Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

lunedì 30 dicembre 2013

2013-Considerazioni Finali

Salve, Popolo della Rete. Ora, dopo tutte queste Top e Flop (Spudoratamente Copiate) Ispirate alle altre Classifiche di altrettanti Recensori e Youtuber, è ora di fare una considerazione finale sull'anno che sta per concludersi. Il 2013 è stato un Anno Pazzesco, un susseguirsi incredibile di vicende, di traguardi, di addii, di nuove realtà, nuovi compagni con cui continuare il mio cammino, nuovi amici NON E' VERO UN CAZZO E' STATO UN'ANNO DI MERDA. Sarei un ipocrita se dicessi che nel 2013 è andato tutto liscio come l'olio, perché è falso. Contando di nuovo le somme mi sono reso conto che quest'anno è stato un anno pieno di rimpianti e di errori che non potrò mai più correggere. Molte persone che ho amato se ne sono andate dalla mia vita, persone importantissime che mi hanno accompagnato per anni nel mio cammino che hanno preso una nuova strada per essere rimpiazzate da altre, proprio come le foglie in Autunno che muoiono per poter rinascere dopo l'Inverno. In fondo la vita è come l'alternarsi delle stagioni, viviamo nel masochistico pensiero di voler abbandonare qualcosa per noi molto caro nella speranza di poterlo rimpiazzare con qualcos'altro di nuovo che non avrà quasi mai lo stesso valore... Avevo un'amica a cui volevo molto bene, e l'ho abbandonata perché mi ero annoiato della sua presenza. Avevo una ragazza che amavo, e sono stato talmente tanto idiota da lasciarla andare via. Ho fatto un sacco di sbagli quest'Anno, non c'è che dire. E' tutto così alla fine, a volte si scende, a volte si sale. Però nonostante tutto sono contento di questo 2013, perché è vero, ho perso molto, mi trovo in un Mondo Nuovo e Inesplorato, ma ci vado con l'ottimismo di poter trovare qualcosa di nuovo che mi riempia il cuore, proprio come detto prima. L'Amore? Forse, chissà? Intanto, come ogni notte di San Silvestro, faccio il conto di quello che ho fatto, e pensando al futuro, mi faccio promesse che nella maggior parte dei casi non manterrò mai, ma me le faccio lo stesso, nella speranza che qualcosa, nel Mondo, si muova per venirmi incontro e farmi gioire. E' un messaggio molto Malinconico e Romantico, Popolo della Rete, ma io sono fatto così, mi lascio sempre trasportare in sentimentalismi inutili. Vi lascio a questo ultimo giorno di 2013 dandovi i più sentiti e sinceri auguri per un felice Anno Nuovo, e che questo 2014 sia di Buon Auspicio a tutti. CIAOCIAO

sabato 28 dicembre 2013

Top Music 2013

Bene Popolo della Rete, continuiamo con la Top Music 2013. Che dire di più che non si è già detto nel vecchissimo Post? Nulla. Tutto è rimasto nella stessa identica situazione, nulla è cambiato, e il Mondo va sempre avanti. La Musica, quella buona, sta diminuendo, e quella schifosa aumenta a macchia d'olio. PERO', non nascondo che questo 2013 sia stato pieno di Album davvero ma davvero interessanti, certi anche dei veri CAPOLAVORI (Qua possiamo finalmente dire la parola proibita). Un'altra premessa: i Dischi che vi elencherò non avranno una Classifica precisa, e il perché è molto semplice: Mi sono piaciuti tutti. PUNTO. Detto ciò, come al solito, andiamo a vedere i Dischi che più mi sono piaciuti nel 2013

Steven Wilson-The Raven that Refused to Sing

Ah, Steven Wilson. Questo è come si suol dire un ritorno inaspettato, perché sì, la produzione solista dell'autore e musicista Inglese è sempre stata impressionante, ma mai mi sarei aspettato un Album del genere. Qui si va a un Prog sotto i massimi livelli, un Viaggio Sonoro attraverso ritmi dispari, contaminazioni, momenti Onirici indescrivibili. Probabilmente sono molto di parte, questo non lo metto in dubbio, ma The Raven that Refused to Sing è in assoluto uno dei migliori Album Progressive degli ultimi anni, il degno erede di Frank Zappa.

Protest The Hero-Volition

Vorrei che tutti i Fan degli Avenged, che dicono che Hail to The King è un CAPOLAVORO Assoluto dell'Heavy Metal, ascoltassero Volition dei Protest The Hero e osassero dirmi in faccia che è inferiore all'ultimo degli A7X. Volition conferma una cosa appurata anche nel lontano 2011: I Protest SPACCANO. PUNTO. Quest'Album è una scarica di Adrenalina impressionante, un qualcosa di assolutamente veloce, incalzante, serrato, che non lascia via di scampo, è una bomba atomica che esplode in uno sgabuzzino. Il risultato è un Album che scardina completamente il concetto di canzone, eliminando quasi del tutto il Ritornello e dandoci una linea ritmica spaventosa che accompagna l'estro vocale del cantante. Davvero un grandiosissimo Album, da ascoltare e riascoltare.

Amaranthe-The Nexus

Alzi la mano chi non conosce gli Amaranthe? Ci avrei giurato che nessuno di voi li conosce. Se avevamo detto che i Protest The Hero in Volition hanno scardinato il concetto classico di Canzone, gli Amaranthe sono il perfetto contraltare. Questo Megagruppone Finlandese di Pop-Metal con contaminazioni di Power e Techno rimane ben saldo nella sua struttura, ma in quei 3 minuti di canzone ciascuno riesce a dare una carica incredibile. Ci troviamo a un grandioso lavoro, una produzione eccellente, sarebbe incredibile poter sentire questa energia impressionante in un Live magari. Davvero un grande Album di Metal.

