Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

venerdì 31 gennaio 2014

Pensieri Liberi, Per i forti di cuore e quelli che non si annoiano

Oggi mi sono arenato in un mare di Pensieri, Popolo della Rete. Avete mai provato a mettere per iscritto tutto quello che vi frullava per la testa e vedere cosa ne usciva fuori? Io no. Non so come mai ma ho sempre avuto paura di voler esporre fino in fondo tutte le cose che attanagliano la mia mente durante la giornata, soprattutto quando andavo a scuola. La scuola la ricorderò sempre come una di quelle strutture che ti dovrebbero rendere più libero ma che invece ti ingabbiano il cervello a dei concetti dettati da altre persone, che come te hanno delle idee precise su come va il Mondo e molte volte hanno paura ad esporlo o semplicemente non vogliono sentire critiche dall'altra parte. A Scuola non si doveva parlare di Politica, poteva deviare il pensiero di quelle giovani menti che incanalavano concetti senza battere ciglio, una cosa giustissima, ma non qui in Italia: l'Italia è quel che si suol dire "Quella che vuole sempre salire sul Carro del Vincitore anche quando perde" e Storicamente lo abbiamo dimostrato in tantissimi momenti. In un paese come l'Italia dove i Politici mangiano ancora con i nostri  soldi, (e, ci tengo a precisarlo, non faccio distinzione alcuna, sono tutte persone di Merda) in cui i soldi che dovrebbero servire a far ripartire l'economia finiscono nello stipendio di qualche Calciatore, in cui le Tasse che paghiamo finiscono a Cortina, patria di Evasori Fiscali, sarebbe giusto parlare di Politica. Politica vera, non Politica di parole vuote, di discorsi costruiti con le frasi di Pasolini lanciate dentro una marea di ignoranti (non per colpa loro) che, abbagliati da quella facciata di Magniloquenza e Demagogia, pensano di riporre le proprie speranze nella persona giusta (Chissà a chi mi riferisco). Queste bestie, che ci hanno risucchiato completamente come sanguisughe e ci hanno stremato come Muli da Soma, meriterebbero tutti quanti l'Esilio in Siberia, a spalare la Neve per il resto dei loro giorni, e sarebbe ancora poco. Ci hanno ridotto in uno stato dal quale, siamo realisti per una volta, non riusciremo più a risollevarci, se non per un qualche Miracolo Divino. Vedere gente che come la Santanché, si quella Puttana riempita di Botox che succhia il cazzo di Berlusconi, come quello stronzo Nano di merda (Chiedo scusa a quelli affetti da Nanismo che se la sono presa per quest'insulto) di Brunetta che ci da dei Bamboccioni e dei Rammolliti, gente come quell'analfabeta e pesce lesso di Gasparri che ancora continua a vociare senza arte né parte mi da il volta stomaco. Non faccio la lista di tutti quelli che mi stanno sul cazzo nel campo Politico perché se no siamo freschi. Ecco, dire queste cose a Scuola, far vedere che "Brave Persone" abbiamo insidiate come Parassiti, perché questo sono Parassiti, al Governo sicuramente farebbe meglio che lasciarli rincoglionirsi davanti a un Tablet o davanti alla TV, caso strano comandata da una Parte dallo Stronzo più duro che l'Italia sia riuscita a cagare, e dall'altra da una massa di Imbecilli che spreca Miliardi di Euro dei Contribuenti per presentarci programmi di merda. Prendiamo un programma a caso della Rai, Detto Fatto: Se già ti stanno sul cazzo i Tutorial di Trucco e Parrucco, di Fashion Design e odi come non mai l'imbecillità e la frivolezza di certe donne, pensa quanto ti girerebbero i coglioni se scoprissi che questo programma lo hai anche PAGATO. E ci tengo a sottolinearlo PAGATO! Quando avrò una Casa mia non pagherò mai il canone Rai, queste persone, che buttano al Macero i miei soldi per stronzate Apocalittiche come Verdetto Finale, Affari Tuoi o Un Posto al Sole, le voglio vedere per strada a fare la Fame. Ma in fondo di cosa mi posso lamentare, in fondo quanto me ne importa di questa società, che riesce a dire solo BLA BLA BLA? A me basta una strada da poter percorrere, magari uno di quei bellissimi Lungo Mare che non finiscono mai, tipo quello di Taranto. Il Lungo Mare di Taranto l'avrò percorso un milione di volte e non mi stancherò mai di quella vista così bella, di quel Mare così limpido, di quel Sole cocente anche d' Inverno. Taranto ha mille facce, e io posso dire che nonostante gli anni che passano questa città mi sorprende sempre con qualcosa di nuovo. Magari un'angolo che hai attraversato per giorni e giorni, percorso al contrario ti da una nuova sensazione che non avevi mai avvertito, e ti senti impaurito e allo stesso tempo ammaliato da come quell'angolo, quell'angolo che pensavi di conoscere più delle tue tasche, nascondesse qualcosa di così magico. Tutte le Grandi Città sono così in fondo, sta a noi scoprire quanti segreti nascondono. A volte ci metti un'intera vita per scovarli tutti, a volte non basta nemmeno quella. Per questo amo camminare, per vedere qualcosa di nuovo, per poter osservare con occhio distaccato la gente che passa, indaffarata nelle proprie faccende. La folla, quella tra le strade e nelle piazze, non ha identità, è una massa mutevole e incostante, un qualcosa che mi ha sempre affascinato, non so perché, forse perché nella folla posso trovare frammenti di vita altrui senza dover conoscere nel profondo le persone che ne fanno parte. Se è vero che la folla non mi spaventa più di tanto, è altrettanto vero che le persone mi spaventano: Cerco sempre di stare lontano da tutti, non riesco a intavolare più di tre o quattro relazioni Umane. E' un mio problema, sono un pazzo asociale in fondo, ma ho sempre avuto l'impressione che le persone nella loro singolarità possano fare più danno di qualunque altro fenomeno naturale. In una relazione con altre persone si arriva a un livello di intimità che, se malauguratamente dovesse rompersi, costituirebbe la rovina di una delle due parti coinvolte. E purtroppo, in tutte le relazioni che ho avuto, e quasi nessuna di queste è stata Amorosa, io ne ho subito le conseguenze più pesanti. Forse è questo che voglio veramente, io voglio farmi del Male, sentirmi uno schifo giorno dopo giorno... Sì, forse è questo quello che voglio, rovinarmi con le mie stesse mani. E' un pensiero Masochista che risiede in ognuno di noi, il desiderio di portarsi alla Rovina. Mamma mia però, che depressione che sta scendendo qui. Possibile che non ci sia niente per cui valga la pena vivere? Beh, qualcosa c'è, ma io, forse per Destino o forse per Stupidità, non lo ancora trovata. Anzi, diciamo pure che l'ho trovata, ma non posso ottenerla, perché è già di un'altro. Ah, l' Amore. La maggiore causa dei nostri problemi, eppure la sola cosa che ci faccia muovere il cuore in fondo. Ho amato tantissime ragazze, una più bella dell'altra, e per bellezza non intendo solo l'aspetto fisico, che fa sempre la differenza, ma che se non c'è non per forza deve essere un male. Comunque, stavo parlando delle ragazze che ho amato nella mia vita: La prima era una mia compagna delle Elementari, me la ricordo ancora: Capelli neri, nerissimi, come la Notte, e due occhi così limpidi e così verdi che parevano pietre preziose. Non le dissi mai che volevo stare con lei, ero sempre stato un timido e un pavido. Chissà come sta adesso... Beh, passiamo all'altra: Prima Media. Ormoni a mille, un desiderio incontrollabile e irrefrenabile, i primi peli sul viso, e anche in altri posti che non vi sto a raccontare. In Prima Media conobbi un sacco di ragazze che non mi si avvicinavano nemmeno di striscio, e poi, conobbi la mia più Grande Amante, colei che ha saputo allietare le mie giornate: La Musica. Con la Musica potevo sognare di essere ovunque, di diventare uno di quei ragazzi che si dichiarano in maniera Sdolcinata e Melensa alla propria Bionda o Rossa di turno, e nella Musica potevo essere felice, passare una Vita intera insieme a quelle Muse che la mia mente aveva partorito senza nemmeno doverle conoscere nella vita vera. Inutile dire però che, finita la Musica, si doveva tornare alla dura realtà, fatta di: Hai l'Erre moscia, non ci voglio stare con te. I tuoi capelli fanno schifo, non ti fai nemmeno la cresta. Ma come ti vesti, sembri un manichino... Finite le Medie, il Baratro completo: Il Liceo. Tutte le bimbette che alle Medie idolatravano Zack Efron ora fanno le Alternative idolatrando Jim Morrison. Ora tutte a fumare, per farsi più adulte, ora tutte ad avere la fissa per quelli più Grandi, che diciamocela, ce l'avevano pure alle Medie. Conobbi una ragazza al Liceo, Bellissima, pareva quasi una Dea, fu una delle prime a rivolgermi la parola quando mi trasferii da una Classe all'altra, e fu bellissimo: Finalmente qualcuno era interessato a quello che facevo senza trovarci un secondo fine. Diventammo amici, le volevo bene, molto bene, e purtroppo, a furia di stare sempre con lei, e a furia di confidarmi sempre con lei, finii con l'innamorarmene. Grandissimo errore. Non sarebbe mai potuta finire bene, io sono un disadattato in fondo, l'avrei portata nel baratro insieme a me, l'avrei distrutta completamente, e così, feci la cosa che mi sembrava più giusta fare: mi allontanai. Cominciai a fare lo scorbutico, ad essere arrogante, a fare il rompipalle della situazione, e soprattutto ad essere vago riguardo molte cose. Inutile dire che in queste situazioni me la cavavo decisamente bene, e così lei si allontanò da me... Fino a quando scoprii una cosa che mi frantumò completamente: era tutto un gioco per lei, non gliene fregava un piffero di quello che facevo, di quello che pensavo, Niente. E allora cominciai ad odiarla, a vomitare insulti e maledizioni una peggiore di quella precedente, e finimmo col non parlarci mai più. Da quell'episodio non mi sono mai più ripreso, non ci fu più niente che mi spingeva ad andare avanti, tutte le bugie le bugie che avevo detto per allontanarla, tutte le finte ragazze che dicevo di aver incontrato per riuscire a far colpo, mi avevano reso un guscio vuoto... Fortuna che ho sempre avuto amici che mi stavano vicino nel momento del bisogno. Grazie a loro, ho sempre scansato l'annichilimento totale, e non smetterò mai di ringraziarli. Questo dovrebbe essere un lieto fine a questo racconto, e forse lo è: Non importa in che situazione siamo, non importa se tutto il Mondo va allo scatafascio, finché hai una Strada da percorrere, finché hai una Canzone che ti faccia innamorare, finché hai amici sinceri, nulla potrà mai andare veramente Male. Ah, e cosa più importante, I DAFT PUNK HANNO VINTO 5 GRAMMY!!!QUESTO E' UN MOTIVO PIU' CHE VALIDO PER ESSERE FELICI

