Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

Il Bizzarro Blog Di Gianfro (e dei suoi amici di merende)

domenica 15 dicembre 2013

MANHWA - THE BREAKER NEW WAVES

Sapete, Popolo della Rete, ho sempre etichettato i Manhwa (I Fumetti Coreani) come un prodotto di scarto che non meritava di essere letto, come un brutto esperimento dei Coreani di imporsi sul mercato Fumettistico, come dei Manga per gli Alternative-Radical Chic. Dopo un po' di anni mi sono reso conto di aver detto una Marea di Stronzate, una più Stronzata dell'altra per giunta.

COME IMMAGINAVO FOSSERO I MANHWA

COME SONO I MANHWA IN REALTA'

 Con questo non sto dicendo che i Manhwa sono la strada da prendere per riuscire a trovare un prodotto Fumettistico Orientale che non sia il solito Battle Shonen del Cazzo o lo Shojo di Merda uguale a tutti gli altri, ma vorrei sottolineare quanto, alcune volte, i Manhwa riescano ad avere un livello qualitativo Pari o Superiore a quello dei Manga. Nonostante titoli validissimi usciti questi anni (Swordsman, Rebirth, Defense Devil sono solo alcuni) non ho mai avuto l'occasione giusta per riuscire a prendere un Manhwa sin dal primo numero. Per fortuna in mio soccorso arriva la Star Comics con The Breaker-New Waves

The Breaker-New Waves è un Manhwa scritto da HueyOyong (Geuk-jin Jeon) e disegnato da UoNiKiyun (Jin-Hwan Park), Pubblicato in Corea dalla Daiwon, qui in Italia portato appunto da Star Comics. E' un Seinen di Arti Marziali ed è il seguito di The Breaker, scritto e disegnato dagli stessi autori. Come al solito, recensiamo i 4 Punti Fondamentali di quest'opera, ovvero Trama, Disegno, Dialoghi ed Edizione.

Trama: E' passato un po' di tempo da quando Yi-Shioon è entrato nel Mondo del Murim e da quando il suo Maestro li ha distrutto il Chi (Il centro della sua energia spirituale per quelli che non lo sanno). Ora Shioon affronta una nuova esistenza fatta di Clan che cercano di ucciderlo perché rancorosi nei confronti del suo Mentore, responsabile della morte di molte personalità di spicco dell'Alleanza. La trama come avete potuto leggere parte da un'idea molto ma molto semplice, e ci presenta un cast molto allargato rispetto alla prima serie, tra tutti spicca la guardi del corpo di Shioon, Jin, una ragazza esperta di Arti Marziali e "Stranamente" molto procace. Per adesso non posso dire nulla riguardo lo sviluppo,non ho letto la prima serie e sono solo usciti 2 volumi di cui  io uno acquistato, ma dalle premesse sembra proprio che si svilupperà bene e che le cose si faranno molto interessanti. Ci ritornerò quando la Serie entrerà in pieno regime. Per ora ha grandi potenzialità.

Disegno: Lo stile di Disegno è molto molto carino. Ricorda molto da vicino Shirow Miwa (Autore di Dogs-Pallottole e Sangue) e Ajime Segawa (Ga-Rei, Tokyo ESP. A proposito, tra poco farò un Focus On su Tokyo ESP). Molto bello, estremamente dinamico, molto ricercato nei dettagli, pulito, dalle linee semplici, davvero indiscutibile. Cosa molto gradita anche il Fanservice, che non guasta mai EH.



CHISSA' PERCHE' QUANDO PARLO
DI FUMETTI FINISCE SEMPRE IN 
TETTE E CULI

Dialoghi: Devo essere sincero, mi è piaciuto veramente tanto leggere The Breaker New Waves. Lo sceneggiatore sa scrivere veramente bene, azzecca tutti i tempi comici, i tempi dell'azione, davvero pare inspiegabile come riesca a intrattenerti dannatamente bene. E non è che c'è qualcosa di innovativo (Chi cerca l'innovazione nei Fumetti Orientali sta cercando il Sacro Graal per quel che mi riguarda) ma trovi un sacco di cose che ormai mancano nei Manga. Davvero stupito.

Edizione: Che dire dell'Edizione? Siamo arrivati a un buon livello di qualità prezzo con la Star Comics, difficilmente ormai fa edizioni brutte (E guarda cosa quale edizione me l'hanno fatta di merda? Sì, Shaman King Perfect Edition). Un formato bello grande, delle stesse dimensioni di Jojo "Pocket" Edition per capirci, pagine poco trasparenti e ruvide, inchiostro di buona qualità, sovra copertina, a un prezzo tutt'altro che alto, 5,50€, che per un mese mi pare si trovava pure in offerta a 1,90€, UN AFFARE! (E indovinate un po' chi l'ha preso a 1.90€? Esatto, Io) Veramente una bella edizione, non c'è che dire

Considerazioni Finali: Allora, tirando le somme, la mia prima esperienza con i Manhwa è tutto sommato andata bene. Consiglierei The Breaker New Waves? Sicuramente, è un Fumetto di intrattenimento che intrattiene alla grande, cosa che molti Manga ormai non sanno fare. Una piacevolissima sorpresa che continuerò con piacere a seguire.