Elio e Le Storie Tese-L'Album Biango

Il Migliore Album Italiano che abbia sentito in questi ultimi anni, senza ombra di dubbio. La Canzone Mononota è un Simbolo, un Emblema di quella Musica, la Buona Musica, che non viene fatta dai "Grandi" da parecchi anni. E' sempre una cosa bella poter riascoltare un Gruppo che sa Divertirsi con la D Maiuscola. Tutte le Canzoni dell'Album Biango sono impressionanti e dannatamente divertenti. Ma divertente non significa povero musicalmente, Anzi, le canzoni di Elio e Le Storie Tese sono ricche, tecnicamente ineccepibili (Christian Meyer ti adoro come non mai). Davvero una felice e lieta riscoperta.

Plini-Sweet Nothings

Ah, quest'anno mi sono dato alla scoperta di gruppi indipendenti come non mai. e nel cercare quell'artista che finalmente mi facesse sognare mi sono imbattuto in Plini, Poli-strumentista dal talento impressionante. A voler descrivere la sua Musica ci potrei perdere parecchio tempo, vi invito questa volta come in tutti gli altri casi ad andare ad ascoltarlo direttamente. Somiglia un po' agli Animals As Leader, un po' a Steve Vai, un po' ai Dream Theater, unito con molto Progressive di quello bello arioso, molto dilatato, affascinante, e che non si perde in inutili fronzoli. Davvero una grande scoperta e una felicissima sorpresa, per quello che è sicuramente uno degli EP più belli che abbia ascoltato.

Animals As Leaders-Weightless

Per uno come me, che ama alla follia il Tecnicismo e il virtuosismo, non poteva non piacermi Tosin Abasin, chitarrista dal talento Tecnico sublime. E non potevano non piacermi uno dei suoi ultimi gruppi in cui milita, gli Animals As Leaders. Qui siamo di fronte a una Band che forse non ha creato niente di nuovo, ma che quello che dice lo dice benissimo. Il nuovo Album della Band, Weightless, è stata come nel caso dei Protest una conferma, una di quelle gemme che bisognerebbe avere sempre per poter capire fino in fondo come mai il Metal Moderno delle Major faccia sempre più schifo, e di come dovrebbe essere un Bell'Album suonato bene e prodotto meglio. Djent ad altissimo livello, cambi di tempo 4 volte su 3, chitarre a 8 corde velocissime, il godimento puro per chi ama il Virtuosismo incondizionato.

Nobuo Uematsu-Distant Worlds music from Final Fantasy

Qui siamo invece al Momento Nostalgia: Sono cresciuto con Kingdom Hearts e Final Fantasy, ho amato alla follia tutte queste Saghe Videoludiche, e stranamente mi è piaciuto molto anche il 13° Capitolo del Brand Square Enix, e se c'è una cosa incredibile di Final Fantasy sono le Colonne Sonore: tutti i Capitoli di questa Serie hanno un Comparto Sonoro allucinante, degno delle migliori produzioni Cinematografiche, in alcuni casi addirittura superiori (Hans Zimmer dei miei coglioni). E il merito va tutto a Nobuo Uematsu, il compositore della maggior parte delle musiche (Probabilmente ci farò una Monografia su di lui). E quest'anno ho finalmente avuto l'occasione di acquistare la Collezione delle musiche di Final Fantasy in due volumi, e devo dirlo, riascoltare tutte le musiche che mi hanno cresciuto in questi anni è stato qualcosa di indescrivibile ed emozionante. Non potevo non mettere questa piccola gemma nella Top di quest'anno, sarebbe stato un insulto a Nobuo Uematsu e in generale a Final Fantasy.

Salmo-Midnite

Checché se ne dica, a me l'ultimo Album di Salmo è piaciuto molto, quindi ce lo metto. Non sarà il suo miglior Lavoro, non sarà piaciuto a tutti quelli che speravano in un Death USB 2.0, ma è innegabile che Midnite abbia dato uno schiaffo in faccia a tutti questi Pseudo Rapper che piacciono tanto alle ragazzette ( Come detto nella Flop Music 2013). Mi è garbato un casino, le canzoni mi sono piaciute molto, specie S.A.L.M.O., Russell Crowe e Rob Zombie. Davvero un ottimo Album.

Daft Punk-Random Access Memories

Non dirò nient'altro che non abbia già detto riguardo RAM,è probabilmente il miglior Album dei Daft Punk, ed è entrato con prepotenza nei miei Album preferiti di sempre. Non ho da aggiungere altro a riguardo.

Eminem-The Marshall Mathers LP2

E' tornato Signori, e speriamo non se ne vada più. Eminem ritorna con la sua irriverenza, il suo stile e la sua cattiveria, si è tinto di nuovo i capelli di biondo, ed è tornato il suo Alter-Ego Maligno, Slim Shady. Potente, divertente, The Marshall Mathers LP2 ci riporta negli anni 2000, quando il Rap aveva ancora qualcosa da dire. Un Grandioso Ritorno insomma.