mercoledì 22 gennaio 2014

Monografie Musicali - Dream Theater (Parte 2/3)


- Metropolis Pt. 2: Scenes From a Memory
Ci troviamo in fine al Capolavoro dei Dream Theater, o Popolo della Rete. Gli elementi messi in tavola sono tutti di primo ordine, una produzione fatta da Portnoy e Petrucci, Ruddess alle tastiere, un Album strutturato come un Concept Album, proprio come i Pink Floyd o i Genesis... Insomma c'erano tutti i presupposti per un grandissimo Disco. E così fu: Metropolis Pt.2 Scenes From a Memory è stato e rimane uno dei più grandi successi di critica e di pubblico per la Band New Yorkese sotto tutti i punti di vista. A cominciare dalla storia raccontata nell'Album, una storia toccante, magica per molti versi e dannatamente tragica, con un intreccio tra passato e futuro incredibile. Non vi dirò di cosa parla Scenes From a Memory, vi rovinerei metà Album, ma vi posso assicurare che probabilmente una storia così poteva dare le carte perfino ai Pink Floyd (probabilmente l'unico episodio di Concept Album che abbia superato per qualità lo "Strapotere" di The Wall). Per non parlare poi delle canzoni, una più meravigliosa dell'altra, a cominciare dalla mitica Ouverture 1928 per passare all'incredibile The Dance of Eternity, uno dei migliori pezzi mai scritti dalla Band, un concentrato di cambi di ritmica, tempi, e addirittura GENERI. E le Ballad? Ne vogliamo parlare? Una più bella dell'altra, One Last Time, Through Her Eyes, The Spirit Carries On, centrano perfettamente il bersaglio, e ci regalano struggenti melodie che ci riscaldano il cuore. Molte volte mi sono state mosse critiche sul fatto che i Dream Theater non sappiano trasmettere emozioni, che sono tutta tecnica e niente cuore. Si sbagliano. Chi si ferma solo alla tecnica di questa incredibile Band si perde gli altri 3/4 di pura energia e passione che riescono a trasmettere nei loro lavori (Almeno per ora). E Scenes From a Memory è il concentrato portato al massimo di tutte le qualità di queso impressionante gruppo: Tecnica, Cuore, Passione. Consiglio vivamente a tutti di prendere Scenes From a Memory, è secondo me una delle Gemme dell'Heavy Metal e del Prog, e non averlo significa non apprezzare la buona musica per quel che mi riguarda.



- Six Degrees of Inner Turbulence
Altro Album, altra perla da avere assolutamente per poter apprezzare le qualità dei Dream Theater. Conclusosi in maniera assolutamente grandiosa il successo di Scenes From a Memory, il buon quintetto di New York mette in cantiere un altro grande Album, che questa volta ci porta in due viaggi differenti: Il primo è un viaggio nel Mondo del "Nu" Metal, quello che era nato negli anni 2000, quello dei Limp Bizkit, dei KoRn e degli Incubus, il secondo, è un viaggio indescrivibile attraverso un suono che ormai non si sente molto più in giro, quello del Primo Porgressive dei Journey, dei Rush, ovvero delle Band che hanno ispirato da sempre la Band. E' incredibile come tutti i Pezzi che vanno a comporre Six Deegres mi piacciano tutti, ma ce ne sono due in particolare che sono entrate di prepotenza nel mio cuore: Goodnight Kiss e Solitary Shell. Queste due canzoni sono probabilmente le migliori che i Dream Theater abbiano mai composto: semplici, toccanti, che arrivano dritte al cuore. Assolutamente il Secondo Miglior Album della Band New Yorkese.


-Train of Thought
Adesso dovrei parlarvi di Train of Thought, già, Dovrei, ma non lo farò. Perché questo è uno degli Album peggiori che i Dream Theater abbiano mai fatto: Poche Idee, Roba Riciclata dai vecchi Album, troppe "Citazioni" ad altre Band, insomma almeno per me è un'Album che non piace. Le uniche due Canzoni, anzi Tre, che salvo sono As I Am, Endless Sacrifice, che sarebbe stata perfetta se non avessero allungato TREMENDAMENTE il Brodo con quell'Assolo Inutile, e Vacant, che è molto Malinconica come Ballad. Tutto il resto può essere catalogato come "Metal molto Tecnico e Banale". E da questo momento in poi Jordan Ruddess sarà affetto dalla Sindrome della Seconda Chitarra, sappiatelo


-Octavarium
Come definire Octavarium? E' una domanda molto difficile, non c'è alcun dubbio, tuttavia voglio fare un tentativo: Octavarium è un'inciampo, anzi, un Mezzo Inciampo. Alcune Canzoni sono Carine, altre proprio no, e sappiamo tutti a chi mi sto riferendo (Per chi non lo sapesse mi sto riferendo a Root of All Evil, Panic Attack, che è una canzone dei Muse, e Never Enough, che è ancora più Muse di Panic Attack) altre invece sono Bellissime, ma non raggiungono mai la Perfezione sia Melodica che Tecnica, tranne ovviamente una, la Gigantesca Suite che da il nome al'Ottavo Album dei Dream Theater. Octavarium è Monumentale, Maestosa, è un Viaggio nel Tempo del Progressive dalla sua nascita fino ai giorni nostri. E' incredibile come nel tempo, nonostante Album via via sempre più Banali, i Dream riescano sempre a schiaffarci una o due canzoni che ti facciano salvare in Toto tutto il Disco. E' questo il caso di Octavarium, che insieme a I Walk Beside You, The Answers Lies Within e a Sacrifice Sons riesce a salvare un Album che, se fosse stato composto da canzoni come Panic Attack, sarebbe diventato uno dei loro Flop più Famosi



Bene, Popolo della Rete, la seconda parte della Monografia Musicale dei Dream Theater è finalmente conclusa, ora dovrete aspettare un Nuovo Ciclo Astrale per poter leggere anche la parte Finale. Trovate la (Pseudo) Recensione del loro ultimo Album QUI, mentre la prima parte della Monografia la trovate QUI. Io vi ringrazio per avermi seguito e ci vediamo alla prossima. CIAOCIAO

... E altri 5 per non leggere Fairy Tail

... Purtroppo però questi 5 punti, seppur validi, sono incredibilmente deboli di fronte ai Milioni di difetti che invece ha. La gente dovrebbe capire però che nel 2014 tutti possono avere, anzi, tutti devono avere un pensiero proprio riguardo un determinato argomento, e il più delle volte se la massa rema in un verso e a noi non piace, dobbiamo remare nel verso opposto, non bisogna mai confarsi pedissequamente a ciò che pensa la moltitudine, i grandi personaggi avevano un loro pensiero che andava ben oltre il pubblico. E tutto questo discorso serve per farvi capire una cosa fondamentale che ha detto anche +yotobi, Pensate con la vostra Testa, fatevi un'idea vostra di tutto, provate tutto, non sia mai che in una cosa che tenevate a distanza possiate trovare qualcosa di meraviglioso a livello personale. E dicendo questo non sto dicendo che Fairy Tail è un buon Manga (Mi spiace per +LogicamenteJim ma è la dura verità), anzi, io sono il primo a dire che è fatto male, ma riconosco il fatto che mi diverta, che mi fa rilassare e che non mi da grandi aspettative che poi verrano infrante, ed è per questo che condivido il pensiero che Fairy Tail fa schifo, ma permettetemi di dire anche che nonostante faccia schifo a me piace leggerlo. Io spero che +Adam Liviero legga questo Post e anche quello precedente (che, per chi se lo fosse perso, può trovare QUI) e che capisca che nonostante io non sia d'accordo con lui riguardo molti punti inerenti a Fairy Tail condivido il fatto che alla fine ognuno è libero di leggere il cazzo che vuole, e che leggere schifezze non significa non saper apprezzare le Opere dei Grandi Maestri, anzi, come dice il Buon Frusciante, bisogna sempre vedere la Merda per capire come è fattto un prodotto bello. Detto questo discorso che spero sia arrivato a qualcuno di voi, iniziamo la Classifica dei 5 Motivi per cui Fairy Tail non va assolutamente Letto:

1-FAIRY TAIL NON HA TRAMA

La più grave mancanza di Mashima, non aver dato un Filo Narrativo che muovesse il Mondo abitato da Natsu e compagni. Questa cosa potrebbe starci per due saghe, massimo tre, ma non puoi creare un Manga che abbia 14 Milioni di Saghe che si muovono nel Tempo senza un Filo Logico. Sembrano attaccate tutte con il nastro, e non brillano nemmeno per originalità: L'Esame di promozione a Maghi di Rango S (Esame per diventare Hunter, Esame di Selezione dei Chunin...) Il Gran Palio della Magia (Il dannatissimo Torneo di Arti Marziali, lo Shaman Fight), l'unica Saga che mi sento di salvare e che mi ha intrigato non poco è stata quella di Edras, peccato per il Finale, ma nonostante tutto era piuttosto carina, ma il resto... Il Vuoto Cosmico.

2-FAIRY TAIL HA TROPPO FANSERVICE

Per un Manga che dovrebbe essere uno Shonen, e sottolineo Shonen, tutta questa dose eccessiva e persistente di Fanservice nuoce gravemente. E' comprensibile in un Ecchi come Maken-Ki! che fa delle situazioni "Piccanti" il suo punto di Forza, ma qui servono solo ed esclusivamente a coprire un livello dannatamente basso di Sceneggiatura e una gigantesca mancanza di Idee. Peccato.

3-MASHIMA COPIA ODA...

... E purtroppo non solo Oda, tantissimi Desgin di tantissimi Personaggi presenti in Fairy Tail sono una scopiazzatura più o meno palese di parecchi altri personaggi di altri Manga, come possono esserlo One Piece, o Naruto o HunterXHunter. Un'altro grave problema è che Mashima copia perfino se stesso, mettendo dei personaggi che erano presenti nel suo precedente lavoro, Rave The Groove Adventure (sto parlando ovviamente del personaggio di Gerard, presente in Fairy Tail, e del personaggio di Sieghart in Rave, ma non sono gli unici purtroppo)
UN'IMMAGINE VALE PIU' DI MILLE PAROLE

4-MASHIMA VA TROPPO DI CORSA

In certi campi l'abbondanza di prosuzione potrebbe costituire un bene, ma nel campo Fumettistico, far uscire 1234567890 Milioni di capitoli a settimana di un'Opera non significa essere Bravi, Diligenti e Prestanti, ma essere scemi, o avere la Red Bull iniettata nel Culo. Mashima infatti detiene il Record di Pubblicazione di Capitoli in Giappone, ed è Follia pura far uscire così tanti capitoli in una sola Settimana, perché significa: 1 Non curare la Trama. 2 Non curare i Dialoghi. 3 Non curare i Disegni. 4 Non controllare eventuali Errori. Ci sono Autori che curano al Millimetro le proprie Opere prima di pubblicare un Capitolo (Vedi Shirow Miwa, Autore di Dogs, e Hirohiko Araki, Autore di Le Bizzarre Avventure di Jojo) e invece Mashima non cura un cazzo e fa uscire vagonate di Capitoli insulsi, che nel 80% dei casi sono pieni di Fanservice. Quindi che senso ha fare uscire così tanti Capitoli, quando di decente non ce n'è nemmeno uno?

5-I PERSONAGGI DI FAIRY TAIL SONO 
TAGLIATI CON L'ACCETTA

Non dovrebbe essere un difetto, ma in Fairy Tail invece diventa un problemone. I personaggi di Fairy Tail hanno tutti un profilo che si rifà fin troppo agli stilemi Classici degli Shonen, ovvero: Un Protagonista Forte ma Scemo, Un capo Squadra Vecchio, Burbero ma dal cuore d'oro, l'Amico/Nemico, l'esatto opposto del Protagonista, la Co-Protagonista Bona che si caccia sempre nei casini, e così via. In tutti questi numeri non c'è mai stato un solo personaggio con un Feedback interessante, se non due, Elsa e Gerard, e poi basta, tutti Cliché che abbiamo già letto in tanti altri Manga, con la sola differenza che negli altri Manga nonostante fossero Figure Tipiche, avevano sempre un qualcosa di differente e avevano anche una personalità molto sfaccettata, qui invece no. Se Mashima curasse anche al minimo i propri personaggi in fondo, sono quasi certo che tutta l'Opera ne gioverebbe.

Bene, Popolo della Rete, ho finalmente concluso questo Reportage a Tutto Tondo su Fairy Tail, ovviamente se volete discutere di altre cose inerenti a questo Manga fatelo pure nei commenti qua sotto, noi ci vediamo a un prossimo Post. CIAOCIAO









martedì 21 gennaio 2014

5 Motivi per leggere Fairy Tail...

Salve Popolo della Rete. Mentre mi sto dando da fare per concludere la Monografia Musicale improntata sul Nu Metal, mi sono concesso di fare due Post inerenti al Panorama Fumettistico e in particolare riguardo un Manga, Fairy Tail. Sarebbe molto inutile e tediante dover dare una presentazione di questo Manga, perché nel Bene o nel Male, e qui in Italia soprattutto nel Male, tutti conoscono Fairy Tail, quindi salto subito sul mio discorso. Tempo fa nel GRUPPONEMEGAGALATTICO Liberi Di Leggere Now! dissi quello che era un pensiero non propriamente condiviso da tutti, ovvero che Fairy Tail può garbare alle persone. Cascasse il Mondo si accese una Flame War incondizionata verso questa Opera, e la domanda che mi è sorta spontanea allora, e che mi faccio tutt'ora quando mi metto a parlare di Fumetti che alla massa "Sicuramente" più acculturata di me in gusti di Lettura non piace è: "Ma la Libertà di pensiero?" Chi mi conosce sa che non sono il tipo da voler imporre il proprio punto di vista come fosse un Dogma, anche perché le poche volte che l'ho fatto mi hanno risposto a Pernacchie, quindi ho sempre adottato la Democratica Via del "Ti piace? Mi fa piacere, un motivo in più per discutere" perché dove c'è differenza di gusti, io ci ho sempre voluto vedere un punto di Dialogo, non di Conflitto (Tranne quando parlo con i Giappominkia, perché è troppo divertente e soprattutto perché non vogliono dialogare), quindi capite bene che il fatto che tutti, in massa, convengano nel dire "FAIRY TAIL MERDA" dia un po' di fastidio, soprattutto quando sono coadiuvati da persone un po' più importanti (Come quel Cicc.. Ehm, quell'uomo robusto di +cavernadiplatone), e io la penso così in tutti i casi in cui un movimento di pensiero diventa semplicemente una moda (Della Serie "SAO è una cagata, ma non ho visto nemmeno un episodio". Abbiate almeno la decenza di leggere un capitolo in Scan o guardare un Episodio, Dio Buono). Quindi, per andare SEMPRE E COMUNQUE contro la corrente vi elencherò 5 Motivi Validi (Che avevo già scritto nel GRUPPONEMEGAGALATTICO Liberi di Leggere Now! tanti mesi fa) per cui varrebbe la pena leggere Fairy Tail (In barba a +Sommo Buta per l'ennesima volta). Ma Prima, un'altra premessa: Fairy Tail merita tutta la merda che gli viene lanciata, e ve lo spiegherò nel prossimo post, ma ora basta chiacchiere e iniziamo!


1-FAIRY TAIL NON HA PRETESE

Cominciamo subito col dire che Fairy Tail è uno di quei classici Manga che non hanno grandissime pretese, anzi, è l'esatto opposto, e soprattutto è uno di quei Manga che bisogna sempre avere quando si vuole definitivamente staccare il cervello da letture molto più complesse. E' pura forma e niente sostanza, e detto sinceramente, adoro questo tipo di opere che non vogliono seguire uno sviluppo complesso, non vogliono cimentarsi nel divenire "L'Erede di Dragon Ball", e soprattutto non vogliono sputare in faccia al lettore. Fairy Tail è così com'è fin dall'inizio, quindi non si può dire che poi è andato calando, perché il Livello è sempre stato lo stesso. E, cosa ancora più importante, non fa scervellare il Lettore con Misteri complicatissimi o Leggende o grattacapi del tipo "Zoro è il Vice Capitano" "No, Sanji è il Vice Capitano e Zoro è una Merda" "E' Nami il Vice Capitano!" (Oddio, non sto criticando nessuno, anzi, queste seghe mentali servono sempre ad accrescere l'interesse per i Manga, guai se non ci fossero, ma in molte situazioni paiono proprio discorsi senza fondamento e senza senso... E comunque è Usopp il Vice Capitano, Pochi Cazzi +dellimellow )

2-IL TRATTO DI MASHIMA

Di Hiro Mashima si può dire tutto, ma veramente tutto, che è un'idiota, che copia, che è un incompetente nella Sceneggiatura, e sono tutte cose verissime, ma una cosa è sicura, ha un bel tratto. I suoi disegni mi piacciono molto, sono il punto principale che mi hanno spinto anche a comprare la serie, quindi riescono in pieno ad acchiappare fin dal primo impatto. Che poi si smerdi perché deve fare 4 capitoli in una settimana è coglione lui, ma è innegabile che sappia dare un Design decisamente Tamarro e sopra le righe ai suoi personaggi. E poi, non dimentichiamoci le "Rarissime" scene di Fan Service









COME CAZZO E' POSSIBILE CHE 
QUANDO PARLO DI MANGA
FINISCE SEMPRE A
TETTE E CULI?