Bene, Popolo della Rete, questa è la (Pseudo) Recensione di The Breaker-New Waves. Come al solito mettete un bel +1, condividete, commentate, fate quel che volete. Noi ci vediamo al prossimo Post. Ciaociao

venerdì 13 dicembre 2013

Top Manga 2013

Ok, Popolo della Rete. Abbiamo detto che quest'anno è stato lo strapotere della Marvel a segnare le mie letture Fumettistiche , ma sul versante Manga?

UN IMMAGINE VALE PIU' DI MILLE PAROLE

Quest'anno è stato dannatamente povero di novità, poche novità annunciate, tante stronzate che so già di non prendere, riedizioni che si speravano venissero annunciate al Lucca Comics slittate per l'ennesima volta a data da destinarsi

CHI HA DETTO 20th CENTURY BOYS?!
CHI CAZZO HA DETTO FULL METAL ALCHEMIST?!

Ma nonostante la penuria di quest'anno sono usciti alcuni MANGHI molto interessanti e validi, oltre che a vari Fumetti Nipponici molto belli usciti uno o due anni indietro e ai grandi classici che ho recuperato. Andiamo a vedere infine la Top 10 Manga 2013

 10 - Jumbor Safety Edition, di Hiroyuki Takei, Star Comics

 Jumbor è quanto di più bello si possa trovare sui Mecha contemporanei. Il concept dietro alla creazione dei guerrieri meccanici di Takei è qualcosa di incredibile e dannatamente innovativo, ma allo stesso tempo tremendamente citazionistico (Go Nagai  concepì l'idea del robottone guidato da un uomo sognando una macchina che si alzava in piedi e cominciava a camminare, e indovinate un po', qui i Robot sono vere e proprie macchine con le gambe e le braccia). Purtroppo questo Manga non è proprio adatto a tutti, bisogna amare lo stile grafico di Takei ed essere amanti compulsivi dei Mecha, come il sottoscritto, la storia non è proprio eccezionale, e Buron è fin troppo simile a Goku a livello caratteriale. In ogni caso se siete appassionati di Mecha e amate lo stile Cyber Punk di Takei, Jumbor è quello che fa per voi

                      9 - Eureka Seven, di BONES, Jinsei Takaoka e Kazuma Kondou, Planet Manga

E qui saltano le bestemmie, "MA IL MANGA DI EUREKA SEVEN E' UNA MERDA!!" "NON CAPISCI UN CAZZO DI MANGA!!". Bambini miei, come ho detto prima amo i Mecha alla follia, e di conseguenza adoro Eureka Seven, uno dei migliori prodotti di BONES, famosissimo Studio di Animazione Giapponese, quindi perché non prendere il Manga di un Anime che ho amato tantissimo? Infatti il Manga di Eureka Seven è davvero davvero valido, con bellissimi disegni, fedelissimi alla serie animata, scene di combattimento spettacolari, una Trama ri-visitata che riscrive in gran parte quanto detto nella serie animata e un Finale strappa lacrime e commovente rendono questo Manga una vera e propria perla. Inoltre vorrei fare un plauso a Planet Manga che una volta tanto riesce a fare un'edizione perfetta e priva di difetti. Ovviamente essendo Planet Manga è divenuta introvabile, ma se riuscite a beccarla, vi ritroverete un gran bel Fumetto in un eccellente edizione.

8 - Cyborg 009, di Shotaro ISHInoMori, J-Pop

Che dire di Cyborg 009 che non si è già detto? Immaginate un Plot con Sfondo Storico la Guerra Fredda, mescolateci un gruppo di 9 Astro-Boy potentissimi e virtualmente imbattibili, inzuppateci una critica feroce alla guerra e al razzismo, infarcitelo con un sacco di Fantascienza e otterrete uno dei più bei Manga Classici della Storia. Cyborg 009 ha pochissimi difetti, che nel complesso sono irrilevanti, ma che possono incorrere in pesanti critiche: per esempio lo stile di scrittura ormai è un po' datato, troppo lungo e prolisso per un Manga, lo stile di disegno poi non è invecchiato proprio bene, e la PESSIMA edizione della J-Pop con vignette microscopiche non rendono giustizia ad uno dei Manga più significativi di sempre. In ogni caso è un Manga da avere ed amare.