Nitro-Danger

Mi ero completamente dimenticato di inserire anche il primo Album di Nitro, uno dei nuovi acquisti di Machete Production. Che dire di questo Disco? Come Midnite, Meglio di Midnite. Nitro ha un'energia e un'abilità nel Rap Incommensurabile, e accompagnato da tanti grandi della Muscia Rap Italiana (Salmo, Bassi Maestro) rende il tutto ancora più spettacolare. Consigliatissimo

Uff, Fanculu Mè! Anche questa Top Music 2013 si è conclusa, come al solito vi ringrazio per avermi seguito. Ovviamente condividete dove volete e commentate quelli che sono stati gli Album più belli che avete ascoltato in quest'anno. Noi ci vediamo con la prossima Classifica. CIAOCIAO

venerdì 27 dicembre 2013

Flop Music 2013

Salve, Popolo della Rete. Continuiamo la nostra camminata nell'ormai morente 2013, e finalmente torno a parlare di Musica con la Flop Music. I primi post che scrissi su questo post erano riguardo quelli che erano stati gli Album di Merda che avevo ascoltato negli ultimi 3 anni (Dal 2011 al 2013, cliccate QUI e QUI per avere un sunto delle puntate precedenti). Ovviamente però anche le successive fasi del 2013 hanno sfornato Album Orribili, di cui ho anche parlato nel Blog, e di cui non faccio a meno di dirvi sono rimasto molto deluso. Siccome sarebbe inutile e controproducente riscrivere ciò che avevo già scritto riguardo questi ultimi due Album a livello qualitativo (Sto ovviamente parlando di Hail to The King e di Dream Theater) farò un po' di ragionamenti sul come questi due Album mi abbiano fatto cagare e su come, alla fine, se ne potevano fare a meno di produrre 'ste merde. Ma prima, ovviamente, non potevo non parlare dell'Album che ci ha rotto i coglioni su Twitter per mesi e mesi, e sto ovviamente parlando di:

Emis Killa-Mercurio, Carosello Records:

Allora allora allora, parliamo un po' di Emis Killa. Emis Killa non mi piace, non mi piaceva quando non era famoso, figuriamoci ora che si è venduto per ottenere un minimo di popolarità qui in Italia, preferisco di più Fedez se devo essere sincero, perché mi fa divertire, mi fa ridere. Ho trovato ridicola e vergognosa la sua partecipazione al BET, e ancora più vergognosa e offensiva l'uscita di Ed Lover (Chi cazzo è?)
che almeno per me ha un valore molto razzista. Ma vabbè, facciamo che dimentichiamo tutta questa faccenda, e concentriamoci su Mercurio. Mercurio è molto povero, non mi è piaciuto per niente, non potevo aspettarmi chissà che, però, da uno che nel Free Style spaccava i culi (è un dato obiettivo non ci posso fare niente) mi aspetto sempre una cosa interessante, nonostante si sia venduto. Purtroppo il buon Emis ha fatto leva sulle ragazzine che lo seguono, e ha fatto una mezza cagata. Detto ciò, vorrei soffermarmi sul fatto che non solo Emis Killa, non solo Fedez, non solo Moreno, non solo Marracash e Fabri Fibra, ma un po' tutto il mondo del Rap, Underground o no, sta diventando di dominio delle ragazzine. E' una cosa allucinante, non dico che non sia positivo, per carità, ognuno ha i suoi gusti, quando incontro una ragazza a cui piace Salmo me ne felicito anche io, però quando le bimbette di Scuola Media si strappano i capelli o cazzate di questo tipo mi viene in mente che queste cose le mie compagne di classe lo facevano quando vedevano Zack Efron in un Film. Fate un po' di calcoli e capirete di che opinione sono riguardo a 'ste ragazzine.

Avenged Sevenfold-Hail to The King, Warner Bros. Records

Oramai il dado è tratto, inutlie continuare a dire che di quest'Album potevamo farne a meno, che se avesse avuto almeno altri due anni sicuramente sarebbe uscito qualcosa di carino, che gli Avenged sono morti e sepolti, che si sono venduti. Tutto questo amici miei è verissimo, ma ragioniamo per l'ennesima volta su un fattore che, Cascasse Il Mondo, affronto sempre nel mio Blog: I FAN. Dopo l'articolo su Hail to The King e sulla Monografia degli Avenged mi sono arrivate le peggio cose su FaceBook: "NON CAPISCI UN CAZZO DI MUSICA! MANGIA DUBSTEP A TRADIMENTO COME OSI PARLARE DI HEAVY METAL? SE NON HAI PRODOTTO UN DISCO CON ALMENO UN MILIONE DI DOLLARI DI PRODUZIONE NON SEI NESSUNO!". Questa è veramente nuova, cosa diavolo significa, che adesso tutti i recensori di Musica e di altri Campi devono aver prodotto un Album, e allora possono parlare male di un Album? Non mi esprimerò più su HttK, non mi piace, mi ha deluso, è un Plagio spudorato ai Metallica e ad altre Band, e non ha niente, e ribadisco NIENTE, di quello che avevano i vecchi Album degli Avenged. PUNTO. E i Fan dicono che è meraviglioso e inventivo al massimo. Madò quante cazzate. La cosa positiva? Che questa è davvero l'ultima volta che parlerò di quest'Album, ogni volta che ne parlo mi viene l'orticaria.


