda su un dato autore quando in realtà scrive bene (Capisc'ammè a chi mi riferisco) poi scrive articoli su siti Internet ed è un pianto per la grammatica e la sintassi. E' questa la cosa profondamente sbagliata del ritorno di quell'amico ricchissimissimo, che in realtà ti da una versione, la SUA, poi prendi quel giocattolo e ti ci diverti un mondo, e pensi "quell'amico ricchissimissimo non capisce un cazzo" e nel frattempo ti ha distrutto le aspettative che erano cresciute in te. La verità è che Internet ci ha inguaiato più di quanto ci ha inguaiato la Nutella in questi anni, e che ormai tutti si sentono in dovere o di difendere un prodotto di merda senza riconoscerne i difetti (vedi i Giappominkia con Fairy Tail o amenità di questo genere), o di affossare un Opera semplicemente perché si ha un'idea fin troppo radicata delle proprie opinioni e perché l'Autore ci sta sul cazzo. La soluzione è di strafottersene di questi Opinion Leader del cazzo, e scegliere secondo quello che è il proprio gusto, e fanculo se vi piacciono prodotti di merda, l' importante è capire quello che si legge, ascolta o "gioca". Questa è la realtà dei fatti. E qualcuno tra di voi, Popolo della Rete, potrà dire la stessa cosa di me, ed è giusto così, perché anche io ho dato un parere personale riguardo quell'amico ricchissimissimo, ma detto sinceramente non me ne frega niente, l'importante è aver avuto la gioia di poterlo finalmente massacrare di botte per tutti i giocattoli che mi ha distrutto con le proprie opinioni di merda. Fatemi sapere cosa ne pensate voi, sarò felice di fare anche una scazzottata se necessario. A proposito, i #30GIORNI di Kingdom Hearts ripartono la settimana prossima, mi raccomando non mancate. CIAOCIAO

domenica 14 dicembre 2014

Consigli - Cannonball Adderley, Somethin' Else

Benritrovati Popolo della Rete al Bizzarro Blog di Gianfro. Oggi inauguro (in realtà lo avevo già fatto con il Post per far incazzare +Matioski, incazzamento che però non è avvenuto, mannaggia. Eppure io l'ho fatto veramente per raccattare views facili col suo nome, BOH) la rubrica CONSIGLI, in cui vi darò un sacco di dritte su cosa ascoltare in ambito Musicale. Qualche settimana fa si discuteva col mio amico +Federico Locatelli su di alcuni dei più importanti Jazzisti della Storia, e siccome mangio pane e Jazz da mattina a sera, oggi vi consiglio uno dei più grandi lavori che siano mai stati fatti in questo genere, Somethin' Else di Cannonball Adderley.


Uno dei miei Album preferiti in assoluto di questo grande movimento Musicale, Somethin' Else presenta un cast assolutamente stellare: Miles Davis alla Tromba, Art Blakey alla Batteria, Hank Jones al Piano e Sam Jones al Contrabbasso, per quello che è una delle pietre miliari che ha ispirato miliardi di altri Artisti nel mondo. Un Album dalle sonorità incredibili, dal gusto tremendamente elegante, allontanatosi completamente da sonorità arrabbiate quali quelle del Bebop, per regalarci un'emozione, un senso di nostalgia, un sentimento di tristezza e di "Blues" quasi inebriante. La migliore, delle sei tracce che compongono il Disco, non esiste, ma posso affermare con assoluta certezza che la mia preferita in assoluto è la prima, la meravigliosa re-interpretazione che Cannonball e Miles ci donano di Autumn Leaves. Un'incredibile e meravigliosa prova d'Autore per tutti gli artisti che vi hanno partecipato. Da recuperare assolutamente per poter avere un minimo di conoscenza in questo genere. Siamo sotto Natale, quindi fateci un pensierino.


Bene, Popolo della Rete, fatemi sapere se lo prenderete, se lo avete già e lo adorate, se vi fa schifo, insomma discutiamone, e mi raccomando spammate il Post OVUNQUE, creiamo una discussione costruttiva. Noi ci vediamo al prossimo articolo. CIAOCIAO and Keep Swingin'!

giovedì 11 dicembre 2014

FRANCESCO SOLE, LA VENDETTA - #SELVAGGIANONMENTIRE

Salve Popolo della Rete. Prima di cominciare è d'obbligo porgervi le mie scuse per essere sparito dal Blog per tutto questo tempo,  am il mio PC era andato distrutto in mille pezzi, quindi era un pochino complicato scrivere per il Blog se non avevo il mezzo per farlo. I #30GIORNI di Kingdom Hearts ritorneranno da questa pausa forzata il prima possibile, ve lo prometto, e insieme a lui tanti altri post messi in cantiere per tutto questo tempo. Ora invece cominciamo per davvero, con questa foto.


Per quelli che non lo conoscono lui è Claudio Di Biagio, noto Youtuber Italiano conosciuto con il Nick "nonapritequestotubo", Regista di Vittima degli Eventi (Il Mediometraggio su Dylan Dog meglio di Dylan Dog Americano) e Andarevia (quest'ultimo prodotto dalla RAI), in pratica il primo stronzo ecco. Quello che accomuna me, voi, e Claudio Di Biagio, è che nella nostra carriera professionale ci siamo sempre spaccati il culo, ma tanto, per ottenere veramente poco, e che continuiamo a buttare tonnellate di sudore e sangue per poter tirare a campare con quello che ci piace fare e ci appassiona. Claudio sta in fissa col Cinema, io amo la Musica, tutti e due siamo artisti che cercano di creare qualcosa che possa piacere alla gente e che soprattutto ci gratifichi nel costruirlo, mettendoci passione e cuore, il nostro cuore. Siamo creatori di qualcosa, di contenuti, soggetti a critiche e al giudizio della massa, come è giusto che sia del resto, e non ci lamentiamo se qualcosa va male, ma a testa alta incassiamo le critiche e andiamo avanti cercando di migliorarci. Adesso ecco un'altra foto.