Va bé, continuiamo col punto 3

3-FAIRY TAIL HA DEI BEI COMBATTIMENTI

Questo punto è strettamente collegato al punto 2. Quando non ha la pressa al culo di dover fare 480.000 capitoli in una settimana Mashima riesce a dare un buon Manga dal punto di vista Grafico, e un buon tratto significa anche una buona costruzione delle Tavole, e infatti parecchi combattimenti, che poi, diciamola tutta, sono gli unici momenti che mantengono alta l'attenzione durante la Lettura di Fairy Tail (Oltre ovviamente al Fanservice), sono veramente belli: mi viene da pensare allo scontro tra Elsa ed Elsa, o il combattimento tra Loki (Leon) e Capricorn... Ce ne sono veramente tanti, ed elencarli sarebbe troppo stressante, ma tutto sommato i combattimenti riescono a far muovere quel filino di Trama che c'è nel Manga.

4-FAIRY TAIL NON E' ONE PIECE

E MENO MALE! Le accuse che molti hanno lanciato a Fairy Tail erano inerenti al fatto che Mashima nello strutturare quest'Opera avesse copiato a piene mani il Plot del Manga di Eiichiro Oda. Cazzata. Se One Piece è un Viaggio per riuscire a trovare un Grande Tesoro, in Fairy Tail il Leitmotiv è: "Facciamo Caciara tutti insieme appassionatamente spaccando tutto e bevendo a più non posso, chi se ne frega che ho perduto mio padre adottivo che guarda caso è un Drago". Se in un primo momento poteva anche starci il Plagio a One Piece, perché l'incipit è proprio quello, le due Opere hanno preso due vie completamente diverse. E poi, se Fairy Tail avesse veramente copiato One Piece, perché uno è il Manga più venduto del Mondo (In Giappone) ed ha una Trama piena di dettagli, mentre l'altro ha una Storia fatta alla Cazzo di Cane? Che poi copi il design di alcuni personaggi poi è un'altro discorso...

... COME E' DURA DIFENDERTI, MASHIMA...


5-FAIRY TAIL E' UN'OTTIMO TRAMPOLINO
DI LANCIO

Fairy Tail è una di quelle opere da consigliare a chi comincia a leggere Manga e vuole capire gli stilemi classici di uno Shonen. E' inutile girarci intorno Gente, Fairy Tail è mirato a quella fetta di pubblico che vuole immergersi nel Mondo dei Fumetti Orientali, e devo dirlo, ci riesce: ha tutto quello che un ragazzino di 12 Anni cerca: Avventura, Umorismo Ignorante, Tette, TANTE TETTE, Azione Pura, e un filino di Morale Spicciola che non guasta mai. Tutti noi abbiamo cominciato con un Opera "Da Cesso", non riesco a credere che qualcuno di voi che sta leggendo sia stato talmente tanto alto di intelletto da aver cominciato a leggere Fumetti con "Il Garage Ermetico", o che a 10 Anni alle Elementari leggeva già "I Promessi Sposi". Quindi basta questa aria da Radical Chic, perché lo sappiamo tutti che abbiamo letto qualcosa di basso, così come è innegabile il fatto che ognuno di noi va o andava sui siti Porno. Tutti lo sanno, ma nessuno ha il coraggio di dirlo.


Bene, Popolo della Rete, ho concluso la prima parte di questo Reportage inerente a Fairy Tail, vi invito (Se volete) a condividere su Facebook, Twitter, Google+, mettere un +1 se vi è garbato, e ovviamente commentate (Sotto il Blog, non sul Post Condiviso). CIAOCIAO  









sabato 18 gennaio 2014

GRENDEL-COSA SIGNIFICA ESSERE UN' ANTIEROE

AVE A VOI, POPOLO DELLA RETE! Oggi ho proprio voglia di parlarvi di una Graphic Novel che ho avuto il piacere di comprare l'anno scorso e che ha scosso completamente quello che era il mio pensiero riguardo un termine Fin Troppo Abusato nel campo Fumettistico Internazionale, ovvero il termine ANTIEROE. Quante volte abbiamo sentito questo termine venire utilizzato dai profani riguardo a questo o quel personaggio?

STO PARLANDO DI TE STRONZO

Ne abbiamo perso il conto oramai. Tuttavia ci sono quei rari casi in cui la gente riesce ad aprire gli occhi e a dimostrare un senso critico verso certi aspetti  inerenti non solo al Mondo Fumettistico, ma in molti altri campi che affrontiamo nella vita. Molti miei amici si sono fatti la domanda: Ma cosa distingue un'Anti-Eroe dall'Eroe Classico? Questo concetto (L'Anti-Eroe) è nato nell'antica Grecia ad opera di un grande scrittore e poeta, Apollonio Rodio, che nella sua Opera più importante, Le Argonautiche, ha messo come protagonista un "Eroe" che Eroe non lo è mai stato, Giasone. Giasone è il Prototipo dell'Anti-Eroe, là dove un Ettore o un Achille sarebbero scesi in battaglia per salvare la loro gente e il loro onore, Giasone preferisce o rimanere in seconda fila senza mai intervenire, o tutt'al più cerca sempre la via dell'inganno per sorvolare ostacoli più grandi di lui. E' emblematico infatti che tra gli Argonauti ci fosse un Eroe come Eracle, L'Eroe degli Eroi per giunta, e che il comando fosse in mano ad un essere a cui non importava nulla della Fama e dell'Onore, ma solo il Guadagno personale, il soddisfacimento della sua sete di Potere. Questo è un'Anti-Eroe, e da questa analisi potrete capire che Dead-Pool non lo è. Dead-Pool è alla fine uno schizzato fuori di testa che combina casini, ma che alla fine fa quadrare il tutto. Ma Allora chi sono i veri Anti-Eroi nel Fumetto? Ce ne sono tanti, e sono accomunati tutti da una cosa: Percorrere la strada del cattivo pur mirando a qualcosa d buono, a volte per rimediare a un'errore commesso in gioventù, per Vendetta, per poter vedere una sorella che finalmente vive in un Mondo senza Conflitti, per Vivere... Ce ne sono tanti di Anti-Eroi, ma forse il migliore è sicuramente lui,
Grendel

Frena Frena Frena. Che significa? Grendel non è un'Anti-Eroe, è cattivo, è il Signore del Crimine di New York! Come può essere un Anti-Eroe? La risposta non risiede nella figura del primo Grendel, Hunter Rose, quanto nelle sue eredità. L'eredità lasciata dal Diavolo, l'essere Malefico per eccellenza, lasciata da persona a persona per poter diventare un Simbolo, un'Ideologia, un Credo, un'Arma per potersi opporre e per poter preservare la Libertà, esattamente come succede in un'altra Grandiosa Graphic Novel, V for Vendetta. Nell'opera di Wagner si incrociano e mescolano i peggiori vizi dell'animo Umano: la Sete di Potere, il Fascino verso il Male, la Lussuria, l'Avarizia. L'Autore, attraverso una commistione Sublime di Narrazione Romanzata, Giornalistica e Fumettistica, unita a uno Stile Grafico essenziale che va a riempire come una Didascalia più che come a una parte a sé stante dell'opera, invertendo paradossalmente gli elementi Fondamentali del Fumetto, una Manhattan controllata dal Crimine, fatta di Sesso, Stupri, Patti Criminali, Esoterismo, Magia Nera e Omicidi Efferati. Nelle azioni iniziali di Hunter Rose, sempre più persone prenderanno il vessillo dell'uomo incappucciato di Nero per elevare a Simbolo la figura di questo Mietitore. Trovo Grendel uno dei migliori Anti-Eroi mai scritti nella Storia del Fumetto proprio per questo motivo, e qui mi riallaccio a quello scritto prima, un Anti-Eroe è colui che percorre la Via del Male per poter portare il Bene, e Grendel, attraverso la sua continua Eredità, lo è.


