Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

venerdì 15 novembre 2013

MAKEN-KI!-LA DECADENZA DEI MANGA ECCHI

Annunciazione Annunciazione Popolo della Rete! Finalmente, dopo Eoni di attesa, sono TORNATO!!! YEAH!!! WOHOOO!!! Beh, dopo questi inutili convenevoli, è ora di cominciare tornando finalmente a di ciò di cui mi piace parlare, ovvero Musica, Fumetti e robaccia varia. Bene, iniziamo subito parlando di un Manga che sto seguendo ultimamente, Ovvero Maken-Ki!...
Mai sentito parlare? Beh, tranquilli, non vi state perdendo la perla dell'anno se non lo conoscete.
                                                                                                  Maken-Ki! è un Manga scritto e disegnato da Hirumitsu Takeda, Pubblicato da Kadokawa Shonen in Giappo-Landia ed edito qui in Italia da Planet "Dannata" Manga. I depravati (Come il sottoscritto) sapranno benissimo che genere di Manga è abituato a scrivere (e soprattutto disegnare) il buon Takeda... Per chi non lo sa è principalmente un autore Hentai, ecco. Viene naturale pensare quindi che Maken-Ki! faccia parte di quel filone tanto amato e tanto odiato chiamato "Battle Ecchi". Dopo questa piccola presentazione, passiamo subito a parlare del Manga, suddividendo questa sotto specie di recensione in 4 punti Principali: Trama, Disegni, Dialoghi, Edizione.
                                                                                                                                                                           

Trama: Takeru è un ragazzo dalla mente molto perversa che si ritrova dopo le medie ad affrontare la vita da Liceale con la sua vecchia amica di infanzia (E stranamente molto procace) Haruko presso un Istituto che
Haruko
fino a poco tempo fa era precluso ai giovinastri... Inutile dirvi che questo Escamotage narrativo serva solo ed unicamente a farci vedere una quantità di tette e culi esorbitante. La Trama per i primi volumi va avanti un po' trascinata e a strattoni, con nient'altro che capitoli auto-conclusivi dall'Umorismo alquanto banale e sciatto. Già, perché di opere come Maken-Ki! ormai il Mercato ne è pieno, ma dove sta il punto di forza nella trama? Stranamente, si trova nei personaggi che, nonostante siano i classici Cliché tipici di queste opere,  dalla professoressa e Medico della Scuola Porca e Allusiva, alla Kunoichi fissata con il Cosplay e i Manga, a quella senza tette ma dal carattere deciso, sbarazzino e da Tsundere, ai vari protagonisti maschili uno più perverso dell'altro, ma dall'animo gentile, sanno intrattenere bene in quelle 20/30 pagine a capitolo, e qualche volta riescono perfino ad immergere il lettore nel Mondo creato da Takeda. Faccio a meno di dirvi che le situazioni più interessanti sono quelle di Combattimento e quelle Ecchi, più o meno riuscite a seconda delle occasioni. Trama piuttosto banale e scontata quindi, di cui si sa già come andrà a finire, ma nonostante tutto piuttosto piacevole e che fila liscio. Ah, dimenticavo, menzione speciale alla Preside del Liceo, che caratterialmente è uguale spiaccicata a Medaka Kurokami, la protagonista di Medaka-Box.




TROVATE LE DIFFERENZE






Disegni: Arriviamo al comparto migliore di questo Manga, ovvero i disegni: Molto semplici, dallo stile iper-moderno e Giappominkioso, molto dinamico nelle scene di combattimento... Certo, se solo il Character Design fosse all'altezza. Il problema dei protagonisti di Maken-Ki! è che sono uguali in tutto e per tutto ai vari protagonisti/e delle Opere precedenti del Mangaka, con in più l'aggravante che non sono mai immischiati in scene di sesso. Ovviamente quest'autore non brilla per un Character Design incredibile, ma quello che fa lo fa bene, ECCOME se lo fa bene. Inutile dirvi che le scene di Ecchi sono un tripudio di Fanservice ancestrale, con tutto quel che potrebbe piacere a un giovincello che si affaccia per la prima volta a questo tipo di Fumetto. In ogni vignetta c'è sempre una situazione in cui poter vedere i corpi delle protagoniste in pose molto provocanti. Inutile, non c'è nient'altro da dire su questo frangente.