Dream Theater-Dream Theater, di Roadrunner 

Qui per fortuna non ho avuto molti dissensi, tutti sono stati del parere che Dream Theater, è un Album che non doveva esistere. Io ormai sono convinto di una cosa, ovvero che i Dream Theater hanno già dato, e che qualunque altro Album che pubblicheranno nei prossimi anni, a meno che non ritrovino l'ispirazione (E LA VEDO MOLTO DURA), sarà banale, scialbo e complessivamente povero di idee. Un consiglio ai Dream Theater (Tanto non leggeranno mai 'sto post ma tentar non nuoce): Non fate più Album, continuate a fare milioni e milioni di Tour per tutto il Mondo, ma vi prego, BASTA fare Album in cui non date niente di nuovo se no la solita roba del cazzo, lo avete dimostrato che siete bravi, avete fatto un Album che è una Meraviglia, basta, non dovete dimostrare più niente. Detto ciò Popolo della Rete, il mio parere su quest'Album è rimasto invariato e immutato, ovvero fa schifo. Davvero un gran peccato, dato che come detto da qualche parte il precedente Album, A Dramatic Turn of Events, mi era piaciuto parecchio.

Bene Bene Bene, o Popolo della Rete, io ho concluso la Flop Music 2013, non mi resta che rimandarvi alla Top Music 2013, augurarvi tantissimi auguri per le feste, e di condividere dove volete il post. Ovviamente ditemi quali sono state le vostre delusioni Musicali e non,. CIAOCIAO


giovedì 19 dicembre 2013

L'Attacco dei Giganti ha rotto il Ca#+O!!!

Salve Popolo della Rete. Oggi torno a fare dei post dove non curerò niente, non metterò immagini, insomma farò un post alla vecchia maniera, scrivendo e basta. Inutile dirvi di cosa parlerò oggi, lo avete letto nel titolo, oggi parlerò dell'Attacco dei Giganti. Allora, facciamo una premessa, perché probabilmente qualcuno mi prenderà a calci: L'Attacco dei Giganti mi piace, è un buonissimo Manga, come non se ne vedevano da parecchio tempo, è il terzo nella mia classifica dei Manga Rivelazione del 2012 (1° posto: Medaka Box, 2° posto: Tokyo ESP, 3° posto: L'Attacco dei Giganti) ed è un Manga che seguo veramente con piacere per la sua vena Splatter molto cruda e senza mezzi termini e per il suo modo di approcciarsi ai lettori. Fin qui nulla di speciale, solo che c'è un piccolissimo difetto... STO LETTERALMENTE ODIANDO L'ATTACCO DEI GIGANTI. Il problema è sempre dettato da quei mie vecchi amici che mi stanno sui coglioni, esatto, i Fan, che essendo Fan in quanto tali Fanseggiano, e si mettono a dire che è il miglior Manga mai uscito sulla faccia della Terra. Sì, COME NO. Purtroppo si torna a parlare sempre dello stesso discorso alla fine, ovvero di quanto non sopporti la passione troppo radicata nelle persone. Sì certo, L'Attacco dei Giganti è un bel Manga, come non se ne vedevano da parecchio tempo (Purtroppo. Se volete capire di cosa sto parlando cliccate QUI), ma non basta essere qualitativamente al di sopra della media (BASSA) dei Fumetti Nipponici per essere definito "CAPOLAVORO". Si abusa troppo della parola Capolavoro nelle cose, non solo nei Fumetti, ma in generale, del tipo "QUESTA BISTECCA E' UN CAPOLAVORO" o "QUESTO TAGLIO DI CAPELLI E' UN CAPOLAVORO" (Esempi molto esagerati, ma non così tanto distanti dalla realtà in fondo) si tende a definire ciò che ci piace un Capolavoro, solo perché ci piace. Adesso direte "Hai scoperto l'acqua Calda". Sì, ho scoperto l'acqua calda, e non mi nascondo. Anch'io dico che Medaka Box è un Capolavoro, perché molto probabilmente mi piace molto come Manga e quindi sono influenzato, ma il problema di base che sta ne L'Attacco dei Giganti è che questo inneggiare il Manga a Capolavoro lo sta conducendo alla Morte, Il botto di vendite che ha avuto quest'opera è stato allucinante, e a causa di questa ossessione dei Fan l'autore ha deciso di trasformare il Finale TRAGICO dell'opera in un finale alla Dragonball. Ce l'avete presente com'è Dragonball no? Ecco, immaginate la stessa incazzatura che avete avuto alla sua fine e spostatela ne L'A.d.G. Risultato, UNA MERDA. E questo per colpa di chi? Per colpa dei Fan, che hanno intasato Facebook con tutte le possibili rivisitazioni della sigla dell'Anime, con il rompimento di coglioni su quanto l'Anime sia meglio del Manga quando in realtà è una mezza merda, su quanto è figo il movimento tridimensionale, BASTA! BASTA CAZZO!!! Ringrazio sempre che Medaka Box non abbia mai avuto un pubblico vastissimo qui in Italia e nel Mondo, almeno lui si è salvato. E' diventato talmente un fenomeno di massa che oramai è solo questione di tempo prima che si smerdi completamente, e lo stile di disegno non aiuta nemmeno. Ma tanto ci saranno sempre i Fan che diranno che è un CAPOLAVORO, quando in realtà non lo è, o meglio, lo sarebbe stato, se non avesse avuto questo seguito di Giappominkia allucinante. Volete leggervi un vero CAPOLAVORO Moderno nei Manga? Ma leggetevi HunterXHunter e One Piece, appassionatevi a Shaman King, a Full Metal Alchemist, a Medaka Box, a Samidare, a Trigun, questi sono CAPOLAVORI che leggi sempre e non ti stanchi mai. Non dico i Classici che se no non finisce più la lista. Comunque Popolo della Rete questo è stato il mio sfogo personale su L'Attacco dei Giganti. Abbiate pietà di me e ci vediamo a un prossimo post. CIAOCIAO

domenica 15 dicembre 2013

MANHWA - THE BREAKER NEW WAVES

Sapete, Popolo della Rete, ho sempre etichettato i Manhwa (I Fumetti Coreani) come un prodotto di scarto che non meritava di essere letto, come un brutto esperimento dei Coreani di imporsi sul mercato Fumettistico, come dei Manga per gli Alternative-Radical Chic. Dopo un po' di anni mi sono reso conto di aver detto una Marea di Stronzate, una più Stronzata dell'altra per giunta.