Bene Benissimo, Popolo della Rete. Ho concluso questo mio pensiero riguardo a Grendel, e nel farlo ho descritto un po' quello che dovrebbe essere un Anti-Eroe. Ma ce ne sono altri? Certo, per esempio Marv di Sin City, l'opera più rappresentativa di  Frank Miller, e poi Rorschach, il Comico, V, questi ultimi creati dalla geniale mente di Alan Moore, autore di V for Vendetta e Watchmen, e poi Ichi, del meraviglioso Manga Ichi the Killer, o Spawn, l'incredibile personaggio di Todd McFarlane. Potrei andare avanti per ore ed ore, però, mi duole ammetterlo, questa lista diventerebbe dannatamente lunga. Scrivetemi qua sotto quali sono i vostri Anti-Eroi preferiti se vi va, io vi saluto e vi ringrazio per avermi seguito. CIAOCIAO





giovedì 9 gennaio 2014

ALL NEW THE AMAZING SPIDER MAN-QUANDO I FAN ROMPONO I COGLIONI

Oggi mi sono svegliato Incazzato Boia, Popolo della Rete. Sì, perché non se ne può più dei Fan piagnucoloni, non se ne può proprio più. Ho speso fiumi di parole per questi bambinoni che se non hanno quello che vogliono si mettono a piangere quando non hanno quello che vogliono: HAIL TO THE KING E' BELLISSIMO ED INNOVATIVO! VOGLIO DEADPOOL TRA I MIGLIORI EROI DEL PIANETA! MA CHI CAZZO SE LO INCULA MOEBIUS?! IO PREFERISCO DEATH NOTE! DISHONORED E' IL MIGLIOR STEALTH DI SEMPRE! SKYRIM E' IL MIGLIOR GDR DI SEMPRE! MIA MADRE E' LA MIGLIOR TRO... Ci siamo capiti. E' una cosa insopportabile dover avere a che fare con questi Nerd che si incazzano per il pelo del culo un centimetro più alto rispetto al manto uniforme di Bestia in All New X-Men (E SI INCAZZANO)  o di tutti i Fan Medi dell'Arrampica Muri che piangono davanti alle Fumetterie e accendono Cerini con schiaffati la faccia di Peter Parker nella speranza che "QUEL CATTIVONE" del Doctor Octopus se ne vada e ritorni il loro personaggio preferito... A proposito di Spider Man


Perché? Perché ce lo meritiamo Popolo della Rete, ce lo meritiamo proprio! Non ho idea di come andrà a finire Goblin Nation, sono ancora Scosso e allo stesso tempo Eccitato da quello che è successo in Darkest Hours, ma confido ancora in un qualcosa: Che sia un Troll. Perché sarebbe una Goduria Impagabile poter vedere i bei faccini (Bei faccini, non esageriamo) di quei parassiti che inondano il Comic-Con di San Diego chiedendo la morte di Dan Slott distrutti in maniera Definitiva-Totale-Tombale (Un saluto carissimo a Sommobuta). Non ho dubbi che sarà una bella Testata, c' è sempre Slott ai testi, tirerà fuori sempre qualcosa di incredibile dal suo Cilindro Magico, la cosa che mi preoccupa è che, se è vero, significa che gli scrittori si confanno sempre al Feedback del Fan, del lettore del cazzo che crede che Deadpool sia il miglior Antieroe di sempre quando non conosce Marv o Grendel, o peggio ancora a Rorschach. A questo punto mi viene da dar ragione al discorso di Alan Moore, che in realtà è giusto ed è vero, ovvero che i lettori di Fumetti sono dei Bambinoni che hanno smesso di crescere e che seguono delle Figure Iconiche che non gli appartengono, e che si esaltano davanti a una Locandina degli Avengers o del Cavaliere senza l'Enel, o di quei coglioni che ancora credono che V per Vendetta sia solo un Film. Superior Spider Man era un simbolo, un Gigantesco Dito Medio a tutti quei Bambinoni che, con le fette di mortadella spesse 10 cm sugli occhi, hanno visto scritto "Otto Octavius" come protagonista ma non hanno visto che era sempre Spider Man quello che compariva su quelle meravigliose pagine. Uno Spider Man con nuove possibilità, nuovi amori, nuovi pericoli da affrontare, pericoli che non aveva mai combattuto, come il dover Uccidere o no un Nemico, una sola persona, per poterne salvare altre. Tutti si sono fermati a Octopus e non hanno visto Spider Man in lui, e questo mi ha fatto non rabbia, quella la provo quando Matioski scrive Boiate su Twitter e Yotobi lo mette tra i preferiti, ma tristezza, tristezza data dal fatto che questi Bambini troppo cresciuti non hanno capito nulla di Spider Man, ovvero che dietro quella maschera potrebbe esserci qualunque persona, QUALUNQUE. Io ho finito Popolo della Rete, spero di non essere stato troppo pesante, ma dovevo sfogarmi. Ci vediamo alla prossima. CIAOCIAO

martedì 7 gennaio 2014

Monografie Musicali-Nobuo Uematsu, Quando il Videogioco provoca Emozioni

Salve a tutti voi, Popolo della Rete, e benvenuti a una nuova Monografia Musicale. Oggi, da come avrete potuto capire, parlerò di Nobuo Uematsu, uno dei più importanti Compositori che il Giappone vanta tra le sue schiere, e probabilmente anche il migliore nel suo genere. Per chi non sapesse chi sia Nobuo Uematsu, è in poche parole il compositore di quasi tutte le Colonne Sonore della Lunghissima ed Infinita saga di Final Fantasy.

Grazie a questo baffuto Giapponese abbiamo ricevuto alcune delle più belle ed emozionanti Canzoni della Storia del Videogioco, e il perché è molto semplice: La Musica, per arrivare dritta al cuore, deve essere Essenziale. Non ha bisogno di Costruzioni Monumentali e di cambi di Tempo inverosimili (Piccola frecciatina a tutti quegli esaltati che ascoltano Progressive Metal senza cognizione di causa) e i Grandi della Musica lo sanno, e lo sa anche Nobuo Uematsu. Ogni volta che lo ascolto mi lascio trasportare in un turbinio di emozioni che esaltano le sensazioni più limpide dell'animo umano. E ogni volta che lo ascolto, mi viene sempre in mente un'altro Grandissimo Compositore, Ennio Morricone, che adotta lo stesso stile di composizione di Uematsu. Non è un caso infatti che questi due nomi in campo Videoludico vengano sempre accostati: Se nel Cinema abbiamo Morricone, nei Videogiochi abbiamo Uematsu. E credo che il Paragone non sia nemmeno così tanto azzardato. In ogni caso Nobuo Uematsu ha segnato la mia adolescenza e la mia vita di Musicista, e in alcuni momenti è stato anche di ispirazione per molti miei progetti, e a lui dedico la Prima Monografia Musicale del 2014, a colui che mi ha fatto viaggiare per Lande misteriose e magiche, a lui che mi ha fatto piangere e che mi ha fatto ridere. Grazie, Nobuo Uematsu.

PICCOLA PREMESSA: Ho deciso, in questa Monografia, di non affrontare ogni singolo Album o Colonna Sonora che Nobuo Uematsu ha scritto (Non la finiremmo più), ma di dirvi quali delle meravigliose Musiche del Compositore Giapponese abbiano toccato le corde della mia Anima. quindi, senza perderci ancora in inutili convenevoli, Iniziamo.


Una passeggiata con una persona cara, un Tramonto d'estate che dura un'eternità, le foglie d'Autunno che cadono creando una Coreografia di colori e sensazioni. Ogni volta che ascolto l'Aerith's Theme, tratto dalla Colonna Sonora di Final Fantasy VII, non riesco a non pensare a un qualcosa che in un primo momento mi richiama ricordi lieti, ma che in un secondo istante mi catapulta in un turbinio di Nostalgia e di sentimenti misti ad Amore e Tristezza Assurdi. E' incredibile come questa Canzone provochi in me la sensazione di voler tornare in un posto che forse non ho nemmeno visto, ma che c'è, e che sempre ci sarà. 

Quanti di noi hanno pianto con questa canzone? Non prendiamoci in giro, To Zanarkand verrà sempre collegata alla Morte di Tidus, è innegabile. Il Sacrificio Ultimo, l'Abbandono di persone care, di un Amore travagliato, per la Salvezza definitiva del Mondo. Vedrò sempre To Zanarkand collegata all'estremo atto di quest'eroe. Ed è anche una di quelle canzoni che mi fanno strappare il cuore dal petto per l'Angoscia che mi provoca.

Terrore. Ansia. Claustrofobia. Un Ostacolo Insormontabile, un Nemico Invincibile. E una Forza capace di compiere il Miracolo. One Winged Angel è in assoluto una di quelle Canzoni che riescono a darti una carica esorbitante, in grado di recarti un'energia talmente grande da poter affrontare chiunque, e la versione Heavy Metal di Advent Children fa innalzare queste sensazioni in un Tripudio di Forza e Potenza Incredibile.

Allegria. Quando vedo un Chocobo, non posso fare a meno che rallegrarmi, è una cosa inspiegabile come questi ibridi di Struzzo e pulcino riescano a stamparti un sorriso Beota che rimane per tutta la giornata. Quando incontri un Chocobo succede sempre così, e il tema principale, qui nella sua versione Swing, quella che mi piace di più, ti porta una gioia inspiegabile mentre lo cavalchi per le lande immense di uno dei Mondi di Final Fantasy.