Il Cast principale di Maken-Ki!, con ciliegi in fiore per attenuare
la depravazione

ECCO, SI PARLAVA DI DEPRAVAZIONE...

QUA INVECE ABBIAMO RAGGIUNTO
L'APICE... MI BLOCCHERANNO IL BLOG...


Dialoghi: Arriviamo invece a uno dei lati meno riusciti dell'opera, i Dialoghi... Certo, non potevamo aspettarci
Kodama (L'Esper senza
tette)
niente di che da un autore di Hentai (Vista la molta fantasia che bisogna avere in quel genere sul fattore Dialoghi... EH) ma nonostante siano cose lette e stra-lette, non raggiungono mai il vergognoso per nostra fortuna. In certi frangenti le battute e le situazioni comiche riescono nell'impresa di strappare qualche risatina ogni tanto, e nella maggior parte dei casi riescono a intrattenere per tutto il volume. Niente di più, niente di meno.







Edizione: Come c'era da aspettarsi da Planet Manga, l'edizione presenta condizioni altalenanti: se in un primo volume avevamo una copertina più o meno flessibile, nel secondo volume ci troviamo di fronte a un
La Dottoressa porca
MATTONE illeggibile e durissimo e dall'impaginazione fatta col buco del culo. Ovviamente la qualità cambia da regione a regione, come da tradizione della Casa Editrice più odiata d'Italia. La carta è di media qualità nonostante tutto, l'inchiostro lascia poche traccie, insomma il classico Volume da Edicola della Planet. Un prezzo tutto sommato nella media (4.50€ a volume, per un formato 13x18 cm di più o meno 200 Pagine) permette di seguirlo senza dover dare un rene o qualche centimetro di pene. Insomma, promossa con la sufficienza Diplomatica.





Considerazioni Finali: Bene, Popolo della Rete, siamo arrivati alla conclusione di questa Pseudo-Recensione. Cosa dire di più riguardo a Maken-Ki!? Sicuramente è un Manga banalotto, con una trama e dei personaggi ormai visti e stra-visti nel panorama fumettistico Orientale, che fa la sua forza sul Fanservice spudorato e su situazioni molto Ecchi, insomma uno dei tanti cloni di Ikki Tousen. Ma allora, perché prendere Maken-Ki!? La risposta, amici miei, non so darvela. Io lo seguo e lo compro semplicemente perché volevo avere, tra la mia collezione, un' opera prettamente Ecchi, e siccome volevo ringraziare il buon Hiromitsu Takeda per avermi intrattenuto negli anni della pre-Adolescenza e siccome To Love Ru non mi è mai piaciuto, ho deciso di prendere questo Manga. Forse la risposta sta anche nel fatto che Maken-Ki!, forse, è il punto più profondo che questo genere abbia raggiunto, il simbolo della Decadenza dei Manga Erotici, Il Gradino più basso insomma. È Emblematico infatti che proprio un autore Hentai, che ha sempre fatto Hentai, si metta a scrivere e disegnare un Manga come Maken-Ki! Io la vedo in questa maniera, e sinceramente non è nemmeno tanto lontana dalla realtà dei fatti. Sicuramente è un ottimo trampolino di lancio per immergersi in opere decisamente migliori (Chobits sopra a tutti) e anche una lettura piuttosto piacevole e facilona, la Classica "Lettura Da Cesso" (EH EHM, Da Cesso... Fap Fap). Quindi, se volete avere un Ecchi senza una Trama molto complicata ma piacevole da seguire, se siete dei Pervertiti e dei Depravati e vi piaccione le Poppe giganti, o se amate le Poppe e Basta, vi consiglio di Prendere Maken-Ki! In caso contrario, potete anche farne a meno.

Bene Benissimo, Popolo della rete! Io ho finito, come al solito vi invito a commentare, a condividere questo articolo su tutte le piattaforme che vi vengono in mente, e ovviamente anche ad iscrivervi al Blog. CIAOCIAO e al prossimo Articolo!

1 commento:

  1. Per questo genere di produzioni ho avuto sempre e solo una parola: "lammerda" XD.
    O.K. gli hentai, ma questi non sono ne carne ne pesce. Poi se basta fare la 7°-9° di reggiseno per sollazzare allora siamo a posto! Mah! Non capisco perché da 10 anni circa ci si butti su queste "sproporzioni"! Mah!

    RispondiElimina