7 - Chrono Crusade, di Daisuke Moryiama, Magic Press
 

Ah voi non sapete quanto ho aspettato prima di acquistare Chrono Crusade, avevo paura di ritrovarmi una stronzata apocalittica, e invece... Invece mi sono ritrovato uno dei migliori Manga contemporanei di sempre. La fedeltà Storica degli anni '20 è stata completamente stravolta per poter mettere in scena una lotta tra uomini e demoni in cui protagonisti, Rosette e Chrono, combattono per la salvezza dell'umanità. Bellissima opera piena di citazioni a Trigun e Hellsing (Chrono Crusade venne pubblicato su Shonen Gaosha, la stessa di Trigun e Hellsing) e bellissimi disegni sono impreziositi da un'edizione meravigliosa della Magic Press. Davvero bellissimo, l'unico difetto è uno solo, DURA TROPPO POCO.

6 - Tokyo ESP, di Hajime Segawa, Planet Manga

Questo è stato il Manga rivelazione di quest'anno. Non li avrei dato nemmeno un Euro a Tokyo ESP, e invece zitto zitto si è rivelato una goduria pazzesca e una lettura piacevolissima. Trama articolata e meravigliosa, bellissimi personaggi, un bellissimo stile di Disegno, tantissime citazioni al Cinema, insomma, un Fumetto assolutamente magnifico. Purtroppo l'edizione è Planet Manga, quindi si smerda come un niente, ma è un problema di secondo piano in confronto al tesoro che avrete tra le mani. Tokyo ESP, il Manga rivelazione. Forse più dell'Attacco dei Giganti.

5 - Zetman, di Masakatsu Katsura, Star Comics

Zetman. Questo Manga, a mio parere, è IL Seinen Fantascientifico per definizione. Masakatsu Katsura qui si diverte come non mai, ci mette tutto il suo erotismo che abbiamo letto in tante altre sue opere (Video Girl Ai, M) e ci infila dentro Kamen Rider, Mostri Mutanti creati in laboratorio, un personaggio alla "Devilman" (Ragazzo puro con un potere spaventoso al suo interno) una Trama complessa e articolata e un Character Design semplicemente MERAVIGLIOSO. Questo Manga è da leggere e amare, una delle Punte di Diamante di Ultra Jump, Nonché uno dei migliori Seinen di sempre.

4 - Shaman King Perfect Edition, di Hiroyuki Takei, Star Comics

Ah, Shaman King, Shaman King. Takei ha superato se stesso in quest'opera, regalandoci uno dei Migliori Manga degli ultimi 20 anni, sottovalutato da tutti quanti per la pessima Serie Animata, per niente fedele al prodotto originale. Shaman King è una poesia, un connubio di tutte le civiltà e le culture che vengono a mescolarsi in un unico grande desiderio: trovare la Felicità. E' sempre molto bello riuscire a trovare, tra un Bleach e un Fairy Tail, un Manga come Shaman King che sappia toccare anche le corde del tuo animo, in maniera del tutto sincera e naturale. Shaman King, signori miei, il viaggio più bello che abbia fatto tra le pagine di un Fumetto.

3 - Bastard!! Kanzenban, di Kazushi Hagiwara, Planet Manga

Come dite, "Sono un Coglione"? Sì probabilmente sì, perché ho messo un Manga che avevo già letto tanti anni fa? E poi, perché metterlo ad una posizione così alta, surclassando opere di indiscutibile valore? Beh, MA PERCHE' E' BASTARD!! PUTTANA VACCA!!! ED E' BASTARD!! KANZENBAN!!! Porca Troia ho aspettato 1 Anno intero per poter mettere le mani sulla mia copia di questa ri-edizione, e devo ammettere che non sono stato deluso. Per me aver riletto le avventure di Dark Schneider è stata una sensazione incredibile, non mi divertivo così tanto a leggere un Manga dai tempi di Sket Dance. Sapete cosa penso di Bastard!!, lo reputo uno dei migliori Manga di sempre (Per chi si fosse perso l'articolo eccolo QUI) quindi era anche scontato che  quest'anno si sarebbe beccato una posizione bella alta nella mia Top.

2 - Le Bizzarre Avventure di Jojo-Diamond is Unbreakable, di Hirohiko Araki, Star Comics

Diamond is Unbreakable! Per me, la quarta Serie di Jojo è in assoluto la mia preferita: Mazzate senza ragione con una dose di Strategia Stand allucinante, un protagonista impressionante e tremendamente cazzaro, uno dei migliori cattivi di sempre, Yoshikage Kira, tantissimi nuovi Stand e tanti, tanti misteri. Una gioia completa che riuscirà a soddisfare le esigenze di qualunque lettore. PUNTO.