Lui è Francesco Sole, un prodotto creato e confezionato da Francesco Facchinetti e mandato avanti attraverso una campagna di Marketing gigantesca in tutta Italia, attuata dalle altre note Web Stars sotto la Scuderia di Facchinetti, tra cui Selvaggia Lucarelli, Frank Matano, Willwoosh, e chi più ne ha più ne metta. Il prodotto ruba a mani basse dal noto Youtuber Francese Kyan Khojandi, copia le frasi da Bukowski, dalle Twitter Stars e dai Baci Perugina, scrivendole principalmente su Post-It attaccati un po' di qua e un po' di là. E soprattutto è atto principalmente a riportare un sacco di entrate nelle tasche di Facchinetti e della emittente Televisiva (Mediaset) con cui il figlio del leggendario tastierista dei Pooh collabora.  In poco tempo il progetto raggiunge Milioni di views, un qualcosa come 300.000 iscritti sul suo canale e un Milione di Fans su Facebook in un solo anno di attività (ROBA ASSURDA QUI SU YOUTUBE ITALIA), partecipazione agli spot di Mediaset Premium, raccomandazioni selvagge (AHAHAH, che bella battuta) di Maria De Filippi, e la conduzione di Tu Sì Que Vales, l'Italia's Got Talent pezzotto, e soprattutto la pubblicazione di un libro sotto etichetta Mondadori (anche qui, mica la prima stronza che passa). Il volto di questo prodotto creato a tavolino lo presta Gabriele Dotti, ed è l'unica cosa che mette di suo nei suoi Video, dato che è risaputo che c'è un'intera troupe ad assisterlo nelle riprese, nel montaggio e quant'altro. Lui non fa altro che prestare la sua presenza fisica, perché Francesco Sole potrebbe essere chiunque, è un semplice pupazzo fatto per essere venduto al maggior acquirente per un guadagno impressionante. 


La cosa fa schifo non per il successo (giustificato dal quoziente intellettivo bassissimo delle followers che lo idolatrano) che ha avuto, quanto per le recenti affermazioni di Selvaggia Lucarelli, di Facchinetti, e di tanta altra gente attorno a lui che cerca di far passare un prodotto di Marketing per un fenomeno spontaneo. E, rubo spudoratamente le parole di Claudio, "CE SIAMO ROTTI IL CAZZO". Completamente. Non potete avere la pretesa e la sfacciataggine di voler imporre sul Web un progetto vuoto e insulso, e soprattutto di spacciarlo per un fenomeno sano, pulito e meritevole di appoggi e consensi, non potete, è assolutamente Anti-Etico, non da messaggi positivi, Francesco Sole grida in maniera chiarissima "VENDETEVI! SE VOLETE AVERE SUCCESSO VENDETEVI!!! E SOPRATTUTTO NON DATE CONTENUTI! SIATE VUOTI!!!" vi rendete conto che quello che abbiamo negato in TV, la vuotezza di contenuti, (come per esempio nei programmi di Barbara D'Urso, che guarda caso, HA SCRITTO PURE LEI UN LIBRO PER MONDADORI), si sta ripresentando su Youtube e sul Web, e sta avendo un'Eco spaventosa? Fermiamola vi prego, perché se è così sul Web, figuratevi quando il tutto si trasferirà su un'altra sfera, magari quella Politica (come se episodi come Francesco Sole in Politica non ce ne sono mai stati. Qualcuno ha detto Mara Carfagna? No la Carfagna no, potrebbe querelarmi per sessismo. Matteo Renzi? Silvio Berlusconi?). 
La verità però è che nonostante tutto Francesco Sole ce lo siamo meritato. Eccome. Anni e anni passati a dire "Ma che ce frega della Cultura", "'A ridateci 'a Gioconda (quando la Gioconda è stata regalata da Leonardo stesso ai Francesi, ma EHI, il cielo è azzurro sopra Berlino)", "e Datemi Fiorello e Panariello alla TV" ci hanno un tantino inguaiato, e programmi privi di contenuti come Uomini e Donne, C'è posta per te, i più recenti ma non per questo meno criticabili Detto Fatto e Le amiche del Sabato, La Vita in Diretta e chi più ne ha più ne metta (sono un cazzo di poeta) non hanno di certo aiutato la già critica situazione dell'uomo/donna medio/a Italico/a. E la cosa ormai è irrecuperabile. Ma Youtube Italia e il Web no. Il Web ha una coscienza, che si attiva solo quando cercano di incularlo, questo è vero, che se la prende se qualcuno li cita nel titolo di un video (Chi ha detto Matioski?!), che è staccata in Ka$te Massoniche e BLA BLA BLA, ma ce l'ha, e non sopporta questa situazione. 

In soldoni, sosteniamo tutti insieme i creatori di contenuti, partecipiamo attivamente alla presa di posizione con l'Hastag #SELVAGGIANONMENTIRE messo in atto da Dellimellow, spammate 'sto post fino in Indonesia, perché noi ci siamo letteralmente scassati i coglioni di vedere roba come Francesco Sole. PUNTO. Concludo dicendovi che io sono sempre stato in prima linea contro Francesco Sole, perché è tutto quello che io aberro nel campo professionale, e che non sopporta assolutamente questi episodi. Sperando sia veramente l'ultima volta che parlo di questo argomento, vi saluto al prossimo articolo Popolo della Rete.