COME IMMAGINAVO FOSSERO I MANHWA

COME SONO I MANHWA IN REALTA'

 Con questo non sto dicendo che i Manhwa sono la strada da prendere per riuscire a trovare un prodotto Fumettistico Orientale che non sia il solito Battle Shonen del Cazzo o lo Shojo di Merda uguale a tutti gli altri, ma vorrei sottolineare quanto, alcune volte, i Manhwa riescano ad avere un livello qualitativo Pari o Superiore a quello dei Manga. Nonostante titoli validissimi usciti questi anni (Swordsman, Rebirth, Defense Devil sono solo alcuni) non ho mai avuto l'occasione giusta per riuscire a prendere un Manhwa sin dal primo numero. Per fortuna in mio soccorso arriva la Star Comics con The Breaker-New Waves

The Breaker-New Waves è un Manhwa scritto da HueyOyong (Geuk-jin Jeon) e disegnato da UoNiKiyun (Jin-Hwan Park), Pubblicato in Corea dalla Daiwon, qui in Italia portato appunto da Star Comics. E' un Seinen di Arti Marziali ed è il seguito di The Breaker, scritto e disegnato dagli stessi autori. Come al solito, recensiamo i 4 Punti Fondamentali di quest'opera, ovvero Trama, Disegno, Dialoghi ed Edizione.

Trama: E' passato un po' di tempo da quando Yi-Shioon è entrato nel Mondo del Murim e da quando il suo Maestro li ha distrutto il Chi (Il centro della sua energia spirituale per quelli che non lo sanno). Ora Shioon affronta una nuova esistenza fatta di Clan che cercano di ucciderlo perché rancorosi nei confronti del suo Mentore, responsabile della morte di molte personalità di spicco dell'Alleanza. La trama come avete potuto leggere parte da un'idea molto ma molto semplice, e ci presenta un cast molto allargato rispetto alla prima serie, tra tutti spicca la guardi del corpo di Shioon, Jin, una ragazza esperta di Arti Marziali e "Stranamente" molto procace. Per adesso non posso dire nulla riguardo lo sviluppo,non ho letto la prima serie e sono solo usciti 2 volumi di cui  io uno acquistato, ma dalle premesse sembra proprio che si svilupperà bene e che le cose si faranno molto interessanti. Ci ritornerò quando la Serie entrerà in pieno regime. Per ora ha grandi potenzialità.

Disegno: Lo stile di Disegno è molto molto carino. Ricorda molto da vicino Shirow Miwa (Autore di Dogs-Pallottole e Sangue) e Ajime Segawa (Ga-Rei, Tokyo ESP. A proposito, tra poco farò un Focus On su Tokyo ESP). Molto bello, estremamente dinamico, molto ricercato nei dettagli, pulito, dalle linee semplici, davvero indiscutibile. Cosa molto gradita anche il Fanservice, che non guasta mai EH.



CHISSA' PERCHE' QUANDO PARLO
DI FUMETTI FINISCE SEMPRE IN 
TETTE E CULI

Dialoghi: Devo essere sincero, mi è piaciuto veramente tanto leggere The Breaker New Waves. Lo sceneggiatore sa scrivere veramente bene, azzecca tutti i tempi comici, i tempi dell'azione, davvero pare inspiegabile come riesca a intrattenerti dannatamente bene. E non è che c'è qualcosa di innovativo (Chi cerca l'innovazione nei Fumetti Orientali sta cercando il Sacro Graal per quel che mi riguarda) ma trovi un sacco di cose che ormai mancano nei Manga. Davvero stupito.

Edizione: Che dire dell'Edizione? Siamo arrivati a un buon livello di qualità prezzo con la Star Comics, difficilmente ormai fa edizioni brutte (E guarda cosa quale edizione me l'hanno fatta di merda? Sì, Shaman King Perfect Edition). Un formato bello grande, delle stesse dimensioni di Jojo "Pocket" Edition per capirci, pagine poco trasparenti e ruvide, inchiostro di buona qualità, sovra copertina, a un prezzo tutt'altro che alto, 5,50€, che per un mese mi pare si trovava pure in offerta a 1,90€, UN AFFARE! (E indovinate un po' chi l'ha preso a 1.90€? Esatto, Io) Veramente una bella edizione, non c'è che dire

Considerazioni Finali: Allora, tirando le somme, la mia prima esperienza con i Manhwa è tutto sommato andata bene. Consiglierei The Breaker New Waves? Sicuramente, è un Fumetto di intrattenimento che intrattiene alla grande, cosa che molti Manga ormai non sanno fare. Una piacevolissima sorpresa che continuerò con piacere a seguire.

Bene, Popolo della Rete, questa è la (Pseudo) Recensione di The Breaker-New Waves. Come al solito mettete un bel +1, condividete, commentate, fate quel che volete. Noi ci vediamo al prossimo Post. Ciaociao

venerdì 13 dicembre 2013

Top Manga 2013

Ok, Popolo della Rete. Abbiamo detto che quest'anno è stato lo strapotere della Marvel a segnare le mie letture Fumettistiche , ma sul versante Manga?