1 & Best on Going Series - Medaka Box, di NisiOisiN e Akira Akatsuki, GP Manga

Medaka Box. Ah cosa non è questo Manga? Metanarrazione, Cambi di protagonisti, Metafumetto, riferimenti e citazioni ad altri Manga di Jump, Combattimenti strategici alla HunterXHunter e alla Jojo, Snaturazione dei Cliché tipici dei Manga Shonen, poteri "Bizzarri", personaggi carismatici e incredibili, un susseguirsi impressionante di generi differenti atti a creare un unico Mondo, l'incredibile Mondo di Medaka Box. Ah, e non dimentichiamoci del miglior antagonista di sempre, l'incredibile Misogi Kumagawa

A PROPOSITO, CONGRATULAZIONI!

Medaka Box è probabilmente lo Shonen DEFINITVO, il Migliore del suo genere per quel che mi riguarda, pochissimi riescono a competere con lui. Leggetelo, Amatelo, perché questo Manga ha tutto, ma proprio tutto quello che un buon Manga dovrebbe avere. NisiOisiN si è dimostrato per l'ennesima volta uno dei migliori scrittori di sempre.

BENE BENISSIMO, Popolo della Rete, questa è la mia personalissima Top Manga 2013. Ma prima di concludere e di rimandarvi a un prossimo Post, un piccolo ragionamento:
In questa Top ci sono stati ben 4 Manga di Robot (Jumbor, Eureka Seven, Cyborg 009 e Zetman)
di cui 3 usciti parecchi anni fa, abbiamo avuto una doppietta di Takei, al terzo posto abbiamo avuto un Manga uscito tantissimi anni fa, al primo posto Medaka Box che sta continuando, e al settimo una serie conclusa ormai da parecchi anni, e infine un solo Manga moderno, Tokyo ESP. La domanda che mi faccio adesso è, ma le case editrici che minchia stanno combinando?

DIREI CHE ANCHE STAVOLTA UN'IMMAGINE
VALGA PIU' DI MILLE PAROLE

giovedì 12 dicembre 2013

Flop Manga e Comics 2013

Buongiorno a tutti, Popolo della rete. O Buonasera, per chi sta leggendo di sera. Oggi tirerò le somme generali di questo 2013, e quale modo migliore di tirare le somme se non facendo una Top e una Flop?
 
LO FANNO GIA' TUTTI!!!

Lo so che è una cosa che fanno tutti quanti, in ogni caso fottendomene altamente del pensiero generale ecco a voi la Flop Manga e Comics del 2013!!! YEAAHHH!!!
(Piccola premessa che è d'obbligo scrivere ogni santissima volta: questa classifica è altamente personale e non è scritta da un recensore, ma da un appassionato, quindi cagate poco il cazzo, INOLTRE, questa Flop è mista perché di Manga e Comics brutti non ne ho letti molti, quindi ho risparmiato)

Direi di partire dai Comics Amerigani, quelli che mi hanno cresciuto fin dalla più tenera età, e il genere fumettistico che più preferisco, visto che è stato il primo. Non potevo non essere contento del Marvel Now, il rilancio delle maggiori testate della casa delle idee che consolidava una cosa nota e arcinota da tempo: La Marvel vince sulla DC in tutti i campi. PUNTO!
IMMAGINE DIMOSTRATIVA DELLO STRAPOTERE
MARVEL

Nonostante ciò purtroppo ci sono i nervi scoperti che tutti hanno in bella vista, e quelli che ho trovato nel Marvel Now sono Due, e Avoglia se sono testate poco riuscite: Iron Man di Kieron Gillen e Grag Land e Avengers Assemble di autori vari.


Purtroppo parlare male di Greg Land è come sparare alla Croce Rossa (Citazione di un Tizio qualunque, non so chi sia...) perché lui, insieme a quel vecchio marpione di Rob Liefeld rappresentano il punto più basso del disegno, non solo Americano, ma anche Mondiale.

A PROPOSITO, MERRY XMAS

 Ma oltre all'orribile "Stile" Grafico di Land

ALCUNE SCENE MOLTO DIVERSE TRA 
LORO EH, MOLTO DIVERSE

Ci troviamo a 2, anzi a 3 Archi narrativi MOOOLTO poveri. Gillen è sicuramente un ottimo scrittore, lo dimostra il suo Young Avengers che è un gioiellino, ma in Iron Man si vede che le capocce che stanno in alto hanno messo il loro inconfutabile zampino: Esce il nuovo Film di Iron Man? Ci mettiamo Extremis per invogliare l'acquisto! Ci vuole Iron Man nei Guardiani della Galassia? Facciamo un Arco Narrativo in cui si trova nello Spazio. Per non parlare poi delle Origini Segrete di Tony Strak... DIO!!!

