Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

domenica 31 agosto 2014

Tiriamo le somme-Maken-Ki!

Ok Popolo della Rete, si ritorna, dopo un Anno dalla Recensione (la trovate QUI) a parlare di Maken-Ki!, il Manga scritto e disegnato da Hiromitsu Takeda.


A proposito, le tette sono
Aumentate nel frattempo


Perché tornare a parlare di un Manga che non mi aveva entusiasmato per niente? Semplice, perché, a differenza di quel che mi aspettavo, Maken-Ki! si sta rivelando una lettura sì facilona, sì piena di Tette e Culi, ma inaspettatamente divertente. E' un Manga di merda, e quello, cascasse il Mondo, non cambia, però è una bella merda, e non so nemmeno come riuscire a spiegarvelo, è talmente tanto pieno di ormoni, di incoerenza, di stronzate tipiche del popolo più Sessualmente represso al Mondo che incredibilmente intrattiene. Avevo detto che Maken-Ki! peccava nella sceneggiatura troppo striminzita e priva di originalità, beh, continua ad essere così, però stanno entrando in corsa talmente tante situazioni una dietro all'altra che il ritmo, incredibile ma vero (Ovviamente se letto su Tankobon, in Capitoli singoli sembra una rottura di coglioni allucinante), non cala mai, anche se sono cose lette e stralette è sempre uno spasso vedere dove il buon vecchio Takeda andrà a parare. Poi, devo dire, che le situazioni Ecchi ci sono e sono abbondanti, ma non vanno mai a invadere troppo  le altre situazioni...
... Ho parlato troppo presto
In ogni caso, la situazione sta cominciando a farsi davvero interessante per il nostro Takeru, inutile pervertito protagonista di quest'Opera. Per chi non ha seguito le vicende di questo gigantesco Troiaio, posso dirvi che ha avuto a che fare con Divinità, Cloni, Cinesine dall'adattamento tremendamente Razzista (La Planet traduceva i discorsi  di Yan Min, la Cinesina appunto, SCLIVENDOLI IN QUESTA MANIELA, LENDIAMOCI CONTO), un combattimento contro Akuma di Street Fighter, Demoni Immortali col Segno Maledetto di Orochimaru e tante altre care cose hanno fatto crescere non solo dal punto di vista fisico, ma anche psicologico il nostro strampalato e pervertito protagonista. Piacevolmente colpito dai Personaggi e dalla Trama quindi.

RITORNA IL CLASSICO
TROVA LE DIFFERENZE


COOOMUNQUE! Tornando all'Opera il disegno è sempre lo stesso, molto carino, burroso, dinamico nelle scene d'Azione, e ha saputo fare il suo Sporchissimo lavoro in maniera egregia...

...ECCOME SE LO FA! (PERVERSIONE TIME)

CONSIDERAZIONI FINALI
E allora, Popolo della Rete, cosa dire di più di questo Manga? Assolutamente nulla, Maken-Ki! in quest'anno di lettura non si è discostato minimamente da quelli che erano i suoi punti fondamentali, ovvero far vedere tante, TANTE POPPE in situazioni più o meno esplicite, accompagnate da scene di Romance, di Commedia fatta soprattutto di Equivoci e Schifezze che piacciono tanto ai Giapponesi, e di Combattimenti cazzoni, ma pur sempre divertenti da leggere e da vedere. I difetti che aveva continua tutt'ora ad averli, ma se si va col Pilota Automatico si riesce anche a ridere di quei difetti, anzi, sono i momenti più divertenti da leggere per quel che mi riguarda. Ergo è un Manga che vive dei suoi errori, e non sono molte le Opere che riescono a intrattenerti per gli sbagli che hanno al loro interno. Quindi, in definitiva, è un classico titolo It's So Bad It's So Good per quel che mi riguarda, e finché non mi verrà a noia, continuerò con piacere a seguirlo. 


Rivalutazione Opera:

Storia: Da 2 a 3
Dialoghi: Da 2 a 2,5
Disegni: Da 3 a 3
Edizione: Da 1 a 1,5

Conclusione: Parzialmente Rivalutato

Bene, Popolo della Rete, questo era il primo Tiriamo le somme, la Rubrica dove verrà ri-esaminato ed evantualmente ri-valutato un Manga, un Disco o qualsivoglia altra cazzata abbia preso in esame sul Blog. Se volete dire la vostra su questo Manga, se siete d'accordo con me, se non siete d'accordo, e volete discuterne, scrivetemelo qua sotto nei commenti, sarò felice di fare una chicchierata (O un Flame, dipende dai toni usati) con voi. Io vi ringrazio per aver letto, e ci rivediamo a un prossimo Articolo. CIAOCIAO




2 commenti:

  1. Credo di essere tipo l'unico in tutta Italia che fin dalla prima uscita aveva capito di avere tra le mani un opera ottima (nel suo genere) e che il tempo mi avrebbe dato ragione. Sono felice di vedere che ci ho preso dopo aver letto questa tua rivalutazione (mi sono messo a leggere il tuo vecchio articolo e mi sono reso conto di quanto grossa sia stata la rivalutazione stessa). Se ti piacciono gli ecchi "So bad it's so good" come Maken-ki te ne posso consigliare uno che ho scoperto di recente. Manyu Hikencho, completo in 7 volumi della JPOP. Il mondo di questo manga è basato sulle tette: dalla politica, ai combattimenti, fino all'economia e qualunque altra cosa che ti possa venire in mente gira tutto sempre intorno alle tette. Come da tradizione JPOP costicchia un po' ma ti consiglio di darci un occhiata per vedere se ti può piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento. In effetti Maken-Ki! si sta dimostrando una lettura veramente divertente, come ho scritto appunto nell'Articolo, e mai mi sarei aspettato una rivalutazione del genere da parte mia, che ho sempre mal sopportato il Fanservice in tutte le sue forme (Non solo Tette e culi per intenderci). Ti ringrazio per il suggerimento riguardo Manyu Hikencho, vedrò con piacere se leggerlo o meno. =)

      Elimina