UN IMMAGINE VALE PIU' DI MILLE PAROLE

Quest'anno è stato dannatamente povero di novità, poche novità annunciate, tante stronzate che so già di non prendere, riedizioni che si speravano venissero annunciate al Lucca Comics slittate per l'ennesima volta a data da destinarsi

CHI HA DETTO 20th CENTURY BOYS?!
CHI CAZZO HA DETTO FULL METAL ALCHEMIST?!

Ma nonostante la penuria di quest'anno sono usciti alcuni MANGHI molto interessanti e validi, oltre che a vari Fumetti Nipponici molto belli usciti uno o due anni indietro e ai grandi classici che ho recuperato. Andiamo a vedere infine la Top 10 Manga 2013

 10 - Jumbor Safety Edition, di Hiroyuki Takei, Star Comics

 Jumbor è quanto di più bello si possa trovare sui Mecha contemporanei. Il concept dietro alla creazione dei guerrieri meccanici di Takei è qualcosa di incredibile e dannatamente innovativo, ma allo stesso tempo tremendamente citazionistico (Go Nagai  concepì l'idea del robottone guidato da un uomo sognando una macchina che si alzava in piedi e cominciava a camminare, e indovinate un po', qui i Robot sono vere e proprie macchine con le gambe e le braccia). Purtroppo questo Manga non è proprio adatto a tutti, bisogna amare lo stile grafico di Takei ed essere amanti compulsivi dei Mecha, come il sottoscritto, la storia non è proprio eccezionale, e Buron è fin troppo simile a Goku a livello caratteriale. In ogni caso se siete appassionati di Mecha e amate lo stile Cyber Punk di Takei, Jumbor è quello che fa per voi

                      9 - Eureka Seven, di BONES, Jinsei Takaoka e Kazuma Kondou, Planet Manga

E qui saltano le bestemmie, "MA IL MANGA DI EUREKA SEVEN E' UNA MERDA!!" "NON CAPISCI UN CAZZO DI MANGA!!". Bambini miei, come ho detto prima amo i Mecha alla follia, e di conseguenza adoro Eureka Seven, uno dei migliori prodotti di BONES, famosissimo Studio di Animazione Giapponese, quindi perché non prendere il Manga di un Anime che ho amato tantissimo? Infatti il Manga di Eureka Seven è davvero davvero valido, con bellissimi disegni, fedelissimi alla serie animata, scene di combattimento spettacolari, una Trama ri-visitata che riscrive in gran parte quanto detto nella serie animata e un Finale strappa lacrime e commovente rendono questo Manga una vera e propria perla. Inoltre vorrei fare un plauso a Planet Manga che una volta tanto riesce a fare un'edizione perfetta e priva di difetti. Ovviamente essendo Planet Manga è divenuta introvabile, ma se riuscite a beccarla, vi ritroverete un gran bel Fumetto in un eccellente edizione.

8 - Cyborg 009, di Shotaro ISHInoMori, J-Pop

Che dire di Cyborg 009 che non si è già detto? Immaginate un Plot con Sfondo Storico la Guerra Fredda, mescolateci un gruppo di 9 Astro-Boy potentissimi e virtualmente imbattibili, inzuppateci una critica feroce alla guerra e al razzismo, infarcitelo con un sacco di Fantascienza e otterrete uno dei più bei Manga Classici della Storia. Cyborg 009 ha pochissimi difetti, che nel complesso sono irrilevanti, ma che possono incorrere in pesanti critiche: per esempio lo stile di scrittura ormai è un po' datato, troppo lungo e prolisso per un Manga, lo stile di disegno poi non è invecchiato proprio bene, e la PESSIMA edizione della J-Pop con vignette microscopiche non rendono giustizia ad uno dei Manga più significativi di sempre. In ogni caso è un Manga da avere ed amare.

7 - Chrono Crusade, di Daisuke Moryiama, Magic Press
 

Ah voi non sapete quanto ho aspettato prima di acquistare Chrono Crusade, avevo paura di ritrovarmi una stronzata apocalittica, e invece... Invece mi sono ritrovato uno dei migliori Manga contemporanei di sempre. La fedeltà Storica degli anni '20 è stata completamente stravolta per poter mettere in scena una lotta tra uomini e demoni in cui protagonisti, Rosette e Chrono, combattono per la salvezza dell'umanità. Bellissima opera piena di citazioni a Trigun e Hellsing (Chrono Crusade venne pubblicato su Shonen Gaosha, la stessa di Trigun e Hellsing) e bellissimi disegni sono impreziositi da un'edizione meravigliosa della Magic Press. Davvero bellissimo, l'unico difetto è uno solo, DURA TROPPO POCO.

6 - Tokyo ESP, di Hajime Segawa, Planet Manga

Questo è stato il Manga rivelazione di quest'anno. Non li avrei dato nemmeno un Euro a Tokyo ESP, e invece zitto zitto si è rivelato una goduria pazzesca e una lettura piacevolissima. Trama articolata e meravigliosa, bellissimi personaggi, un bellissimo stile di Disegno, tantissime citazioni al Cinema, insomma, un Fumetto assolutamente magnifico. Purtroppo l'edizione è Planet Manga, quindi si smerda come un niente, ma è un problema di secondo piano in confronto al tesoro che avrete tra le mani. Tokyo ESP, il Manga rivelazione. Forse più dell'Attacco dei Giganti.