NON LUI, MA CI RITORNEREMO

In conclusione, davvero una brutta Testata... Se non fosse per il fatto che dopo questi 3 Story Arc orribili (CAFFOCOMEPARLOBENEL'INGLESE)
la serie di Iron Man ingrana alla GRANDE e comincia a sparare un sacco di colponi (Molto probabilmente la riprenderò con All New Marvel Now). Molto probabilmente la peggior testata Marvel Now in circolazione, almeno per tre Archi Narrativi buoni. Infine Avengers Assemble, scritta e disegnata da autori vari, che ha il grandissimo difetto di lasciare un sapore insipido nei pensieri dei lettori. Nonostante i primi capitoli siano stati disegnati dal meraviglioso e Italianissimo Stefano Caselli (Che guarda caso disegnerà Avengers World di Hickman) tutto il resto è un grandissimo concentrato di NOIA, NOIA E ANCORA NOIA

RIESCO A SENTIRE IL BUON VECCHIO CALIFFO 
IN LONTANANZA
Insomma un potentissimo sonnifero che riesce a stendere chiunque. Non che qualcuno riponesse grandi speranze in questa testata, ma almeno un piccolo sforzo per renderla carina no? In ogni caso questi sono gli unici Comics che non mi sono piaciuti e che ho letto.

Parlando invece dei MANGHI la situazione è il VUOTO PNEUMATICO TOTALE E TOMBALE. Ce ne sono stati pochi, nessuno dei nuovi mi ha entusiasmato, qualcuno mi è piaciuto, ma tra tutto l'anonimato Fumettistico Giapponese c'è stato un Manga, QUEL MANGA, tratto da un opera nota s tra nota tra tutte, che mi ha fatto letteralmente girare i COGLIONI al contrario, e sto parlando di I Cavalieri dello Zodiaco The Lost Canvas Extra, di Shiori Teshirogi


Chiariamo una cosa, adoro Saint Seiya, odio come qualunque appassionato dei CAVAGLIERI il Manga originale, non sopporto il Next Dimension, e non andrò a vedere i Film in CG, ma questa serie speravo si assestasse sui buoni livelli di The Lost Canvas... Non è stato così. T.L.C. Extra è molto altalenante, a storie molto carine si accostano altre bellissime, fra tutte quella di Manigoldo è stata meravigliosa. Ma tutto il resto è vergognoso, Davvero. Una serie che ho deciso di stoppare e che forse, in un lontano futuro riprenderò. Vi basti pensare che ad un certo punto della storia di Cardia ho pensato: Oh, ma che cazzo c'entrano i Maya con i Cavalieri dello Zodiaco? Vuoi Vedere che è un Cross-voer con Voyager e Mistero?

AI CONFINI DELLA SCEMENZA

Bene, Popolo della Rete, questa è la mia personalissima Flop Manga e Comics, fatemi sapere cosa non vi è piaciuto in questo 2013, sarò felicissimo di parlarne insieme a voi. Noi ci vediamo con le Top Manga, Comics, Film, VideoGames e Musica. Ovviamente un +1 è sempre ben accetto. CIAOCIAO

sabato 16 novembre 2013

MANGA-PERCHE' MI PIACE BASTARD!!

Salve Salvino Popolo della rete retina! Oggi si torna a parlare di Manga, e siccome nel mese scorso si è finalmente riusciti a mettere le mani sulla Kanzenban (Complete Edition qui in Italia) dopo OMMIODIOREGGETEVI UN ANNO (Planet Manga non si smentisce mai in queste cose) DI RITARDO, OGGI SI PARLA FINALMENTE DI BASTARD!!

  
Per i pochi Stronzi che non sanno cosa sia Bastard!!, è un Manga scritto (AHAHAH) e disegnato da Kazushi Hagiwara e pubblicato in Giappo-Landia prima su Weekly Shonen Jump, e successivamente, se mi ricordo bene dal volume 19, su Monthly Ultra Jump, la rivista Seinen di Shueisha. Dovrebbe essere un Manga Fantasy Medievale, ma dal passaggio da una rivista all'altra ha preso anche tematiche Post-Apocalittiche stile Ken Il Guerriero/Akira (Con le dovute precauzioni EH) con un miscuglio allucinante di Fantascienza, Bibbia, Kabala, Fantasy Medievale, Cazzi in Culo, Tette al Vento, E un filetto di Merluzzo
Non lui, Anche se forse...


 Insomma un vero e proprio casino. Comunque, Infarinatura generale: Dark Schneider, il protagonista di questa opera, è il mago più potente del mondo, e sta per riuscire nell'impresa di riunire sotto un unico vessillo tutti i regni di Meta-Likana, fino a quando un manipolo di guerrieri e chierici guidati da Geo Nort Sort riescono ad ucciderlo e a imprigionarlo nel corpo di un infante, tale Rusie Ren Ren

questo procione per intenderci

A un certo punto ci si vede costretti a dover risvegliare il temibile stregone a causa di un attacco da parte di un altro mago, e Yoko