Questa Musica sanciva lo scontro definitivo: l'eroe Leggendario, lo Spadaccino Imbattibile, Gilgamesh. Quante Morti, quanta Rabbia, quanta Gloria e Gioia una volta capito il modo per poterlo battere. Clash on the Big Bridge, tratta da Final Fantasy V, è in assoluto una di quelle canzoni che, slegate dal contesto Videoludico, riescono sempre e comunque a darti un senso di Fomento inimmaginabile.

Viaggio in Occidente. Un gruppo di avventurieri si imbarcano verso una missione che li vedrà affrontare mille peripezie per poter raggiungere un grande Obiettivo. Lost Odyssey potrebbe essere tranquillamente chiamato il "Viaggio in Occidente del Tempo", una missione che non avrà mai fine, un'incredibile Viaggio che durerà per tutta la vita. Neverending Journey mi fa pensare a tutte queste cose, e a molto di più. Mi fa tornare indietro nel Tempo in luoghi della mia infanzia, mi trasporta in luoghi Mistici Inviolati e Magici. Questa Canzone trasuda Oriente da tutti i pori, ed è una cosa fantastica poter assaporare quel gusto di Giappone Antico che, nonostante la continua marcia verso il Futuro, non morirà mai.

Un Nuovo Viaggio. Un Mondo tutto da scoprire. La Paura dell'abbandono di quella che era la tua casa, e il desiderio di voler trovare Nuovi Luoghi da visitare. Nuovi Compagni, Infiniti Ostacoli, e un Grandioso Trionfo alla conclusione del Viaggio. Il Tema Principale di Final Fantasy ha sempre ispirato l'Avventura e l'Esplorazione di Lande Sconosciute, piene di insidie da affrontare col Coraggio e con la Spada. E ad ogni Capitolo, sempre un Nuovo Viaggio, e sempre quella Nostalgia che pervade nel tuo cuore quando ascolti queste Note ormai divenute Leggendarie nei ricordi dei Videogiocatori.

A Mad Dash è in assoluto il connubio perfetto tra musiche Orientali proveniente da luoghi pieni di Incenso e Aromi tipici della Persia e Sonorità Moderne. Un Ciclone di Suoni Incredibile che ci trasporta nel Vivo della Battaglia, dove non ci sono mezze vie o scorciatoie, o si Vince o si Perde. E chi Perde paga sempre caro.

Credo che per descrivere quello che provoca non solo in me, ma in tutte le persone che hanno giocato a Final Fantasy X, Suteki Da Ne basti il Testo di questa Meravigliosa Canzone:

"Il mio cuore è inondato di parole
pronunciate dal vento.
La mia voce è portata lontano
da un domani nuvoloso.

Uno specchio mosso
dalla luna, fa fremere il mio cuore.
Tenere lacrime
versate come ruscelli di stelle.

Non è meraviglioso!
Noi due che camminiamo mano nella mano.
Io voglio stare
nel tuo paese, nella tua casa, fra le tue braccia.

Sogno di giacere
sul tuo petto.
Il mio corpo stretto nel tuo abbraccio,
che svanisce nella sera.

Le parole interrotte dal vento
sono una delicata illusione.
Un domani divenuto nuvoloso è
una voce assente.

Il mio cuore è rimasto
nello specchio mosso della luna immobile.
Le stelle che oscillano e scorrono
non possono nascondere le mie lacrime.

Non è meraviglioso!
Noi due che camminiamo mano nella mano.
Io voglio stare
nel tuo paese, nella tua casa, fra le tue braccia.

Sogno il tuo viso
che dolcemente si confonde
con la luce del mattino."


Il Battle Theme che più ho adorato dei vari Final Fantasy è sicuramente quello di Final Fantasy VIII: La Carica per la Battaglia che ti da questo Tema è Incredibile, Indescrivibile, riuscirebbe a rendere Epica perfino una partita di Briscola o di Morra Cinese.

Il Preludio, Ah il Preludio. Una Sinfonia così Eterea, così Onirica e Sognante, qualcosa di Impalpabile e di Astratto che diviene concreto man mano che si prosegue con l'Ascolto. Questa Canzone, se così possiamo definirla, è sempre stata una delle mie Preferite, perché sanciva sempre l'Inizio di Ogni Final Fantasy, di ogni Viaggio che ho percorso per Midland, tra i Mari e le Lande di Spira, sulla Luna, Terra Natale dei Seleniani, per i deserti di Ivalice, nei Cieli di Gaia. Il Preludio ha sempre introdotto noi Videogiocatori nei nuovi Mondi di ogni Nuovo Capitolo di questa Saga e, nel Bene e nel Male, continuerà sempre a riecheggiare nei nostri Cuori quando esploriamo quei Monti e quelle Dune che ci hanno cresciuto.

Bene, Popolo della Rete, io ho concluso, ma non finisce certo qui. Nobuo Uematsu ha sì scritto queste Musiche Incredibili, ma ci sono milioni di Canzoni che non ho citato in questa Monografia che fanno ugualmente accapponare la pelle per l'emozione. Questo Compositore ha saputo far breccia sempre nel cuore dei Videogiocatori, e continuerà sempre e comunque a regalarci emozioni indescrivibili. Molte volte ho sentito parlare di Arte Videoludica, ma è un concetto per me molto azzardato, tuttavia sono convinto che in un Videogioco possa esserci dell'Arte che, estrapolata dal Contesto Videogioco, sappia far emozionare come qualunque altra Espressione Artistica. Vi ringrazio per avermi seguito, e vi saluto con l'ultima Canzone che ha sancito l'entrata del Metal in Final Fantasy, scritta dai Black Mages (La Band di Uematsu), ed è ovviamente OtherWorld. CIAOCIAO

Otherworld-Final Fantasy X

P.S. Quanti di voi stanno ancora aspettando che arrivi anche qui in Italia il Distant Worlds Tour?

lunedì 6 gennaio 2014

Top Comics 2013

"OH! MA LA TOP COMICS QUANDO LA FAI USCIRE?"

"ORA!!!"

Salute a Voi, Popolo della Rete! Avanziamo con i piedi di piombo nella Top 10 dei Migliori Comics di questo ormai passato 2013, MA PRIMA, PREMESSA DEL CAZZO:

Quest'anno è stato segnato dal grande ritorno della Marvel, con il rilancio della Casa delle Idee denominato "Marvel Now!". Mi ero assentato dalla scena Comics per parecchio tempo, per dedicarmi al recupero delle serie Orientali che più attiravano la mia attenzione. Tuttavia il mio Primo Amore Fumettistico sono stati i Comics, e l'amore che provavo nei loro confronti non si è mai appassito con gli anni, nonostante non li comprassi più. Quindi, capite bene che non potevo rimanere indifferente quando ho sentito che finalmente, dopo quasi 50 Anni di continuity ininterrotta a cui dovevi accodarti partendo da un punto qualsiasi, la Marvel avrebbe creato un punto 1 in cui tutti i nuovi lettori avrebbero potuto cominciare a leggere le storie dei loro eroi preferiti. Inutile dire che mi sono fiondato a razzo in Edicola a prendere, settimana dopo settimana, tutte le serie che stuzzicavano il mio appetito Fumettistico. Mi sono perso qualche bellissima serie (Occhio di Falco e Devil), altre non le ho nemmeno calcolate, altre avrei dovuto interromperle già dal primo numero (Chissà a chi mi riferisco... Forse ad Iron Man?), ma nonostante alcuni inciampi posso ritenermi completamente soddisfatto di questo rilancio. E Quindi... Un attimo solo, ma della DC invece cosa ho seguito?

ESATTO, UN CAZZO

 E dopo quest'esaustiva recensione del New 52, il rilancio della DC, andiamo a concentrarci sui Comics Marvel Now che mi sono piaciuti di più:

10-I Guardiani della Galassia, di Bendis e McNiven

Cominciamo con uno dei migliori rilanci avvenuto con Marvel Now!, ovvero I Guardiani della Galassia. Allora, a parte alcune piccolissime situazioni con I Fantastici 4 e la vecchia testata di Silver Surfer, non mi ero mai interessato all'Universo Cosmico della Marvel, e conoscevo di sfuggita alcuni eroi Cosmici (Nova, Captain Marvel, Beta Ray Bill). Quindi capite come la nuova testata Marvel Now!, che insieme agli Avengers di Hickman darà le basi per Infinity, mi abbia colpito per il suo impatto molto fresco e dannatamente accattivante. Un'incredibile testata che riassume l'idea di Marvel Now!: Permettere ai nuovi lettori di immergersi nel Mondo Marvel senza rinnegare la Continuity. Consigliato anche alle vecchie leve

9-New Avengers Illuminati, di Hickman ed Epting
 Che dire di New Avengers Illuminati? Scritta Benissimo, disegnata con un gusto molto Classico, ma ha un difetto grandissimo: prosegue molto, ma molto lentamente. E Infinity, il Mega Cross-Over Marvel, non ha giovato alla Testata, che è rallentata ancora di più. E poi, Difettone che abbiamo avuto qui in Italia, è stato accoppiato ad Iron Man di Gillen e Land. Comunque sia, se avete voglia di leggerlo, e siete disposti a dovervi sorbire l'orribile Run di Gillen e Land, è una di quelle Testate da leggere.