5 - Zetman, di Masakatsu Katsura, Star Comics

Zetman. Questo Manga, a mio parere, è IL Seinen Fantascientifico per definizione. Masakatsu Katsura qui si diverte come non mai, ci mette tutto il suo erotismo che abbiamo letto in tante altre sue opere (Video Girl Ai, M) e ci infila dentro Kamen Rider, Mostri Mutanti creati in laboratorio, un personaggio alla "Devilman" (Ragazzo puro con un potere spaventoso al suo interno) una Trama complessa e articolata e un Character Design semplicemente MERAVIGLIOSO. Questo Manga è da leggere e amare, una delle Punte di Diamante di Ultra Jump, Nonché uno dei migliori Seinen di sempre.

4 - Shaman King Perfect Edition, di Hiroyuki Takei, Star Comics

Ah, Shaman King, Shaman King. Takei ha superato se stesso in quest'opera, regalandoci uno dei Migliori Manga degli ultimi 20 anni, sottovalutato da tutti quanti per la pessima Serie Animata, per niente fedele al prodotto originale. Shaman King è una poesia, un connubio di tutte le civiltà e le culture che vengono a mescolarsi in un unico grande desiderio: trovare la Felicità. E' sempre molto bello riuscire a trovare, tra un Bleach e un Fairy Tail, un Manga come Shaman King che sappia toccare anche le corde del tuo animo, in maniera del tutto sincera e naturale. Shaman King, signori miei, il viaggio più bello che abbia fatto tra le pagine di un Fumetto.

3 - Bastard!! Kanzenban, di Kazushi Hagiwara, Planet Manga

Come dite, "Sono un Coglione"? Sì probabilmente sì, perché ho messo un Manga che avevo già letto tanti anni fa? E poi, perché metterlo ad una posizione così alta, surclassando opere di indiscutibile valore? Beh, MA PERCHE' E' BASTARD!! PUTTANA VACCA!!! ED E' BASTARD!! KANZENBAN!!! Porca Troia ho aspettato 1 Anno intero per poter mettere le mani sulla mia copia di questa ri-edizione, e devo ammettere che non sono stato deluso. Per me aver riletto le avventure di Dark Schneider è stata una sensazione incredibile, non mi divertivo così tanto a leggere un Manga dai tempi di Sket Dance. Sapete cosa penso di Bastard!!, lo reputo uno dei migliori Manga di sempre (Per chi si fosse perso l'articolo eccolo QUI) quindi era anche scontato che  quest'anno si sarebbe beccato una posizione bella alta nella mia Top.

2 - Le Bizzarre Avventure di Jojo-Diamond is Unbreakable, di Hirohiko Araki, Star Comics

Diamond is Unbreakable! Per me, la quarta Serie di Jojo è in assoluto la mia preferita: Mazzate senza ragione con una dose di Strategia Stand allucinante, un protagonista impressionante e tremendamente cazzaro, uno dei migliori cattivi di sempre, Yoshikage Kira, tantissimi nuovi Stand e tanti, tanti misteri. Una gioia completa che riuscirà a soddisfare le esigenze di qualunque lettore. PUNTO.

1 & Best on Going Series - Medaka Box, di NisiOisiN e Akira Akatsuki, GP Manga

Medaka Box. Ah cosa non è questo Manga? Metanarrazione, Cambi di protagonisti, Metafumetto, riferimenti e citazioni ad altri Manga di Jump, Combattimenti strategici alla HunterXHunter e alla Jojo, Snaturazione dei Cliché tipici dei Manga Shonen, poteri "Bizzarri", personaggi carismatici e incredibili, un susseguirsi impressionante di generi differenti atti a creare un unico Mondo, l'incredibile Mondo di Medaka Box. Ah, e non dimentichiamoci del miglior antagonista di sempre, l'incredibile Misogi Kumagawa

A PROPOSITO, CONGRATULAZIONI!

Medaka Box è probabilmente lo Shonen DEFINITVO, il Migliore del suo genere per quel che mi riguarda, pochissimi riescono a competere con lui. Leggetelo, Amatelo, perché questo Manga ha tutto, ma proprio tutto quello che un buon Manga dovrebbe avere. NisiOisiN si è dimostrato per l'ennesima volta uno dei migliori scrittori di sempre.

BENE BENISSIMO, Popolo della Rete, questa è la mia personalissima Top Manga 2013. Ma prima di concludere e di rimandarvi a un prossimo Post, un piccolo ragionamento:
In questa Top ci sono stati ben 4 Manga di Robot (Jumbor, Eureka Seven, Cyborg 009 e Zetman)
di cui 3 usciti parecchi anni fa, abbiamo avuto una doppietta di Takei, al terzo posto abbiamo avuto un Manga uscito tantissimi anni fa, al primo posto Medaka Box che sta continuando, e al settimo una serie conclusa ormai da parecchi anni, e infine un solo Manga moderno, Tokyo ESP. La domanda che mi faccio adesso è, ma le case editrici che minchia stanno combinando?

DIREI CHE ANCHE STAVOLTA UN'IMMAGINE
VALGA PIU' DI MILLE PAROLE

giovedì 12 dicembre 2013

Flop Manga e Comics 2013

Buongiorno a tutti, Popolo della rete. O Buonasera, per chi sta leggendo di sera. Oggi tirerò le somme generali di questo 2013, e quale modo migliore di tirare le somme se non facendo una Top e una Flop?
 
LO FANNO GIA' TUTTI!!!