'Sta topa allucinante

Per spezzare il sigillo, si vede costretta a sua volta a dare il suo primo bacio al suo amico d'infanzia/fratello adottivo/fidanzatino/non si capisce un cazzo di cosa siano in realtà. Da qui il via a rocambolesche avventure per i regni del Metallion centrale, dove conosceremo nel profondo sia Rusie e Yoko, sia Dark Schneider. A questo punto direte: Boia Che Casino! E in effetti lo è. Bastard!! non è altro che un miscuglio impressionante di tutto ciò che Hagiwara adora, dalla perversione sessuale all' Heavy Metal, soprattutto quello anni '80, fino al Fantasy alla Dungeons & Dragons. Potrei andare ore ed ore continuando a parlarvi di questa opera e di tutti i suoi aspetti, sia positivi che negativi, ma non ho voglia né spazio per parlarvene (Poi non sareste nemmeno invogliati a leggerlo alla fine no?). Ma su due punti i Fan di questo Manga si impuntano ogni volta: Numero 1: La Periodicità. Oramai Bastard!! ha raggiunto livelli Biblici nella pubblicazione tra un volume e l'altro (Più o meno due anni) e il più delle volte sono 4/5 capitoli a volume.

Numero 2: L'Incoerenza di Hagiwara. Hagiwara in questi ultimi 13 anni si è impegnato a far girare i cosiddetti dei suoi lettori a 360° al contrario, allungando oltre ogni misura un singolo combattimento per 10 volumi, per poi trollare tutti quanti con un volume in cui torna indietro fino al volume 18. Inutile dire che quasi tutti si sono incazzati per questo fatto. Molti addirittura hanno abbandonato la serie, sentendosi presi letteralmente per il culo
E SOTTOLINEO LETTERALMENTE

Ma allora, detti tutti questi incredibili difetti che farebbero impazzire chiunque, come fa a piacermi Bastard!!? La risposta, amici miei, è semplice: Dark Schneider.

Dark Schneider è uno di quei pochi, incredibili personaggi in grado di portarti avanti una serie intera da solo. Hagiwara ha infuso in questo potentissimo e imbattibile stregone un concentrato di desideri, emozioni, istinti che raggiungono quasi l'animalesco, in maniera così estrema ed eccessiva da renderlo uno dei personaggi più umani dei Manga. Pochi autori sono riusciti a rendere così dannatamente vivi i loro protagonisti senza infonderli concetti altisonanti o profondi, mi vengono in mente Hirohiko Araki (Le Bizzarre Avventure di JoJo) e Go Nagai (Mazinger Z, Ufo Robot Grendizer, Devilman) che hanno infuso grandi sentimenti, alcune volte molto semplici se presi singolarmente, ma che rendono alla grande uniti insieme. Ecco, Hagiwara c'è riuscito, e c'è riuscito alla grande, perché Dark Schneider siamo noi... Confusi? Beh, allora vi spiego un po' meglio:  Quante volte al giorno reprimiamo i nostri istinti perché la società ce lo impone? Beh, Dark Schneider non lo fa, perché è nato uomo, e nascendo uomo nasci anche con un sacco di desideri ed istinti che non puoi frenare. Non si nasconde in una maschera di buonismo che c'è in tanti Manga, ma vive al massimo delle sue capacità tutte le situazioni che li si parano davanti. Ama alla follia e tradisce in maniera incondizionata, è vendicativo e gentile allo stesso tempo. Non esita un momento a combattere contro i suoi vecchi alleati per proteggere la persona che ama, e un istante dopo la battaglia lo vediamo ridere e scherzare come se non fosse successo niente. Non si tira indietro nemmeno contro Satana in persona e contro gli angeli, pur di riuscire a calpestare con i suoi piedi la Terra dove lui e le persone a cui tiene vivono. E' un personaggio che tutti noi vorremmo essere, e che riusciamo ad interpretare per quei 4/5 capitoli che ogni due anni ci da Hagiwara. E' questo il motivo di fondo per cui adoro Bastard!! e per cui lo reputo uno dei migliori Manga in circolazione, perché, come appunto nelle opere di Araki e di Nagai, è "Umano". Il problema dei Fan poi sta nel fatto che col passare degli anni tutti i lettori hanno alimentato incredibilmente le loro aspettative su Bastard!!, quando in realtà già dal primo volume si capisce che è di una Cazzoneria apocalittica! E per questo, per lo stile grafico sublime, per le situazioni comiche allucinanti, e per tante altre cose Popolo della rete, amo e amerò per sempre Bastard!!