8-Scarlet Spider, di Autori Vari

Perché? Perché Sì. Questa Testata mi sta piacendo un sacco e continuerò a leggerla con incredibile gusto e piacere, e non venite a cagarmi il cazzo. Scarlet Spider mi sta piacendo da matti e non dirò altro.

7-Nova, di Loeb e McGuinness

Bello, Divertente, Casinaro, Potente, il Rilancio di Nova è stata una sorpresa inaspettata. Forte del successo che il personaggio di Sam Alexander aveva avuto nella serie animata Ultimate Spiderman (A RIDATECI SPECTACULAR!!!) la nuova recluta delle "Teste Nere" hè entrata con prepotenza nella mia classifica. Impressionante inoltre come qualitativamente non sia mai calata nonostante in America cambiasse Team Creativo praticamente a ogni capitolo. Non vedo l'ora di vedere inoltre il ciclo che avrà come disegnatore Paco Medina, uno dei miei disegnatori preferiti. Ottimo Lavoro.

6-New Ultimate Spiderman, di Bendis, Pichelli e Marquez

Credo che ormai alla Marvel si divertano a far crepare i vari Ragni dei vari Universi Narrativi. In ogni caso "Morto un Ragno, se ne fa un'altro" e devo dire che Miles Morales è uno Spiderman decisamente fortissimo. New Ultimate Spiderman è in assoluto la miglior Testata Ultimate degli ultimi anni (Lo sarebbe stata anche Ultimates, se Hickman fosse rimasto a scriverla) per via della sua freschezza. Bendis si diverte a ripercorrere le tappe che hanno segnato la vita di Peter Parker e a stravolgerle completamente nella figura di Miles, che vede il suo Zio non un mentore da seguire, ma un pericoloso Criminale da battere. Davvero estasiante e divertente.

5-Avengers Arena, di Hopeless e Walker

Nessuno credeva in Avengers Arena, nessuno. Un Plot alla Battle Royale (NO, NON DIRO' MAI ALLA HUNGER GAMES, MAI!!!) con parecchio di Il Signore delle Mosche con i personaggi di Avengers Accademy e altre Testate "Giovanili" dell'Universo Marvel. E invece è stata la sorpresona dell'anno. Hopeless è riuscito nell'immane compito di rendere la serie intrigante, violenta e misteriosa ed è riuscito a ridare Lustro e una ritrovata Dignità a uno dei Villain più vecchi degli Avengers, Arcade. Da leggere col fiato sospeso, perché potrebbe succedere davvero di tutto. Caldamente consigliata

4-Uncanny Avengers, di Remender e Cassaday

Un gradino prima del podio ci troviamo Uncanny Avengers. Remender continua la strada segnata da Avengers vs X-Men e ci porta le storie di un nuovo gruppo di Vendicatori formato principalmente da vecchie Glorie del Gruppo originale (Scarlet, Captain America, Thor) più una nuova parte di membri principalmente Mutante (Rogue, Havok, Wolverine) per fronteggiare delle missioni molto "Classiche". Qui infatti è tutto nuovo ma ha un sapore di "Già letto" che non cade nel Banale, anzi, è molto bello. Inoltre encomiabile il fatto di aver voluto rendere Capo di questa Squadra Havok, il fratello di Ciclope, colui che ha quasi distrutto il sogno di Charles Xeviar in AvX

A PROPOSITO DI XAVIER...

3-Avengers, di Hickman, Opena e Weaver

Spettacolare. Non ho da aggiungere nient'altro su Avengers di Hickman. Per quelli che non lo seguono, do solo un consiglio: RECUPERATELO! Hickman tesse una Tela piena di piccoli dettagli e riesce a gestire una Squadra di Vendicatori GIGANTESCA, con dei personaggi praticamente Ingestibili insieme. E invece ce la fa, e riesce a battere la strada per quel che sarà probabilmente il miglior Cross-Over dell'Universo Marvel, Infinity. E poi Opena, cavolo mettere Opena alle Matite significa far morire d'infarto l'80% dei lettori, è troppo Potente per una Testata Regolare. Davvero Spettacolare

2-All New X-Men, di Bendis e (Sua Maestà) Immonen

Gli X-Men originali nella nostra Epoca. Con tutto il Casino di AvX. Con Jean Grey Morta. Con Bestia che sta morendo. Con Ciclope che apre una nuova Scuola. Con Wolverine Preside della vecchia Scuola. Con Angelo, ANGELO. Il tutto disegnato da sua Maestà Immonen, che più Dopato di così non si può

OPPURE SI'?

Unite tutti questi fattori, unitelo inoltre al fatto che Wolverine viene Cagato proprio di striscio, e avrete La Miglior Testata Mutante dai tempi di Astonishing. WOW

1-Superior Spiderman, di Slott, Stegman, Camuncoli e Ramos

SUPERIORE. A qualsiasi altra Testata. Starò dicendo un'eresia? Non me ne frega un Cazzo, Superior Spiderman è stata la Testata che mi ha divertito, appassionato, tenuto col fiato in gola per tutto il 2013. Uno Spiderman così divertente, sopra le righe, così Violento, giuro, non lo avevo mai letto. Se ci voleva la morte di Peter (OPS, Spoiler) per avere una cosa del genere, Boia perché non lo hanno ammazzato prima. In assoluto la mia Testata Preferita, e devo dirlo, Otto è uno Spiderman che ti spiazza Vignetta dopo Vignetta. Slott sa cosa vogliono i Lettori, sa cosa piace a un Fan dell'Arrampica Muri, e lo fa, E LO FA. E poi, il Team Artistico, cosa Diavolo non sono?




STEGMAN, RAMOS E CAMUNCOLI
VI ADORO

In conclusione Ragazzi, Spiderman è il mio Super Eroe preferito, e non potevo non metterlo al primo posto quest'anno.

Bene. La Classifica è finita, ci sarebbero dovute essere altre Testate, lo so, ma non ho seguito tutto quello che è uscito per il semplice fatto che non ho molti soldi per poter comprare tutto. Come tutti noi del resto. Io vi saluto e come sempre ci vediamo al prossimo Post. CIAOCIAO 














giovedì 2 gennaio 2014

Top 8 Saint Seiya

Salve Popolo della Rete, e Benvenuti al pimo Post del 2014!!! YEAAHHH!!! Ormai la sbornia di Capodanno è finita, il 2013 è passato, si è portato via un sacco di cose (per nostra fortuna anche un sacco di merda) , ma nonostante tutto dobbiamo cominciare l'anno con ottimismo
QUANTO CAZZO L'HO ODIATA 'STA BATTUTA 
DI MERDA

E per cominciare l'anno niente è meglio di una bella e sana Classifica!

C'HAI ROTTO IL CAZZO CON LE CLASSIFICHE!

Calmi, calmi. Per adesso non sto facendo uscire niente al di fuori delle Classifiche perché voglio levarmi di dosso un sacco di quesiti che molta gente mi fa: Ma qual'è la serie televisiva che ami di più? Ma qual'è il tuo Film Preferito For Eva End Eva? E quindi, prima di dedicarmi alle prossime Monografie Musicali (Con l'attesissimo e persissimo seguito della Monografia dei Dream Theater e la Monografia di Nobuo Uematsu) ho deciso di dare in pasto al Web tutti i contenuti che mi sono piaciuti inerenti a un determinato Campo. E oggi si torna a parlare di Fumetti, a parlare di Manga e a parlare di Quel Manga, (Non Bastard!!)
Saint Seiya.

Inutile negarlo: I Cavalieri dello Zodiaco hanno fatto breccia nel mio cuore fin da subito, e con gli anni la passione per questa Serie si è espansa fino ai limiti estremi dell'Universo (KYAI!) portandomi ad avvicinarmi ai Manga. E' stato infatti grazie a Saint Seiya se ho cominciato a leggere Fumetti Orientali, e devo ringraziare Pegasus e compagnia bella per le innumerevoli emozioni che mi hanno dato in questi anni. Onestamente la reputo la mie serie Preferita, quella che mi rimarrà sempre nel cuore, e la trovo (PARERE PERSONALE) migliore di Dragon Ball. PERO', non esiste un solo Saint Seiya. Ormai il Brand è diventato una vacca dalle uova d'oro (VACCA DALLE UOVA D'ORO, MA CHE CAZZO HO SCRITTO?) e ogni cosa che esce nel mondo che ha schiaffato la faccia di Seiya, Hyoga, Shiryu, Shun e Ikki vende un botto, è un dato di fatto. E cascasse il Mondo, ogni Anno esce sempre un nuovo prodotto Cartaceo o in Celluloide di Saint Seiya. Ma è sempre un lavoro di qualità? A malincuore la risposta è no, perché è vero, la reputo la mia serie preferita, ma sarei un'imbecille nel dire che qualunque Manga o Anime dei Cavalieri sia Oro Colato. Quindi, dopo questo Pippone che quasi non finiva più, cominciamo questo Top 8 dei miei Saint Seiya preferiti:

8 (La peggiore)-Saint Seiya Next Dimension, J-Pop

Credo che il pensiero di tutti gli appassionati di Saint Seiya riguardo Next Dimension, e in generale di tutti gli appassionati di Fumetti, dovrebbe essere questo: NEXT DIMENSION E' UNA MERDA. Viaggi nel Tempo in maniera sconclusionata, Trama inconsistente che non si capisce dove voglia andare a parare, disegni ORRIBILI (Kurumada pezzo di merda), Gold Saint che non assomigliano per niente nel design e nel carattere (Per chi non lo sa, Ogni volta che un Saint si reincarna in una nuova epoca, l'aspetto fisico è sempre uguale) e colorazione scadente fino a cadere nell'osceno. Questo è Saint Seiya Next Dimension, e a tutti gli stronzi che come me lo hanno comprato dico solo una cosa: Next Dimension merita di essere letto in Scan. Non voglio continuare con 'sta merda, passiamo avanti

7-Saint Seiya The Lost Canvas Extra, Planet Manga

Se Next Dimension era LA MERDA, The Lost Canvas Extra è invece la Delusione. Le premesse per fare qualcosa di carino c'erano tutte, e alcune storie dei Cavalieri d'Oro sono qualcosa di bellissimo (Specie quelle di Manigoldo e di Albafica) tuttavia bastano solo due belle storie a salvare tutto il resto? No. Le vicende che i Cavalieri d'Oro hanno affrontato prima di lasciare le Penne nella Guerra Galattica sono un concentrato di noia e di cattivo gusto (Cardia contro i Maya? Regulus con i Cavalieri Medievali?! DEGEL CON LADY OSCAR?!?! MA VAFFANCULO!!!) e in molti casi raggiungono il vergognoso. Un'altra testata dei Santi che mi ha deluso molto.

6-Saint Seiya Kanzenban, Star Comics

Qualcuno di voi adesso si chiederà: "Perché? Non hai forse detto poco fa che Saint Seiya era la tua serie preferita di sempre? E Allora perché solo il 6° posto?" Beh, la risposta, signori miei, è semplice: perché il Manga originale di Kurumada è invecchiato, ed è invecchiato malissimo per giunta. Se da un lato il maestro Shingo Araki riusciva a rendere effeminato perfino Aldebaran,  Kurumada rendeva grezza perfino Saori Kido. Nonostante la povertà di contenuti e i disegni agghiaccianti comunque è uno di quei Manga Classici di Jump da avere insieme a Dragon Ball e Ken il Guerrieroper capire il Bum che Jump ha avuto negli anni '80.

5-Saint Seiya Omega, Toei Animation

Come, "Sono doppiamente Coglione?". No stavolta no, e vi spiego il perché. Saint Seiya Omega riesce pienamente nel suo intento, ovvero dare un Anime di intrattenimento per i ragazzini di 12/13 Anni che non hanno mai visto o letto Saint Seiya, tra l'altro completamente slegato dalla Continuity Ufficiale (quindi ci sta anche il fatto che molti Gold Saint non ci azzippano una sega con i precedenti Gold Saint). Detto ciò, Saint Seiya Omega è davvero un ottimo prodotto, e i personaggi sono stati studiati davvero bene. Certo, ha un sacco di difetti, primo fra tutti il nemico, Ares, e in seguito quel Dio dell'Oscurità di cui non ho la più pallida memoria di come cazzo si chiami. Però, devo dirlo, ci sono stati momenti INCREDIBILI, che mi ha spaccato la mascella per lo stupore, e che mi ha fatto amare la prima Serie di Omega. Un applauso inoltre per le bellissime Armature, molto semplici (Araki Docet), dalle linee morbidissime e quasi simili, se non proprio uguali, a dei vestiti più che a delle Armature. E un Applauso anche per aver avuto la brillante idea di aver reso le Armature nella seconda serie un agglomerato inguardabile di Diamanti, di spigoli e di cazzi vari che le hanno rese davvero indigeste alla vista


E SICCOME NON ERA ABBASTANZA SONO TORNATI
PURE I METAL SAINT, PUTTANA VACCA

Nonostante tutto però Omega mi è piaciuto parecchio.

4-Saint Seiya The Lost Canvas, Planet Manga

Come Saint Seiya, meglio di Saint Seiya. La storia è la Guerra Galattica avvenuta 243 anni fa con i precedenti Santi. Cosa c'è di meglio rispetto alla Serie Manga originale? Beh, prima di tutto 'stavolta i Santi nei combattimenti non hanno "I PUGNI NELLE MANI" e si muovono nelle tavole, secondo i disegni sono qualcosa di meraviglioso, terzo i caratteri: vi ricordate cosa vi dava fastidio di Saint Seiya? Che sembrava Super Mario, ovvero il classico e scassa palle "Salva la Principessa Tardona dal Cattivone di turno", e che la Trama e i personaggi si sviluppavano durante gli scontri in maniera molto scialba. Beh, in The Lost Canvas NO. Pegasus, qui Tenma, è molto più variegato nel carattere, e tutto viene spinto da un sentimento di Vendetta e Nostalgia più che la scontata "Pace Sulla Terra". E, cosa più importante, qui Atena (Sasha) è Cazzutissima, e Pandora è una Troia allucinante
LA DEA CAZZUTA

LA SACERDOTESSA TROIA

Ma oltre a queste cose che fanno arrapare i depravati, The Lost Canvas è un prodotto confezionato benissimo e che in molti momenti, specie negli scontri dei Gold Saint e nel Finale, fa emozionare e fa cadere anche qualche lacrima per la Nostalgia. Ah, e mi sono dimenticato dei Gold Saint e del padre di Tenma. Che dirvi, RASPONI A DU' MANI

3-Saint Seiya, Le Porte del Paradiso, Yamato Video

Pura Poesia. Puro Pathos, un Seiya che viene distrutto fin nel profondo delle sue convinzioni, senza Cosmo, senza Atena, senza una causa, da solo contro l'Olimpo Intero. Un'Opera ineccepibile per qualunque Amante dei Cavalieri, ma una domanda sorge spontanea. Se Le Porte del Paradiso mi piace così tanto, perché darli solo il terzo posto? Beh, la risposta la sanno tutti quanti: E' INCOMPLETO PUTTANA DI QUELLA VACCA!!! DANNATO KURUMADA DI MERDA!!! Purtroppo come tutti sanno, Le Porte del Paradiso era la Overture di una Tetralogia che avrebbe visto i nostri Santi preferiti confrontarsi per la Libertà sulla Terra contro tutti gli altri Dei dell'Olimpo, ma questo non avverrà mai, perché Kurumada, sentitosi preso per il culo da Araki (Li rosicava che aveva tirato fuori un'altro gioiello rispetto a quella merda del Next Dimension) cancella tutto il progetto dietro alla Tetralogia. BRAVISSIMO!!!

2-Saint Seiya Episode G, Planet Manga

 Questo forse non se lo aspettava nessuno, o forse sì. Episode G riesce dove il Manga originale di Kurumada aveva miseramente fallito, ovvero essere EPICO. Questo Manga è EPICO, sotto  tutti i punti di vista. I personaggi sono incredibili, ho perfino rivalutato Death Mask e Aldebaran, che riescono ad avere una carica sentimentale incredibile. Le Armature sono incredibili, bellissime, dallo stile molto Classico, sono delle vere e proprie Armature Classiche, con tanto di placche e corde. Un'altra cosa che rende incredibile Episode G è che finalmente i nemici sono carismatici e ti entrano di più dei protagonisti (Ponto, Ceo e Iperione, Dio che figata). Ma come rovinare un Manga così tanto bello: Ma semplice, ne facciamo una seconda serie. Ancora una volta Bravi

1-Saint Seiya, The Anime, Yamato Video

Il Primo Amore non si scorda mai, è proprio vero. Troppo bello, troppo Poetico, troppo Tutto. Probabilmente è quasi tutto merito dell'ineccepibile Doppiaggio Italiano (Ivo de Palma ti adoro, non finire mai di doppiare Seiya ti prego). E poi, se proprio dobbiamo essere sinceri, Saint Seiya è probabilmente la Serie Animata che contiene il Più Bel Filler di tutti gli Anime, ovvero la Saga di Asgard. Probabilmente sono troppo di parte, è vero, ma è innegabile il fatto che l'Anime dei Cavalieri dello Zodiaco qui in Italia ha fatto Storia. Le frasi epiche, i disegni meravigliosi del maestro Araki, i momenti di Pathos incredibili, non c'è proprio niente da fare, la serie Animata è probabilmente il miglior prodotto di Saint Seiya.

Ordunque, Popolo della Rete, la Classifica è finita, MA PRIMA, una piccola considerazione: Quest'anno sono usciti Saintia Sho, The Lost Canvas Extra, Hero of Heroes e tra qualche mese uscirà il Film in CGI, e quest'ultimo fa parte di una Trilogia che percorrerà tutto il Manga. E' stato inoltre confermato che uscirà il seguito di Episode G, e Next Dimension continua la sua marcia. La domanda che sorge spontanea ora è: MA INVECE DI TUTTA 'STA MERDA NON POTEVANO CONTINUARE CON LE PORTE DEL PARADISO?!?!?

TUTTA COLPA DI 'STO STRONZO!


Dopo questo piccolo sfogo vi saluto, e ci vediamo alla prossima. CIAOCIAO