Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

giovedì 15 agosto 2013

Meglio e Peggio (musicalmente parlando) 2011/2013 - Considerazioni finali

E infine siamo giunti alle conclusioni riguardo ciò che è uscito a livello musicale dal 2011 al 2013. La prima cosa che salta subito all'occhio è che nel Peggio c'è più merda che negli anni precedenti, e che soprattutto il Peggio è peggiorato, e il Meglio non è migliorato, perché nel Meglio c'è per la maggior parte gruppi e artisti che hanno tantissimi anni di esperienza alle spalle, e pochissimi nuovi arrivati, mentre  l'esatto opposto accade nel Peggio. La colpa è da cercare non solo in MTV, nelle Major che pensano alla musica come ad un buisness che come ad una passione, ma soprattutto nei giovani e nelle nuove generazioni, che rispondono in maniera positiva a queste cazzate ancestrali e che permettono ai potenti di farsela mettere nel culo per poter vedere la solita Boy Band del cazzo o il solito artista coglione. Io stimo a bestia per esempio Ozzy che in un'intervista rispose che non sapeva chi cazzo fosse Justin Bieber, perché 'sto canadese della minchia non è un'artista, è un pezzo di merda che guadagna cifre assurde senza combinare una cazzo, UN CAZZO! E quindi DAJE con Taylor Swift, Macklemore,  Flo Rida, i Modà, Marco Mengoni, Marco Carta, Valerio Scanu, KE$HA, Le Serebro, che meriterebbero di stare in tangenziale, Alessandra Amoroso, Emma, Marracash, Fabri Fibra, Emis Killa, Fedez, Moreno, Vasco che non si ostina a ritirarsi (piccola parentesi, ha rinunciato Guccini a suonare e scrivere musica, e questo ancora si ostina!!!) e Ligabue che non lo sopporto più, Jovanotti e i Negramaro che si sono venduti pure loro per fare soldi. Io ho imparato a odiare la musica, sia straniera che Italiana grazie a 'sti artisti dei miei coglioni, per non parlare di quelli che ascoltano musica, che sono diventati dei coglioni e dei fissati mitomani di merda. Tutti a spalare merda sul Metal che è satanico, sul Rock Demenziale che è da coglioni e sulla musica indie perché è da depressi. E qui arriviamo a un punto topico, ovvero che sono i giovani stessi, chiusi nei loro bei comparti stagni, a fare il male maggiore: c'è il drogato di merda che ascolta solo e solamente pezzi Raggae del cazzo sempre uguali e sempre tritacoglioni, c'è il figlio di papà borghesuccio del cazzo che cerca di darsi un tono dicendo di ascoltare musica alternativa, che poi si risolve sempre (e stranamente vorrei aggiungere) con lui che ascolta sempre e solo Wish You We Here dei Pink Floyd, c'è invece il metallone del cazzo, che è quello che odio di più perché è il genere di ascoltatore musicale che mi si para sempre di fronte, che oltre ad ascoltare il solito Metal scassa palle e monotono (fateci caso, il metallone tipo o ascolta solo Pantera o ascolta solo Rammnestein, oppure tutti e due, oppure un gruppo sconosciuto che conosce solo lui e di cui ha anche la maglietta) ci accompagna anche uno strumento musicale, e quindi abbiamo il Metallone Batterista che non sa usare minimamente la doppia cassa e che pesta sui tamburi (Paolino questa è tutta per te, tanto non lo leggerai mai 'sto post. P.S trovati un lavoro) il Metallone chitarrista che non sa fare nè la ritmica nè gli assoli, il Metallone bassista che sta sempre a percuotere ripetutamente e senza il minimo senso del ritmo le corde del basso, e il Metallone cantante che non sa cantare, ma solo urlare. E poi, poi poi poi, ci sono le ragazzette del cazzo, quelle che cominciano ad ascoltare una canzone di De Andrè e si credono alternative, che cominciano a fumare e a fare le donne vissute quando ancora c'hanno la puzza di latte del biberon, a fare quelle che vogliono andare assolutamente a Londra ma che non sanno un'ACCA di Inglese, che sono antipatiche una cifra e c'hanno il ciclo infinito, che ti danno dell'infantile quando non capiscono che sognare ad occhi aperti non significa essere bambini, ma significa godersi un po' di più la vita (poi stranamente quando c'è una situazione di disagio si lamentano di continuo andando a piangere dalla mamma, BOH, poi siamo noi musicisti e appassionati VERI di musica i bambinoni). Da queste considerazioni potete capire che non ho una grande stima per le altre persone, perché in fin dei conti non la meritano, e nella maggior parte dei casi nemmeno la vogliono, ma ci sono persone che invece meritano grandissimo rispetto nel campo della musica, e sono i musicisti veri, che si spaccano il culo cercando di migliorare sempre di più e dandoci spettacoli e canzoni meravigliose ed uniche. Purtroppo però queste grandi persone stanno diminuendo sempre di più. Oramai, come dicono i Linea 77, "La musica è finita". Spero di non avervi ammosciato troppo con questo discorso ma ci tenevo a farlo, dovevo sfogarmi un po'. Noi ci rivediamo con un prossimo post qui sul mio Bizzarro Blog. CIAOCIAO

Nessun commento:

Posta un commento