Bene Popolo della Rete, questo è quel che penso su Bastard!! Spero che l'articolo vi sia piaciuto e che non vi abbia annoiato troppo, ovviamente mettete un bel +1, condividete su Facebookake, su Twitter, su YouPorn (che non siamo lontani dall'argomento) su quel cazzo che volete. Noi ci vediamo al prossimo articolo. CIAOCIAO

venerdì 15 novembre 2013

MAKEN-KI!-LA DECADENZA DEI MANGA ECCHI

Annunciazione Annunciazione Popolo della Rete! Finalmente, dopo Eoni di attesa, sono TORNATO!!! YEAH!!! WOHOOO!!! Beh, dopo questi inutili convenevoli, è ora di cominciare tornando finalmente a di ciò di cui mi piace parlare, ovvero Musica, Fumetti e robaccia varia. Bene, iniziamo subito parlando di un Manga che sto seguendo ultimamente, Ovvero Maken-Ki!...
Mai sentito parlare? Beh, tranquilli, non vi state perdendo la perla dell'anno se non lo conoscete.
                                                                                                  Maken-Ki! è un Manga scritto e disegnato da Hirumitsu Takeda, Pubblicato da Kadokawa Shonen in Giappo-Landia ed edito qui in Italia da Planet "Dannata" Manga. I depravati (Come il sottoscritto) sapranno benissimo che genere di Manga è abituato a scrivere (e soprattutto disegnare) il buon Takeda... Per chi non lo sa è principalmente un autore Hentai, ecco. Viene naturale pensare quindi che Maken-Ki! faccia parte di quel filone tanto amato e tanto odiato chiamato "Battle Ecchi". Dopo questa piccola presentazione, passiamo subito a parlare del Manga, suddividendo questa sotto specie di recensione in 4 punti Principali: Trama, Disegni, Dialoghi, Edizione.
                                                                                                                                                                           

Trama: Takeru è un ragazzo dalla mente molto perversa che si ritrova dopo le medie ad affrontare la vita da Liceale con la sua vecchia amica di infanzia (E stranamente molto procace) Haruko presso un Istituto che
Haruko
fino a poco tempo fa era precluso ai giovinastri... Inutile dirvi che questo Escamotage narrativo serva solo ed unicamente a farci vedere una quantità di tette e culi esorbitante. La Trama per i primi volumi va avanti un po' trascinata e a strattoni, con nient'altro che capitoli auto-conclusivi dall'Umorismo alquanto banale e sciatto. Già, perché di opere come Maken-Ki! ormai il Mercato ne è pieno, ma dove sta il punto di forza nella trama? Stranamente, si trova nei personaggi che, nonostante siano i classici Cliché tipici di queste opere,  dalla professoressa e Medico della Scuola Porca e Allusiva, alla Kunoichi fissata con il Cosplay e i Manga, a quella senza tette ma dal carattere deciso, sbarazzino e da Tsundere, ai vari protagonisti maschili uno più perverso dell'altro, ma dall'animo gentile, sanno intrattenere bene in quelle 20/30 pagine a capitolo, e qualche volta riescono perfino ad immergere il lettore nel Mondo creato da Takeda. Faccio a meno di dirvi che le situazioni più interessanti sono quelle di Combattimento e quelle Ecchi, più o meno riuscite a seconda delle occasioni. Trama piuttosto banale e scontata quindi, di cui si sa già come andrà a finire, ma nonostante tutto piuttosto piacevole e che fila liscio. Ah, dimenticavo, menzione speciale alla Preside del Liceo, che caratterialmente è uguale spiaccicata a Medaka Kurokami, la protagonista di Medaka-Box.




TROVATE LE DIFFERENZE






Disegni: Arriviamo al comparto migliore di questo Manga, ovvero i disegni: Molto semplici, dallo stile iper-moderno e Giappominkioso, molto dinamico nelle scene di combattimento... Certo, se solo il Character Design fosse all'altezza. Il problema dei protagonisti di Maken-Ki! è che sono uguali in tutto e per tutto ai vari protagonisti/e delle Opere precedenti del Mangaka, con in più l'aggravante che non sono mai immischiati in scene di sesso. Ovviamente quest'autore non brilla per un Character Design incredibile, ma quello che fa lo fa bene, ECCOME se lo fa bene. Inutile dirvi che le scene di Ecchi sono un tripudio di Fanservice ancestrale, con tutto quel che potrebbe piacere a un giovincello che si affaccia per la prima volta a questo tipo di Fumetto. In ogni vignetta c'è sempre una situazione in cui poter vedere i corpi delle protagoniste in pose molto provocanti. Inutile, non c'è nient'altro da dire su questo frangente.


Il Cast principale di Maken-Ki!, con ciliegi in fiore per attenuare
la depravazione

ECCO, SI PARLAVA DI DEPRAVAZIONE...

QUA INVECE ABBIAMO RAGGIUNTO
L'APICE... MI BLOCCHERANNO IL BLOG...


Dialoghi: Arriviamo invece a uno dei lati meno riusciti dell'opera, i Dialoghi... Certo, non potevamo aspettarci
Kodama (L'Esper senza
tette)
niente di che da un autore di Hentai (Vista la molta fantasia che bisogna avere in quel genere sul fattore Dialoghi... EH) ma nonostante siano cose lette e stra-lette, non raggiungono mai il vergognoso per nostra fortuna. In certi frangenti le battute e le situazioni comiche riescono nell'impresa di strappare qualche risatina ogni tanto, e nella maggior parte dei casi riescono a intrattenere per tutto il volume. Niente di più, niente di meno.