Lo so che è una cosa che fanno tutti quanti, in ogni caso fottendomene altamente del pensiero generale ecco a voi la Flop Manga e Comics del 2013!!! YEAAHHH!!!
(Piccola premessa che è d'obbligo scrivere ogni santissima volta: questa classifica è altamente personale e non è scritta da un recensore, ma da un appassionato, quindi cagate poco il cazzo, INOLTRE, questa Flop è mista perché di Manga e Comics brutti non ne ho letti molti, quindi ho risparmiato)

Direi di partire dai Comics Amerigani, quelli che mi hanno cresciuto fin dalla più tenera età, e il genere fumettistico che più preferisco, visto che è stato il primo. Non potevo non essere contento del Marvel Now, il rilancio delle maggiori testate della casa delle idee che consolidava una cosa nota e arcinota da tempo: La Marvel vince sulla DC in tutti i campi. PUNTO!
IMMAGINE DIMOSTRATIVA DELLO STRAPOTERE
MARVEL

Nonostante ciò purtroppo ci sono i nervi scoperti che tutti hanno in bella vista, e quelli che ho trovato nel Marvel Now sono Due, e Avoglia se sono testate poco riuscite: Iron Man di Kieron Gillen e Grag Land e Avengers Assemble di autori vari.


Purtroppo parlare male di Greg Land è come sparare alla Croce Rossa (Citazione di un Tizio qualunque, non so chi sia...) perché lui, insieme a quel vecchio marpione di Rob Liefeld rappresentano il punto più basso del disegno, non solo Americano, ma anche Mondiale.

A PROPOSITO, MERRY XMAS

 Ma oltre all'orribile "Stile" Grafico di Land

ALCUNE SCENE MOLTO DIVERSE TRA 
LORO EH, MOLTO DIVERSE

Ci troviamo a 2, anzi a 3 Archi narrativi MOOOLTO poveri. Gillen è sicuramente un ottimo scrittore, lo dimostra il suo Young Avengers che è un gioiellino, ma in Iron Man si vede che le capocce che stanno in alto hanno messo il loro inconfutabile zampino: Esce il nuovo Film di Iron Man? Ci mettiamo Extremis per invogliare l'acquisto! Ci vuole Iron Man nei Guardiani della Galassia? Facciamo un Arco Narrativo in cui si trova nello Spazio. Per non parlare poi delle Origini Segrete di Tony Strak... DIO!!!

NON LUI, MA CI RITORNEREMO

In conclusione, davvero una brutta Testata... Se non fosse per il fatto che dopo questi 3 Story Arc orribili (CAFFOCOMEPARLOBENEL'INGLESE)
la serie di Iron Man ingrana alla GRANDE e comincia a sparare un sacco di colponi (Molto probabilmente la riprenderò con All New Marvel Now). Molto probabilmente la peggior testata Marvel Now in circolazione, almeno per tre Archi Narrativi buoni. Infine Avengers Assemble, scritta e disegnata da autori vari, che ha il grandissimo difetto di lasciare un sapore insipido nei pensieri dei lettori. Nonostante i primi capitoli siano stati disegnati dal meraviglioso e Italianissimo Stefano Caselli (Che guarda caso disegnerà Avengers World di Hickman) tutto il resto è un grandissimo concentrato di NOIA, NOIA E ANCORA NOIA

RIESCO A SENTIRE IL BUON VECCHIO CALIFFO 
IN LONTANANZA
Insomma un potentissimo sonnifero che riesce a stendere chiunque. Non che qualcuno riponesse grandi speranze in questa testata, ma almeno un piccolo sforzo per renderla carina no? In ogni caso questi sono gli unici Comics che non mi sono piaciuti e che ho letto.

Parlando invece dei MANGHI la situazione è il VUOTO PNEUMATICO TOTALE E TOMBALE. Ce ne sono stati pochi, nessuno dei nuovi mi ha entusiasmato, qualcuno mi è piaciuto, ma tra tutto l'anonimato Fumettistico Giapponese c'è stato un Manga, QUEL MANGA, tratto da un opera nota s tra nota tra tutte, che mi ha fatto letteralmente girare i COGLIONI al contrario, e sto parlando di I Cavalieri dello Zodiaco The Lost Canvas Extra, di Shiori Teshirogi


Chiariamo una cosa, adoro Saint Seiya, odio come qualunque appassionato dei CAVAGLIERI il Manga originale, non sopporto il Next Dimension, e non andrò a vedere i Film in CG, ma questa serie speravo si assestasse sui buoni livelli di The Lost Canvas... Non è stato così. T.L.C. Extra è molto altalenante, a storie molto carine si accostano altre bellissime, fra tutte quella di Manigoldo è stata meravigliosa. Ma tutto il resto è vergognoso, Davvero. Una serie che ho deciso di stoppare e che forse, in un lontano futuro riprenderò. Vi basti pensare che ad un certo punto della storia di Cardia ho pensato: Oh, ma che cazzo c'entrano i Maya con i Cavalieri dello Zodiaco? Vuoi Vedere che è un Cross-voer con Voyager e Mistero?

AI CONFINI DELLA SCEMENZA

Bene, Popolo della Rete, questa è la mia personalissima Flop Manga e Comics, fatemi sapere cosa non vi è piaciuto in questo 2013, sarò felicissimo di parlarne insieme a voi. Noi ci vediamo con le Top Manga, Comics, Film, VideoGames e Musica. Ovviamente un +1 è sempre ben accetto. CIAOCIAO