Edizione: Come c'era da aspettarsi da Planet Manga, l'edizione presenta condizioni altalenanti: se in un primo volume avevamo una copertina più o meno flessibile, nel secondo volume ci troviamo di fronte a un
La Dottoressa porca
MATTONE illeggibile e durissimo e dall'impaginazione fatta col buco del culo. Ovviamente la qualità cambia da regione a regione, come da tradizione della Casa Editrice più odiata d'Italia. La carta è di media qualità nonostante tutto, l'inchiostro lascia poche traccie, insomma il classico Volume da Edicola della Planet. Un prezzo tutto sommato nella media (4.50€ a volume, per un formato 13x18 cm di più o meno 200 Pagine) permette di seguirlo senza dover dare un rene o qualche centimetro di pene. Insomma, promossa con la sufficienza Diplomatica.





Considerazioni Finali: Bene, Popolo della Rete, siamo arrivati alla conclusione di questa Pseudo-Recensione. Cosa dire di più riguardo a Maken-Ki!? Sicuramente è un Manga banalotto, con una trama e dei personaggi ormai visti e stra-visti nel panorama fumettistico Orientale, che fa la sua forza sul Fanservice spudorato e su situazioni molto Ecchi, insomma uno dei tanti cloni di Ikki Tousen. Ma allora, perché prendere Maken-Ki!? La risposta, amici miei, non so darvela. Io lo seguo e lo compro semplicemente perché volevo avere, tra la mia collezione, un' opera prettamente Ecchi, e siccome volevo ringraziare il buon Hiromitsu Takeda per avermi intrattenuto negli anni della pre-Adolescenza e siccome To Love Ru non mi è mai piaciuto, ho deciso di prendere questo Manga. Forse la risposta sta anche nel fatto che Maken-Ki!, forse, è il punto più profondo che questo genere abbia raggiunto, il simbolo della Decadenza dei Manga Erotici, Il Gradino più basso insomma. È Emblematico infatti che proprio un autore Hentai, che ha sempre fatto Hentai, si metta a scrivere e disegnare un Manga come Maken-Ki! Io la vedo in questa maniera, e sinceramente non è nemmeno tanto lontana dalla realtà dei fatti. Sicuramente è un ottimo trampolino di lancio per immergersi in opere decisamente migliori (Chobits sopra a tutti) e anche una lettura piuttosto piacevole e facilona, la Classica "Lettura Da Cesso" (EH EHM, Da Cesso... Fap Fap). Quindi, se volete avere un Ecchi senza una Trama molto complicata ma piacevole da seguire, se siete dei Pervertiti e dei Depravati e vi piaccione le Poppe giganti, o se amate le Poppe e Basta, vi consiglio di Prendere Maken-Ki! In caso contrario, potete anche farne a meno.

Bene Benissimo, Popolo della rete! Io ho finito, come al solito vi invito a commentare, a condividere questo articolo su tutte le piattaforme che vi vengono in mente, e ovviamente anche ad iscrivervi al Blog. CIAOCIAO e al prossimo Articolo!

sabato 26 ottobre 2013

IL BIZZARRO BLOG DI GIANFRO-IL RITORNO

Salve, popolo della rete! Lo so, lo so che è tanto che non mi facevo vivo da queste parti, ma mi ero dimenticato che avevo un Blog, quindi... Vabbè, bando alle stronzate, in questi 2 mesi mi sono preso una meritata vacanza dopo aver conseguito la Licenza al Conservatorio, e già che ero libero mi ero messo a cucinare un po' di Meth (cit.) accompagnato ovviamente da tanta, buona musica. Sono successe un bel po' di cose in questi giorni eh? Crisi di Governo, Nani da giardino che volavano da una parte all'altra dentro la Villa di Arcore, Aquile, Colombe, Panettoni, Nazisti che muoiono e che nessuno li vuole seppelliti in casa loro, GI TI A VU, Il Bastardo!! che è tornato con una nuova edizione editoriale, I dannatissimi e amatissimi Fuckémon, Emis Killa che ha fatto schifo in America come faceva schifo qui in Italia, Lucignolo che è tornato ma nessuno lo voleva... Un bel PUTTIFERIO quindi (Come solo il maestro Bonetti sa dire). E quindi un bel po' di cose di cui parlare. Per quelli che sperano ancora nella Seconda e nella Terza parte della Monografia sui Dream Theater non si strappino i capelli, uscirà, uscirà (FORSE). Quindi, io vi saluto, vi ricordo come sempre di mettere un bel Mi Piace, un +1, un Cazzo nel culo, insomma condividete A BESTIA, e noi intanto ci rivediamo (Ma se non mi vedono come cazzo fanno a rivedermi?) a un prossimo Post, che arriverà molto presto. Ciaociao